VILLA  A GUARENE: Cucina in stile  di architetto roberta castelli

Una Ristrutturazione di un Appartamento degli Anni '80

Eugenio C. – homify Eugenio C. – homify
Google+

Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Loading admin actions …

Ristrutturare è una vera e propria arte! Bisogna essere un po’ visionari: dell’abitazione si deve cogliere il potenziale nascosto, esattamente come ha fatto l’Arch. Roberta Castelli con questa villa ormai superata. Prima del progetto di ristrutturazione e di restyling, la residenza aveva un arredamento e un aspetto generale tipico delle abitazioni di oltre 25 anni fa, quindi vecchio e fuori moda. 

L’immobile si presentava con pavimenti, materiali e rivestimenti tipici delle abitazioni dei primi anni Novanta. Per questo motivo, in questa ristrutturazione il cambiamento è davvero da shock! Ma facciamo parlare le immagini!

Prima – Cucina

Alzi la mano chi ha ancora una cucina così! Questi mobili hanno probabilmente condizionato l’adolescenza di molti e l'infanzia di alcuni: le ante in legno, le pareti in giallo e il rivestimento in mattonelle color beige al tempo non sembravano poi così male. Oggi però non si possono più vedere!

La cucina tuttavia non era poi così scomoda, ma facendo il confronto con quello che è stato previsto in questo spazio, resterete letteralmente a bocca aperta. Da questa porta si accede al resto della zona giorno.

Prima – Soggiorno

Il soggiorno era un classico all'italiana: un divano scuro in pelle, una poltroncina comoda per la sera, poi un tappeto e un tavolino di cristallo. Intorno, le decorazioni portano in casa un tema tribale ed esotico poco studiato e un po’ casuale. “Non male” starete pensando… scorrete fino alla prossima foto!

Dopo – Cucina e zona pranzo

Non sembra neppure la stessa abitazione, ma fidatevi, siamo nella stessa casa. Cos'è successo? Il soggiorno e la cucina sono stati uniti e hanno cambiato posizione, con quest’ultima pensata più verso l'ingresso. Da questo spazio è stata ricavata una zona pranzo, una piccola area giorno e una cucina moderna.

La cucina è il massimo che si può avere oggigiorno: la penisola è sia bancone che piano cottura, il piano lavabo si trova a parete, così come la parete attrezzata con tutti i vari elettrodomestici. Il controsoffitto realizzato nasconde più di una sorpresa, qui è stato infatti integrato sia il sistema d’illuminazione LED, sia la cappa da cucina perfettamente corrispondente al piano cottura.

Prima – Zona giorno

Riprendiamo la macchina del tempo per tornare alle origini: la zona pranzo ufficiale non era in cucina, ma in una stanza attigua. Uno spazio abbastanza luminoso che però è stato completamente stravolto!

Con una scala in muratura con il parapetto in legno invece si accedeva ai piani superiori. Curiosi di vedere il dopo?

Dopo – Zona giorno

Sorpresa! Questo è oggi il vero soggiorno della villetta: uno spazio di ampio respiro e molto luminoso grazie alle tinte dei rivestimenti prima ancora che degli arredi. Il collegamento con la cucina è rimasto esattamente lo stesso, ma questa volta sono state adottate due porte in vetro scorrevoli eleganti e raffinate, in grado di dividere o unire l’altra parte dell’area living.

Ci fa molto piacere notare una cosa: ristrutturare non significa dover per forza pensare da zero a tutto l’arredamento. Molte cose sono state salvate qui: vi ricordate il divano in pelle nero visto in precedenza? Il mobile in legno massello è invece rimasto praticamente nella stessa posizione di prima, tra la scala e la parete della cucina, creando un dialogo interessante tra il nuovo e il vecchio.

La scala per accedere al secondo piano è stata completamente ripensata. Il parapetto in legno ha lasciato il posto ad una parete che accompagna la salita. Il rivestimento in cotto ha lasciato il posto a un più luminoso e moderno legno chiaro.

Prima – Camera da letto

Arriviamo alla zona notte di questa villa. Sarà la foto che rende poca giustizia a questa stanza, sarà l’arredamento davvero poco curato e oltretutto vecchio: qui la situazione non poteva che migliorare!

Dopo – Camera da letto

La camera da letto lascia indubbiamente senza parole! Moderna, luminosa, con un controsoffitto che segue precisamente la forma del letto e lo illumina con una luce di controbalzo. Poi due comodini minimal, dei rivestimenti perfettamente in linea con tutto il resto della casa: una ristrutturazione che rende questa stanza meravigliosa con poco!

Prima – Bagno

Terminiamo con uno degli incubi più frequenti di chi si è finalmente deciso ad effettuare una ristrutturazione: il bagno. Anche qui, questa foto forse mette in luce ciò che si trova tutt'oggi in molte case italiane.

Dopo – Bagno

Il cambiamento è drastico e dà un twist moderno a tutto lo spazio: ancora illuminazione integrata LED, questa volta dietro lo specchio, un azzurro chiaro per le pareti, mobili in bianco a grigio chiaro. Niente male!

Dall’altra parte, si è cercato spazio sufficiente per un box doccia in muratura con ante in cristallo, mentre in fondo troviamo i sanitari.

Il nostro Prima & Dopo termina qui. Se siete alla ricerca di progetti simili, date uno sguardo a:

Da casa abbandonata a rifugio da sogno in campagna

Cosa pensate del progetto? Lasciate un commento!
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!