Trasparenze: come, dove, quando e perché farne ricorso

Germana Invigorito Germana Invigorito
Google+
Loading admin actions …

Oggi ci addentreremo nel mondo delle trasparenze, dove materiali quali vetro, cristallo e plexiglass regnano indiscussi. Forse ancora troppo poco utilizzata, questa soluzione in realtà si rivela preziosa laddove si voglia far apparire un ambiente più grande, più luminoso o più arioso. Vediamo dunque alcuni esempi di come, dove e perché questi materiali siano stati utilizzati.

1. Come separè

La prima delle proposte arriva da Mamoli Rubinetteria dove la trasparenza è in vetro ed è utilizzata come pannello protettivo per questo meraviglioso angolo doccia. Una soluzione alternativa alla tradizionale cabina che, anziché isolare l'area circondando il piatto in ceramica, si limita a costituire una barriera per gli schizzi. La peculiarità di questo elemento è però la sua grafica satinata, un disegno damascato che, oltre a creare un sensuale effetto vedo non vedo, dona estrema eleganza all'ambiente già di per sé suntuoso.

2. Come complemeti d'arredo

In questo caso invece possiamo dire che la trasparenza, mescolata con la tinta del bianco e accostata a toni neutri come il panna, rappresenta un po' il fil rouge dell'intero arredamento.

Le antine in vetro della cucina creano dei discreti punti luce in un ambiente total white che altrimenti risulterebbe piatto.

L'enorme parete in cristallo divide in due la zona living pur mantenendola paradossalmente sempre unita. Grazie a questa soluzione si potrà godere della bellezza dei due ambienti anche quando i pannelli saranno chiusi; la luce naturale penetrerà fino in profondità, mentre quella artificiale, emanata da una particolarissima controsoffittatura, creerà un ambiente dal carattere a dir poco scenico.

La base del lampadario è stata incassata nella controsoffittatura, cosicché le gocce in cristallo che da essa pendono sembrano dar vita ad una romantica pioggia luminosa che precipita proprio al centro del tavolo.

Infine, come non soffermarci sui complementi d'arredo. Il tavolo da pranzo è un pezzo estremamente moderno, dal design pulito ed essenziale, ed è impreziosito dai piedi il cui profilo ricorda molto le linee proprie dei tavoli classici in legno. Il tavolino ai piedi del divano, invece, unisce design e praticità. In cristallo curvato e dal piano rettangolare, presenta una particolare arricciatura laterale che ripiega su sé stessa quasi a creare una goccia. Quest'ultima altro non è che un comodo portariviste.

3. Come sedute

Cucina moderna: Cucina in stile in stile Moderno di Tomas Andres
Tomas Andres

Cucina moderna

Tomas Andres

In un ambiente ricco di stimoli come questo, dove si è preferito dare tono al soffitto e al pavimento, entrambi in legno, e dove le pareti a contrasto con la cucina, provocano un deciso impatto visivo, la scelta degli sgabelli intorno al piano snack non poteva essere che questa. Longilinei, discreti, dalla linea pulita e soprattutto privi di colore! La trasparenza del plexiglass si è rivelata la soluzione più idonea a snellire un ambiente già molto materico.

4. Come pareti divisorie tra livelli

Se, come in questo caso, l'abitazione è dislocata su diversi livelli irregolari, una soluzione per creare profondità e senso di unicità tra gli ambienti è l'inserimento di divisori in cristallo. Piuttosto che creare una vera e propria parete, infatti, gli esperti dello Studio G/G associati_ing. Riccardo Guglielmi_arch.Anita Grossi hanno preferito optare per una sobria e discreta trasparenza. In questo modo, la luce naturale del livello successivo penetra nel piccolo corridoio di scale del livello precedente che altrimenti sarebbe angustio e buio, inoltre, si è dato risalto alla struttura antica che volutamente è rimasta invariata, e che anzi ha acquistato eleganza e contemporaneità.

Da notare infine il comodino, un pezzo noto agli amanti del design. Rigorosamente in plexiglass e dallo stile moderno, sembra non dare ingombro in questo piccolo ambiente, la sua presenza in più non toglie luce alla parete in cristallo, anzi contribuisce a dare aria all'insieme.

5. Come pareti divisorie tra ambienti

Casa privata: Camera da letto in stile in stile Minimalista di lollo e dado
lollo e dado

Casa privata

lollo e dado

Per ottenere uno stile minimalista, ultra moderno e, diciamolo, anche un bel po' audace, perché non scegliere il cristallo per le pareti divisorie interne? Immaginate di percorrere luminosi corridoi enfatizzati dalla disposizione di strategici faretti, magari nella controsoffittatura, e di vedere dalla zona letto l'eccentrico bagno a vista e, addirittura la cabina armadio.. non ci riuscite? Date un occhio a questa immagine, allora! Una soluzione giovanile, irriverente ma anche molto intelligente! In questo modo, infatti, oltre a dare respiro e luce allo spazio, si è riusciti a rendere luminoso anche l'ambiente ricavato al centro della stanza, in questo caso il bagno, che altrimenti sarebbe stato cieco.

6. Per godere del panorama

CASA DN, Napoli 2012: Cucina in stile in stile Moderno di x-studio
x-studio

CASA DN, Napoli 2012

x-studio

Infine, se avete la fortuna di abitare in un luogo che chiunque invidierebbe, aprite il più possibile la vostra casa al paesaggio e, ove possibile, sostituite le pareti perimetrali con ampie vetrate. Il risultato sarà spettacolare!

Se questo libero delle idee vi è piaciuto, non dimenticate di leggere anche Il vetro per una casa trasparente.

Cosa pensate del ricorso alle trasparenze in casa? Raccontatecelo con un commento!
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!