Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Come aprire la cucina all'esterno: 6 idee per renderla unica!

Giuseppe Solinas – homify Giuseppe Solinas – homify
Loading admin actions …

Portare l'esterno in cucina significa connettere la casa con l'ambiente in cui è inserita, rendendo fluido il rapporto tra interno ed esterno. Con un doppio risultato: quello di allargare lo spazio della cucina, connettendolo con l'esterno e cioè muovendolo verso di esso e quindi arricchendo di prospettive più larghe e sempre nuove l'ambiente della cucina stessa. Il secondo risultato è quello di generare una integrazione organica tra l'interno della casa e gli ambienti esterni, in modo da rivalutare il ruolo di entrambi, verso un equilibrio capace di generare una maggiore e più piena vivibilità.

Gli accorgimenti per generare questa nuova connettività tra cucina e ambiente esterno sono diversi. L'uso delle porte scorrevoli permette un passaggio fluido tra interno ed esterno. Si possono invece sfruttare le porte a libro, in modo da alternare e dosare a piacimento l'apertura e la chiusura della cucina verso l'esterno.

Un'altra valida soluzione è rappresentata dalle finestre francesi, che arricchiscono di geometrie il rapporto tra casa e ambiente esterno. Ma anche la scelta dei pavimenti e di un arredamento mirato e dalla disposizione intelligente, permettono di introdurre elementi e rimandi che riportano a ciò che sta fuori.

E non dimentichiamo che inserire delle piante all'interno dello spazio della cucina è forse il sistema più semplice per connettere la casa con l'esterno, creando delle isole naturali interne, che permettono alla cucina di respirare e arricchirsi di vita e colore.

E allora non ci resta che esplorarli insieme i sistemi che permetteranno di portare l'esterno direttamente dentro la nostra cucina.

1. Le porte scorrevoli a scomparsa

SABAUDIA SUL MARE: Cucina in stile  di Stefano Dorata
Stefano Dorata

SABAUDIA SUL MARE

Stefano Dorata

Per rendere fluido il passaggio tra la cucina e l'ambiente esterno le porte scorrevoli a scomparsa rappresentano un soluzione ideale. Intanto perché rendono semplici le operazioni di apertura e chiusura. Attraverso i meccanismi di scorrimento, infatti, le porte si aprono senza attriti, con la possibilità di dosare oltretutto l'apertura, che può essere integrale o parziale. Il sistema a scomparsa, poi, fa si che siano le pareti a ospitare i pannelli, e quindi lo spazio calpestabile viene sfruttato per intero, senza interruzioni o angoli da riservare ai battenti. In questo modo l'esterno può diventare davvero un prolungamento della cucina, fondendosi con questo in modo da formare un tutt'uno.

2. Le porte a libro

Giardino d’inverno in stile  di ROCOCO
ROCOCO

Aluminium orangery with bi fold doors

ROCOCO

Le porte a libro rappresentano la soluzione ideale per chi avesse necessità di aprire o chiudere lo spazio della casa a seconda dei periodi dell'anno e delle esigenze. La capacità dei pannelli delle porte a libro di ripiegarsi su stessi rende possibile infatti una gradazione dell'apertura, che può essere sia totale che parziale. Il meccanismo modulare in cui sono organizzate lascia una notevole libertà di scelta, per cui è possibile decidere quanto e come l'esterno entrerà nella cucina. 

3. Finestre e porte francesi

Le cosiddette finestre e porte francesi rappresentano una valida alternativa quando si vuole mettere in collegamento la cucina con lo spazio circostante. Il sistema che permette l'apertura di porzioni delle porte e delle finestre, infatti, anche in questo caso rende possibile determinare in quale misura aprire o chiudere il collegamento con l'esterno. La divisione dei pannelli in cornici modulari, poi, arricchisce di geometrie e prospettive differenti lo sguardo sull'ambiente esterno, dando vita a una interessante varietà di scorci.

4. Un arredamento intelligente

Realizzazioni: Cucina in stile  di Ebanisteria Cavallaro

Un arredamento intelligente, che favorisca cioè il collegamento tra l'esterno e lo spazio della cucina, significa effettuare una scelta di materiali, linee, colori e disposizione, che tenga conto della presenza dell'ambiente esterno circostante e del suo rapporto con quello della cucina. E allora, come vediamo ben rappresentato in questa immagine, l'orientamento dei complementi di arredo nello spazio può generare linee prospettiche che dell'esterno fanno il loro punto di fuga. In questo modo lo sguardo è naturalmente portato verso l'esterno, e questo ne è come attirato, entrando a far parte della cucina. Le linee stesse dei mobili scelti contribuiscono a rafforzare questo gioco di prospettive, muovendosi verso e dall'ambiente esterno, e quindi generando una organica integrazione tra i due spazi.

5. Il pavimento adatto

Studio Maggiore Architettura: Cucina in stile  di Studio Maggiore Architettura
Studio Maggiore Architettura

Studio Maggiore Architettura

Studio Maggiore Architettura

La scelta del pavimento diventa importante perché attraverso linee e materiali si può rafforzare ed esaltare un passaggio fluido e integrato dell'esterno nella cucina. Le soluzioni a disposizione sono molteplici. Importante è ricordare che un'organizzazione geometrica tale da generare prospettive che portino e si muovano verso l'esterno, favorirà un'integrazione che superi la divisione tra gli ambienti. Il legno è materiale naturale versatile e ricco sia in termini funzionali che di sfumature tonali. Come vediamo nell'immagine, organizzato in lunghe linee il pavimento in legno rafforza le fughe prospettiche che legano interno ed esterno. Le naturali venature e le sfumature delle sue superfici rendono morbido e leggero il passaggio, permettendo una gradevole compenetrazione tra cucina e spazio esterno.

6. Inserire le piante

I modi per inserire le piante all'interno della cucina sono infiniti. Le esigenze spaziali possono essere sfruttate con creatività e in maniera originale in molti modi. La scelta delle piante, poi, dipende da altrettanto molteplici varianti, che vanno dalla luce disponibile sino al gusto personale. Nell'immagine che vediamo, l'inserimento delle piante è stato attuato in modo non convenzionale: due grandi vasi si ritrovano a fluttuare nello spazio della cucina, agganciati al soffitto. Il verde intenso delle piante, così, si trova a interagire con i colori tenui e neutri delle pareti in modo libero, creando una relazione aerea e leggera tra la cucina e lo spazio naturale esterno.

Siete interessati all'argomento? Scoprite anche: Tutti i vantaggi delle porte a libro.E ora tocca a voi.Diteci cosa ne pensate lasciando un commento.
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!