Lavandino cucina: quale scegliere?

Silvia Piro Silvia Piro
Loading admin actions …

Il lavandino è un elemento indispensabile in cucina  e va scelto con attenzione, tenendo conto dello spazio,della forma, della funzionalità dei materiali e ovviamente del proprio gusto personale. In commercio esistono lavandini  di differenti forme e materiali, ognuno dei quali presenta vantaggi e svantaggi. Nel presente libro delle idee cercheremo di guidarvi nella scelta del miglior prodotto per le vostre esigenze!

Dimensione e forma

La prima cosa da tener presente, nella scelta del lavandino, è la dimensione, che deve adattarsi allo spazio a disposizione. Se disponete di un piano grande ed esteso, noi consigliamo di optare per un lavandino a due vasche: i vantaggi saranno considerevoli! Risulterà molto più pratico, ad esempio, compiere le quotidiane operazioni di lavaggio, se non possedete una lavastoviglie, in quanto potrete utilizzare una vasca per insaponare e l'altra per risciacquare.

Cucina in stile in stile Mediterraneo di FRANKE
FRANKE

Franke Santorini

FRANKE

Se lo spazio a vostra disposizione è ridotto, dovrete accontentarvi di una sola vasca. In questo caso è consigliabile scegliere un lavandino  profondo, in modo da assicuravi una capienza maggiore. Con la vasca singola non potrete lavare frutta e verdura e far stazionare, contemporaneamente, le stoviglie sporche, in attesa di essere lavate, ma con un pò di organizzazione anche le piccole cucine, che non permettono di installare doppie vasche, risulteranno funzionali. Noi consigliamo di avere sempre a disposizione ampi recipienti da riempire d'acqua e utilizzare a mo di lavandino, in caso di necessità.

Cucina in stile in stile Eclettico di Tabary Le Lay
Tabary Le Lay

Cuisine verrière

Tabary Le Lay

Per quanto concerne la forma, assecondate il vostro gusto personale, tenendo conto  delle possibilità di installazione. Se amate le forme morbide e sinuose optate per un lavandino circolare, se preferite linee nette e decise scegliete un lavandino rettangolare o quadrato, se volete stupire, prediligete strutture insolite, come quella che potete vedere in foto,  proposta da Tabary Le Lay. Si tratta di  un eclettico lavandino in ceramica, di forma circolare, sostenuto da due piedi decorati. Il particolare lavandino, dalla forma anticonformista, che rimanda indietro nel tempo, dona carattere alla cucina, e diventa un perfetto elemento d'arredo.

Quali sono i materiali più usati?

I materiali maggiormente usati per il lavandino della cucina sono l'acciaio inox, la ceramica, l'agglomerato di quarzo e le pietre naturali. 

L'acciaio inox è un acciaio speciale, addizionato con Nichel, Cromo e altri metalli. E' un materiale molto durevole, in quanto solido e resistente alla corrosione ed è il materiale più igenico poiché si lava con grande facilità e non  trattiene particelle di sporco.

Lavello in marmo con decoro frontale: Cucina in stile in stile Rustico di CusenzaMarmi
CusenzaMarmi

Lavello in marmo con decoro frontale

CusenzaMarmi

Cucina Aurora: Cucina in stile in stile Rustico di Porte del Passato
Porte del Passato

Cucina Aurora

Porte del Passato

Il lavandino in pietra è perfetto per una cucina in stile rustico, è un oggetto particolare e unico, capace di arredare l'ambiente. Questo tipo di lavandino è creato per durare nel tempo, anzi con il passare degli anni migliora, poiché la pietra, come tutti i materiali naturali, invecchiando acquista fascino.

Il lavandino in ceramica bianco, dallo stile classico ed essenziale, si adatta a qualsiasi tipo di arredamento ed è perfetto sia se montato su un mobile di legno che su un supporto in muratura. La ceramica ha il vantaggio di resistere a temperature alte e basse, è igienica, facile da pulire e non assorbe gli odori.

Casa G-E: Cucina in stile in stile Moderno di QUADRASTUDIO

Il lavandino in agglomerato di quarzo, come quello in foto, ha numerose qualità fra cui: elevata durezza, resistenza meccanica e resistenza al calore. L'agglomerato di quarzo è un materiale innovativo, che unisce sabbie di silicio e quarzo a resina strutturale di poliestere. E' meno poroso del marmo, quindi risulta inattaccabile da parte dei liquidi più comunemente utilizzati, più igenico e più resistente alle macchie. La gamma di colorazioni di questo materiale risulta più ampia rispetto a quella delle pietre naturali, in quanto possono essere inseriti coloranti organici nella miscela oppure scaglie di madreperla per ottenere riflessi chiari.

Svantaggi dei differenti materiali

GIZA: Cucina in stile in stile Eclettico di maistri

Fino ad ora abbiamo elencato i vantaggi dei differenti materiale, ma per aiutarvi nella scelta ne elencheremo anche gli svantaggi:

I lavandini in acciaio inox  hanno bisogno di cura e attenzioni per non perdere la bellezza originale. L'acciaio inox si graffia facilmente ed è soggetto a macchie di calcare, va quindi pulito con prodotti specifici evitando di usare saponi o detergenti contenenti candeggina che potrebbero danneggiarlo.

I lavandini in pietra naturale, essendo porosi, rischiano di catturare e trattenere nei loro pori residui di cibo e bevande, rendendo difficile la pulizia.

I lavandini in ceramica richiedono attenzione perché potrebbero sbeccarsi in caso di urti violenti. 

I lavandini in agglomerato di quarzo sono molto costosi.

Quale rubinetto scegliere?

Cucina in stile in stile Moderno di osb reformas
osb reformas

Fregadero cocina

osb reformas

Cucina in stile in stile Eclettico di Tabary Le Lay
Tabary Le Lay

Plans de travail en inox

Tabary Le Lay

Altra scelta complicata è quella del rubinetto, da abbinare al lavandino. Dal punto di vista estetico il rubinetto deve abbinarsi alla forma e allo stile del lavandino, ma soprattutto deve essere pratico e comodo da usare. I modelli più usati sono quelli con miscelatore monocomando, che permette l'immediata miscelazione di acqua calda e fredda, a differenza dei modelli con doppia manopola. Molto usati sono anche il rubinetto a becco girevole, consigliato specialmente se si possiede un lavandino a doppia vasca, così da poter essere utilizzato indifferente in una o nell'altra e la doccetta estraibile, molto pratica per la pulizia del lavello perché consente di raggiungere i punti più lontani. Per finire, è importante posizionare alla giusta altezza la bocca di erogazione: più è alta, più è facile riempire d' acqua i grandi recipienti.

Se volete approfondire l'argomento leggete qui: 10 irresistibili rubinetti per la cucina.

Accessori per lavandini cucina

Cucina in stile in stile Moderno di FRANKE

Kipro Kitchen bettini design.: Cucina in stile in stile Industriale di bettini design
bettini design

Kipro Kitchen bettini design.

bettini design

Segno per Effeti: Cucina in stile in stile Minimalista di Vegni Design
Vegni Design

Segno per Effeti

Vegni Design

I lavandini della cucina possono essere dotati di accessori che rendono più pratiche e semplici le azioni quotidiane. Oltre a scolapasta e recipienti per spugne, gli ultimi modelli sono dotati di taglieri e cestelli incorporati nella vasca, che permettono di lavare frutta e verdura, di sminuzzarla o di affettarla, senza il bisogno di spostarsi, rendendo l'operazione più comoda.

Voi quale materiale preferite per il lavandino della cucina?
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!