Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Ritorno allo splendore: una casa dallo stile classico

Germana Invigorito Germana Invigorito
Google+
Loading admin actions …

Oggi ci troviamo in un paesino nell’entroterra abruzzese per ammirare il progetto di restauro di una meravigliosa dimora dell ‘800. I lavori, condotti dallo STUDIO MANCINI architettura & design, hanno interessato sia l’aspetto strutturale che quello riguardante gli impianti e le rifiniture, il tutto col fine di valorizzare l’antico fascino della dimora storica.
Quest’ultima, sviluppata su tre piani, racchiude un vero e proprio tesoro…

Dunque, basta esitare, e procediamo con la visita all’abitazione.

L’ingresso

L’ingresso, intimo e riservato, è circondato da un giardino all’italiana dall’aspetto molto curato che ospita addirittura delle magnolie secolari. La facciata dell’abitazione invece, caratterizzata da toni tenui e resa ancor più elegante dall’aggiunta di zoccolature e riquadrature su porte e finestre, è stata dotata di un’illuminazione del tutto moderna. Già dall’esterno quindi, si può ammirare l’armonica coesistenza tra modernità e classicismo che regna nell’intera dimora.

Varcando la soglia d’ingresso

Una volta varcata la soglia d’ingresso si viene rapiti dalla cura e dall’eleganza degli arredi. Un soffitto a volta ci introduce alla scoperta del piano terra dove, oltre allo scalone in pietra che porta al primo piano, si legge una successione di ambienti molto ampi. L’intero piano è caratterizzato da una pavimentazione in marmo con classici disegni geometrici a contrasto, mentre per le pareti è stata scelta una tinta neutra.

Una successione di archi

Una volta addentrati nel piano terra, scopriamo una successione di ambienti collegati l’uno all’altro da archi ribassati circolari, i quali, visti dalla giusta angolazione, garantiscono uno stupefacente effetto prospettico. L’assenza di porte però, non impedisce agli ambienti di essere definiti nella loro funzione, ogni stanza infatti è arredata secondo i criteri propri della sua destinazione d’uso. In questo caso, ad esempio, la zona pranzo è ben definita dalla centralità del tavolo che, valorizzato sia dal pregiato tappeto che lo accoglie, sia dal maestoso lampadario di cristallo che lo sovrasta, a sua volta sospeso ad un soffitto a timpano in legno scuro, acquista un ruolo da protagonista identificando la funzione dello spazio.

Primo piano: La meraviglia degli affreschi

Ci troviamo ora al primo piano di questa prestigiosa abitazione. Qui si sviluppa principalmente la zona giorno, composta da una zona pranzo, un soggiorno, uno studio, un tinello, un salotto, una stanza del camino e una sala da bagno.
Cambia l’atmosfera: i disegni geometrici che caratterizzavano la pavimentazione del piano terra spariscono, lasciando il posto alla tinta unita; gli ambienti sono più piccoli e separati da imponenti porte in legno scuro e dalle cornici robuste e lavorate; infine, i soffitti a volta sono impreziositi da magnifici affreschi originali.

Lo studio

Tutte le stanze, così lo studio, sono state arredate con pezzi di antiquariato provenienti soprattutto dal centro Italia, così come i lampadari e le opere d’arte.

La cucina

Ma è la cucina a essere il vero elemento di rottura dalla ricercatezza classica che padroneggia nel resto della casa. Sembra infatti di trovarsi in un posto completamente diverso. Estremamente attuale, rifinita d’acciaio e dai toni freddi, questa cucina appare tanto essenziale che, paragonata allo sfarzo degli altri ambienti, sembra quasi spoglia.
In realtà però, in una veduta d’insieme, la scelta di uno stile così diverso non sembra stridere così tanto, piuttosto ridimensiona il tono ampolloso dell’abitazione, rendendola si maestosa, ma anche attuale e alla moda.

Secondo piano: la zona notte

Una pregiatissima scalinata realizzata in pietra della Majella e ornata da una ricca ringhiera in ferro, ci conduce infine, al secondo ed ultimo piano. Qui troviamo un’area dedicata alla palestra, le stanze da bagno e, naturalmente la zona notte. Ancora una volta cambia lo stile decorativo di pavimenti e porte. Possiamo infatti notare come non vi sia più il marmo a rivestire il suolo, bensì il più moderno parquet in una tonalità chiara, mentre si schiarisce il tono delle porte, in questo caso a scomparsa, e delle cornici notevolmente ridimensionate.
Cosa ne pensate del risultato finale?

Se questo argomento vi ha interessati, e avere voglia di gustarvi un'altra trasformazione, cliccate qui.

Cosa ne pensate di questo lavoro di recupero? Lasciate un commento.
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!