Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Come creare un soggiorno multifunzionale

Giuseppe Solinas – homify Giuseppe Solinas – homify
Loading admin actions …

Creare un soggiorno multifunzionale è più facile di quello che si possa pensare. Purché si presti la dovuta attenzione ad alcuni aspetti importanti. Intanto è necessaria una valutazione dell'ambiente a disposizione e della propria, personale idea dello spazio che si vuole creare. Sia in termini di stile, che di funzionalità e confortevolezza. Solo in seguito si potrà procedere a una scelta ponderata dei complementi di arredo che possano animare il soggiorno immaginato e quindi mettere in atto il progetto. 

Le scelte non potranno prescindere da mobili multifunzionali, in grado cioè di racchiudere in sé, sintetizzandole, funzioni diverse. Ma, come detto, anche da un uso non scontato sia degli elementi scelti che dello spazio, alla luce di una rilettura che enfatizzi relazioni spaziali aperte e uno sfruttamento creativo dei complementi di arredo. 

Come vedremo, un divano può diventare il fulcro del soggiorno, la disposizione di uno specchio può allargare e definire in maniera nuova l'ambiente, usare delle sedute basse può aiutare a generare una fruizione inaspettata degli spazi del soggiorno. Tutti accorgimenti che potranno aiutarvi a rendere il vostro soggiorno davvero multifunzionale.

Seguiteci.

Valutare le proprie esigenze spaziali

Valutare bene quali siano le proprie esigenze in termini di spazio è un passo preliminare di grande importanza. Questo implica sia una valutazione dello spazio che si ha a disposizione, la sua sua organizzazione architettonica, la disposizione sia dei punti luce che di eventuali porte e finestre, che una definizione della propria idea di soggiorno, della sua organizzazione e degli elementi che devono andare a dargli corpo. Un soggiorno multifunzionale ha bisogno di complementi che sappiano cambiare, che possano divenire altro da sé quando è necessario, essere usati in modi e occasioni differenti. Ma tutto dipende da come si immagina di trasferire la propria, personale idea dei rapporti spaziali nell'ambiente a disposizione. 

La disposizione: non dare niente per scontato

Studio in stile  di studio michael hilgers
studio michael hilgers

HIDEsk Faltsekretär

studio michael hilgers

Disporre gli elementi del soggiorno nella maniera migliore appare come un fatto scontato, quasi si trattasse di un dato naturale, ineluttabile. Il divano andrà qui, la libreria su quella parete, tavolo e sedie non potranno che andare lì in mezzo. Ma, a ben guardare e in particolare se si vuole dare vita a un soggiorno che sia realmente multifunzionale, è importante prestare particolare attenzione alla disposizione degli elementi, alle relazioni che tra loro si andranno a instaurare. Perché proprio dalla disposizione dipenderà molto in termini di possibilità d'uso. Nella costruzione delle relazioni tra spazio e complementi d'arredo e tra i complementi di arredo tra loro, è già possibile configurare e definire quell'apertura verso usi molteplici che un soggiorno multifunzionale dovrà avere.

Usare mobili multifunzionali

Un soggiorno multifunzionale presuppone l'uso di complementi di arredo capaci di coniugare funzioni diverse, sintetizzando esigenze pratiche ed estetiche, stile e utilità, per rendere l'ambiente del soggiorno spazio di possibilità e trasformazione. Nell'immagine vediamo Living Cube, una cabina di legno che della multifunzionalità rappresenta un esempio mirabile. La parete esterna a vista è attrezzata per essere allo stesso tempo una libreria, un mobile porta-TV, una scarpiera e un appendiabiti. Ma non basta, perché sulla sua superficie superiore trova spazio un letto, per un soppalco decisamente inusuale. Gli spazi interni, poi, possono essere utilizzati a piacimento, come armadio o ripostiglio, o magari per un piccolo studiolo. Un mobile ricco di possibilità e spunti, capace di aprire il soggiorno a una varietà di usi sempre nuovi.

Evitare il solito divano

DIDIMO: Soggiorno in stile  di Adele-C
Adele-C

DIDIMO

Adele-C

Spesso il divano viene disposto in maniera scontata, ai margini dello spazio del soggiorno, e usato esclusivamente come elemento dedicato al relax, e cioè per le sua più che naturale funzione. Ma, per creare un soggiorno multifunzionale, proprio dal divano è possibile partire ripensando al suo ruolo all'interno dell'ambiente. Si può allora decidere di ripensarlo come fulcro dell'organizzazione dello spazio, come luogo di incontro e non solo di relax, come centro gravitazionale della vita del soggiorno e quindi come punto di partenza intorno al quale organizzare l'arredamento di tutto lo spazio. Nell'immagine vediamo Didimo, un divano trasformabile, abbattendo il sedile laterale, in una ampia seduta capace di ospitare gli amici, come fosse una piazza sulla quale condividere il proprio tempo.

Usare gli angoli con intelligenza

Librerie: Soggiorno in stile  di d-ITALY
d-ITALY

Librerie

d-ITALY

Usare gli angoli con intelligenza è un modo efficace per rendere il soggiorno un ambiente ricco di possibilità e allo stesso tempo confortevole. Le soluzioni possono essere molteplici e dipendono da fattori variabili come l'architettura della casa. Si possono usare pareti attrezzate o librerie e scaffalature. Oppure rendere funzionale un angolo arricchendolo con pochi elementi scelti con cura. E in particolare, come vediamo, un'idea interessante è quella di usare gli specchi. Le superfici riflettenti, infatti, permettono di rianimare con semplicità gli angoli, donandogli nuove fughe prospettiche e una profondità inaspettata, capace di valorizzare il soggiorno nel suo complesso.

Usare sedute basse: un modo per liberare lo spazio

TT: Soggiorno in stile  di Adele-C

Le sedute basse sono una scelta utile a liberare lo spazio del soggiorno da usi che seguono schemi fissi e preordinati, troppo spesso scontati. Lo spazio può essere in questo modo reso più aperto, alleggerito da volumi ingombranti e allargato, e quindi reso più accessibile, fruibile in modo multiforme. Nell'immagine vediamo un esempio di come una seduta bassa possa essere usata. Si trova a ridosso della parete, ma è accessibile da ogni lato. E potrebbe essere spostata al centro della stanza e non costituire un ostacolo, ma anzi andare a definire un'isola intorno alla quale lo spazio può essere esplorato senza impedimenti. Il soggiorno può allora diventare spazio in cui apertura e accessibilità diventano i caratteri preponderanti, da esplorare e vivere in modi sempre nuovi.

Siete interessati all'argomento? Scoprite anche:Come arredare il soggiorno: le risposte alle 6 domande più frequenti.E ora tocca a voi.Diteci cosa ...
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!