Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

I materiali migliori per le finestre: isolamento e stile

Giuseppe Solinas – homify Giuseppe Solinas – homify
Loading admin actions …

La scelta delle finestre ha un grande impatto non solo nel definire l'estetica della casa, sia all'interno che all'esterno, ma anche nel definirne l'efficienza termica. E quindi la capacità di limitare i consumi e di rendere la casa quanto più ecosostenibile possibile.

Nel determinare la scelta di una finestra, quindi, il materiale gioca un ruolo molto importante. Come vedremo in questo Libro delle Idee, infatti, materiali come PVC, legno, vetroresina, alluminio, hanno caratteristiche differenti e peculiari, che sarà utile conoscere per scegliere quello più adatto alle proprie finestre.

Vedremo anche che, indipendentemente dal materiale, è possibile valutare le qualità termiche di una finestra attraverso una caratteristica fisica chiamata trasmittanza termica. Vediamo insieme di cosa si tratta.

1. Le finestre in PVC

Oknoplast  presenta la prima e unica finestra studiata per la ristrutturazione  : Finestre in PVC in stile  di Oknoplast
Oknoplast

Oknoplast presenta la prima e unica finestra studiata per la ristrutturazione

Oknoplast

Le finestre in PVC rappresentano una scelta affidabile e relativamente più economica rispetto ad altri tipi di serramenti. Negli anni il PVC si progressivamente imposto nella produzione di serramenti, attraverso un costante miglioramento delle sue caratteristiche.

In particolare quello delle proprietà isolanti e termoacustiche, pur mantenendo un ottimo rapporto tra qualità e prezzo. Il PVC infatti assicura efficienza e durata nel tempo, essendo molto resistente alle intemperie, agli urti, alla corrosione, e all'usura dovuta all'esposizione ai raggi UV.

Le finestre in PVC sono poi facili e non richiedono particolari lavori di manutenzione. Le superfici in PVC sono semplici da lavare e all'occorrenza da smacchiare. La leggerezza del materiale, poi, permette, quando serve, di smontare e montare con facilità le sue strutture.

2. Le finestre in alluminio

L'alluminio è un materiale dotato di particolari caratteristiche organolettiche tali da renderlo robusto e resistente, capace di durare ed essere efficiente a lungo, senza particolari, e costose, esigenze di manutenzione.

I trattamenti a cui sono sottoposte le strutture in alluminio rendono il materiale perfetto per garantire sia l'isolamento termico che quello acustico. Le finestre in alluminio sono usualmente costituite da profilati, spesso associati all'uso di materiali plastici di rinforzo a bassa conducibilità.

Questo avviene nel caso di infissi in alluminio a taglio termico, nei quali viene inserito uno speciale materiale a bassa conducibilità che interrompe la conduzione termica del metallo stesso, limitando così la dispersione termica.

Se invece le finestre in alluminio sono a giunto aperto, a essere attivato è uno specifico sistema che permette di convogliare l’acqua attraverso specifici fori di scarico. In questo modo la pressione interna ed esterna si compensano, evitando così curvature del telaio e la possibile rottura o il distacco delle guarnizioni.

3. Le finestre in legno

Finestre Optima : Finestre in stile  di Qr legno srl
Qr legno srl

Finestre Optima

Qr legno srl

La scelta di utilizzare blocchi di vetro modulari invece delle normali finestre può essere dettata da diverse ragioni, sia funzionali che estetiche. Come quelle dovute alla particolare conformazione architettonica di un ambiente o a quelle di garantire insieme la massima luminosità e la privacy.

Infatti, attraverso lavorazioni particolari come la smerigliatura, i blocchi di vetro possono garantire il massimo sfruttamento della luce naturale e allo stesso tempo garantire il massimo della riservatezza. Alla naturale trasparenza del vetro si associa quindi, grazie allo spessore notevole e alle lavorazioni apposite, la possibilità di creare una parete luminosa quanto riservata.

Un modo semplice ed elegante per portare luce in ambienti dalle pareti alte, o in spazi come i bagni, le cantine o i vani delle scale, che necessitano di luce naturale, senza dover necessariamente ricorrere a sistemi di tende o persiane.

4. Le finestre in vetroresina

Le finestre in legno rappresentano una soluzione capace di garantire livelli di isolamento termico molto elevate, spesso superiori a quelle dell'alluminio e del tutto simili a quelli delle finestre in PVC. Così come alti standard in termini di isolamento acustico e resistenza agli agenti atmosferici.

Inoltre, le tecniche più avanzate permettono di lavorare il legno usando colle e vernici a base di solventi naturali, in modo da limitare la loro tossicità e garantire una notevole salubrità degli interni. Il legno è poi un materiale igroscopico, cioè capace cioè di assorbire anche una certa quantità di umidità.

Nel caso del legno si consiglia un controllo due volte l’anno, per verificare che lo stato di vernice che protegge il legno sia in buono stato e, in caso fosse necessario, intervenire tempestivamente e garantire la durata nel tempo, che è generalmente molto elevata, anche grazie ai procedimenti di verniciatura più avanzati.

5. Utilizzare i blocchi di vetro

Le finestre in vetroresina stanno ritagliandosi uno spazio interessante nel panorama degli infissi per la casa. Le caratteristiche del materiale stesso, la sua capacità di adattarsi a design e architetture differenti e combinarsi con altri materiali, come nel caso che vediamo, lo rendono particolarmente utile a costituire la struttura delle finestre per la casa.

Il vetroresina, infatti, è dotato di una conducibilità termica molto inferiore rispetto a quella di altri materiali, come per esempio l'alluminio. Questo rende le finestre in vetroresina molto adatte a garantire un ottimo isolamento termico e acustico.

Si tratta poi di un materiale molto resistente sia ad agenti atmosferici come pioggia e vento, che all'impatto con i raggi UV e fattori corrosivi come la salsedine. Per questa ragione le finestre di questo materiale risultano molto resistenti ai processi di deformazione e usura, garantendo un'ottima durata nel tempo e interventi di manutenzione molto ridotti, con un conseguente risparmio anche in termini economici.

6. Valutare la capacità di isolamento di una finestra

Finestre e scorrevoli a taglio termico - profili Schuco e Reynaers: Finestre & Porte in stile  di quartieri luigi
quartieri luigi

Finestre e scorrevoli a taglio termico – profili Schuco e Reynaers

quartieri luigi

Un parametro che aiuta a valutare la qualità di una finestra, in particolare dal punto di vista delle capacità in termini di isolamento termico, indipendente dal materiale con cui la finestra è realizzata, è rappresentato dal livello della cosiddetta trasmittanza termica. 

La trasmittanza termica misura la quantità di potenza termica scambiata da un materiale. Definisce cioè la capacità di un materiale di scambiare energia e permette quindi di valutare la capacità di limitare la dispersione termica.

I valori da tenere d'occhio in questo caso sono diversi e riguardano il vetro (Ug), i profili della finestra (Uf) e la tramittanza generale dell'intera finestra (Uw). Più questi valori sono bassi, maggiore sarà la capacità isolante della finestra.

Siete interessati all'argomento? Scoprite anche:Solide e versatili: le finestre in PVC.E adesso tocca a voi.Diteci cosa ne pensate lasciando un com...
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!