Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Casa nuova? Inaugurala con una festa!

Anna Francioni – homify Anna Francioni – homify
Google+
Loading admin actions …

Importata dagli Stati Uniti come Halloween e il Baby Shower, l’housewarming party è un evento che sta prendendo sempre più piede anche nel nostro Paese, spesso semplicemente conosciuta come “festa di inaugurazione della casa”. Si tratta infatti di una simpatica occasione per presentare il nostro nuovo nido agli amici più cari e, perché no, per invitare e conoscere anche i nuovi vicini. Non è necessario che tutte le stanze siano ultimate e perfettamente arredate:  lo scopo della festa è infatti proprio quello di dare il benvenuto nella casa in cui ci si è appena trasferiti. Ecco quindi qualche piccolo consiglio per organizzare tutto al meglio e accogliere con calore i nostri amici: perché, lo dice la parola stessa, l’housewarming party è una festa che riscalda la casa, ma anche i cuori!

Quando organizzare la nostra inaugurazione?

PLB P016: Sala da pranzo in stile  di modoo
modoo

PLB P016

modoo

Anche se la tradizione americana vuole che l’housewarming party sia organizzato entro 90 giorni dal trasloco nella nuova casa, in realtà non c’è una data fissa: dipenderà da noi, da quando ci sentiremo pronti ad aprire le porte della nostra nuova casa. Ricordiamoci, però, che l’inaugurazione non è un evento formale, ma un semplice momento per condividere la novità con i nostri amici, quindi non posticipiamola troppo in là nel tempo. Potremmo per esempio approfittare di  un altro evento, come un compleanno, una nascita o un anniversario, per organizzare un’unica festa nella nostra nuova abitazione. E se proprio non avremo ancora svuotato tutti gli scatoloni, basterà raggrupparli tutti insieme in un ripostiglio, o nella cabina armadio, oppure in una stanza che dichiareremo “off limits, per lavori in corso”!

I preparativi: come procedere?

Prima di tutto stendiamo una lista delle persone che vorremmo invitare. Il numero dipenderà ovviamente dalle dimensioni di casa nostra. Se lo spazio fosse davvero molto ridotto, potremmo pensare a un duplice, o addirittura triplice, mini evento, selezionando di volta in volta ospiti diversi: per esempio una prima festa di inaugurazione con gli amici d’infanzia, poi una seconda con i colleghi e una terza con i vicini di casa.

Poi decidiamo che tipo di festa intendiamo organizzare:  se una cena ci sembra troppo impegnativa, potremmo optare per un aperitivo o, nel caso tra gli invitati ci siano diverse famiglie con figli, anche una semplice merenda o un allegro brunch domenicale.

Cucina in stile  di monom

Una volta stabiliti gli ospiti e il genere di evento, provvediamo agli inviti. L’ideale sarebbe avvisare, o per lo meno incominciare a verificare le varie disponibilità, con almeno 3 settimane di anticipo, per dare modo a ogni ospite di pianificare i propri impegni. Se non ci è possibile invitare di persona, potremmo inviare un’e-mail o fare una telefonata. Anche un messaggio a un gruppo WhatsApp potrebbe essere una buona soluzione: così potremmo “incrociare” in tempo reale le disponibilità di tutti e stabilire una data che possa essere comoda per la maggior parte. Il consiglio è di evitare gli inviti via sms, un po’ troppo impersonali.


Infine, almeno una decina di giorni prima, incominciamo a pensare al menù e alla relativa lista della spesa, in modo che, se fosse necessario prenotare qualche pietanza o dolce pronto, ci sia possa essere tutto il tempo necessario.

Gli spazi della casa: dove si terrà la festa?

Soggiorno in stile  di Sandra Dages
Sandra Dages

Maison de campagne

Sandra Dages

Almeno un paio di giorni prima della festa di inaugurazione, sarà utile decidere in quali ambienti della nostra casa organizzarla. Anche se naturalmente mostreremo ai nostri ospiti tutte le stanze o quasi, è infatti consigliabile limitare i festeggiamenti al soggiorno o comunque a una zona ben precisa della casa, per evitare di sporcare (e magari anche di spargere tracce di cibo) in camera da letto o nello studio. Grazie a questa mossa, inoltre, potremo permetterci di pulire in profondità solo gli ambienti dove soggiorneranno gli ospiti. Naturalmente, non dimentichiamoci di comunicare la nostra decisione a tutta la famiglia o a chi vive con noi!

​​Come decorare?

Progetto: Sala da pranzo in stile  di KIASMO
KIASMO

Progetto

KIASMO

La grande novità della nostra festa di inaugurazione sarà la casa stessa: quindi non sarà necessario decorarla in modo speciale. Se ci sentiamo particolarmente creativi potremmo scegliere un filo conduttore, per esempio legato alla stagione, e scegliere tovaglie e piatti in tema, puntando magari sui colori.

​​Se la festa è in estate?

Giardino in stile  di Cue & Co of London
Cue & Co of London

Open-Plan Kitchen/Living Room, Ladbroke Walk, London

Cue & Co of London

Durante la bella stagione potremmo approfittare anche di eventuali spazi esterni e organizzare per esempio una cena in giardino o sul terrazzo. Anche se disponessimo solo di un terrazzino, potremmo comunque abbellirlo con decorazioni floreali e allestire un piccolo tavolo, dedicato per esempio all’angolo drink o al buffet dei dolci.

Inoltre, se la festa di inaugurazione sarà di sera, potremmo creare suggestivi giochi di luce, accendendo tante piccole candele o suggestive lucine, come vediamo in questo esempio proposto da CANNATA&PARTNERS.

​​E se invece inaugurassimo di inverno?

Soggiorno in stile  di homify
homify

Living Room

homify

Prepariamoci a coccolare i nostri ospiti con golose cioccolate fumanti e morbidi plaid di lana in cui potranno avvolgersi, per rintemprarsi dal freddo dell’inverno. E se abbiamo la fortuna di possedere un caminetto o una stufa a legna, quale migliore occasione di questa festa per inaugurarli, con un intimo brindisi attorno al fuoco?

Come comportarci con eventuali regali?

Non imbarazziamoci se qualche ospite ci dovesse chiedere quale dono gradiremmo:  negli Stati Uniti, agli housewarming party è tradizione regalare oggetti per la nuova casa, come per esempio questo colorato set di piati proposto da CERAMICHE BUCCI. In fin dei conti si tratta sempre di una festa e come tale merita un pensiero! Potremmo giocare d’anticipo e prepararci un elenco di quello che potremmo avere bisogno, così da non essere colti alla sprovvista davanti alla domanda dei nostri amici.

Ti è mai capitato di partecipare a una festa di inaugurazione? Lasciaci il tuo commento e raccontaci come è andata.
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!