Avete sempre sognato un giardino indoor? Questo è l’articolo che fa per voi!

Alberti Laura Anna Maria Alberti Laura Anna Maria
Loading admin actions …

Non sempre, un giardino, si trova al di fuori di un'abitazione. In questo articolo vi spieghiamo come realizzare il vostro giardino indoor. O, meglio, quali sono i modi per posizionare le piante, e quali gli accorgimenti per renderlo ancora più bello. Parleremo di giardini verticali, di arredi, di decorazioni; di soluzioni ecosostenibili e di altre più scenografiche. Che vogliate realizzare un piccolo giardino su di una parete,  o che vogliate creare una vera e propria stanza verde all'interno della vostra abitazione, questo è l'articolo che fa per voi. 

1. Giardini verticali per spazi piccoli

Arte in stile  di Living Interiors UK
Living Interiors UK

Living Interiors – Vertical Gardens

Living Interiors UK

Se lo spazio è poco, ma non volete rinunciare al vostro giardino indoor, potete sempre ricorrere ai giardini verticali. Veri e propri quadri verdi, da appendere alle pareti, e magari da crearsi da sé. Si possono creare giardini verticali all'insegna del verde, oppure si possono scegliere fiori o persino erbe aromatiche. Si può creare il proprio giardino verticale utilizzando semplici contenitori da appendere, oppure si può ricorrere a strutture a rete o a grandi pannelli. Sicuramente, la variante più classica è quella del quadro. A definirne lo stile è la cornice, sia questa una classica cornice portafoto o una sua variante più rustica, creata con vecchie assi di legno. 

2. Gli arredi

Se avete abbastanza spazio da creare un vero e proprio giardino indoor, potete pensare anche a degli arredi che diano l'idea di un vero e proprio spazio esterno. La soluzione migliore è quella di optare per arredi versatili, che all'occorrenza possano richiudersi ed essere stipati in un angolo o contro una parete. Via libera a tavoli e sedie pieghevoli (trovate interessanti proposte di sedie pieghevoli in legno nell'articolo Sedie pieghevoli legno: pratiche, e perfette per ogni ambiente!), oppure a complementi ibridi, perfetti per un terrazzo come per un giardino d'inverno o per un angolo relax: un piccolo divano, qualche pouf divertente.

3. L’illuminazione

Un giardino indoor va anche adeguatamente illuminato. Bisogna studiare la giusta illuminazione naturale, e bisogna scegliere le fonti luminose più indicate. A noi piacciono le soluzioni scenografiche, come il modello Moon di In-Es.artdesign. Una lampada per esterni realizzata in Nebulite (materiale composto da resina e fibra di vetro) che pare una grande luna, e che anche tra le mura di casa è bellissima e sorprendente. Per il vostro giardino indoor scegliere lampade da terra o a sospensione, magari lanterne in ferro battuto che diano l'illusione di trovarsi sul patio di un'antica casa di campagna. 

4. Scegli le piante giuste

Le vere protagoniste di un giardino indoor sono però le piante. Scegliere quelle giuste è fondamentale. Innanzitutto bisogna partire dalla loro esigenza primaria: la luce. Le piante per interno sono generalmente di origine tropicale; necessitano di molta luce, ma non diretta (è sempre meglio posizionarle di fronte a una finestra, protette però da una tenda leggera). Se però il vostro giardino indoor non presenta alcuna finestra, oppure vanta solo una piccolissima finestrella, dovrete scegliere piante che vivono bene con poca luce, come l'edera o la felce da appartamento. Insomma, per scegliere le vostre piante basatevi come prima cosa sull'illuminazione di cui disponete. E poi… sul vostro pollice verde!

5. Le fioriere appese

Salone della musica con bolle d'acqua: Soggiorno in stile in stile Eclettico di Dotto Francesco consulting Green
Dotto Francesco consulting Green

Salone della musica con bolle d'acqua

Dotto Francesco consulting Green

Non solo a terra, o appese al muro: sono tantissimi i modi di posizionare le piante in un giardino indoor. Se siete in cerca di una soluzione davvero originale, prendete spunto dal salone del tè e della musica curato da Francesco Dotto – Consulting Green. Piccole bolle di vetro ospitano una quantità d'acqua variabile e piccole piante verdi. Una soluzione scenografica, e non solo dal punto di vista visivo: le bolle sono infatti state calibrate per permettere ai suoni ad alta frequenza di viaggiare più velocemente. Ispiratevi a questa realizzazione, e ponete le vostre piantine in tante bolle di vetro da appendere magari ad una trave lignea, ancorata al soffitto. L'effetto? Romantico e inaspettato. 

6. Elementi di riciclo

Per abbellire il vostro giardino indoor potete ricorrere a elementi di riciclo, andando a realizzare divani e sedute con vecchi pallet, cuscinoni con tessuti di recupero. Studio 12 propone Barrel 12, un progetto che ha per protagonista il barile. Vecchi fusti industriali, riciclati e bonificati, diventano vasi di fiori, pouf, tavolini, librerie e contenitori. Un'idea originale per dare carattere al vostro giardino indoor. I materiali di recupero da cui attingere sono in realtà infiniti: basta dare sfogo alla fantasia per creare arredi e decorazioni all'insegna della sostenibilità.

Quale soluzione preferite? Lasciate un commento.
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!