6 idee per mantenere il vostro pavimento in legno bello come il primo giorno!

Margot Berrino Margot Berrino
Loading admin actions …

Avere un pavimento in legno è spesso il sogno di ogni persona: quello in legno è infatti un tipo di pavimentazione pregiata, che, grazie al calore emanato dal legno, conferisce alla casa un aspetto più accogliente e invitante, come ci dimostrano le creazioni dello studio inglese THE NATURAL WOOD FLOOR COMPANY. In molti, però, non sono a conoscenza del fatto che sui pavimenti in legno ci sono molte cose da sapere e molte cose da imparare prima di poter fare una scelta consapevole e prima di potersene prendere cura al meglio. Bisogna innanzi tutto sapersi orientare tra i tantissimi tipi di legno per pavimenti esistenti e, dopo aver scelto quello più adatto alla propria abitazione, si deve capire come prendersene cura, informandosi su quali sono lo cose da fare per mantenerlo pulito e quali invece sono gli errori da evitare assolutamente. In questo articolo vogliamo aiutarvi ad orientarvi nel mondo dei pavimenti in legno, dandovi sei consigli che vi saranno utili per prendervi cura del vostro parquet nel modo migliore possibile!

1. Conoscere il tipo di legno

Quando si parla di pavimenti in legno, si deve prima di tutto avere presente che esistono tantissime tipologie di legno diverse e, per questo motivo, anche tantissimi tipi differenti di pavimenti in legno. A seconda dell'essenza utilizzata, infatti, il pavimento cambia totalmente, sia nell'aspetto estetico sia, anche se magari inizialmente non si nota, in quello pratico. Dei pavimenti in legno differenti hanno infatti caratteristiche funzionali molto diverse tra loro: se, ad esempio, il vostro è un pavimento in abete, un essenza molto pregiata e costosa, dovete sapere che si tratta di un legno resistente, che non assorbe l'umidità, che trattiene bene il calore e che attutisce perfettamente i rumori, creando un ambiente rilassante e raffinato; se invece il vostro pavimento è in frassino, in teak o in quercia, le sue caratteristiche estetiche e meccaniche saranno sicuramente differenti. Dunque, per scegliere e poi prendersi cura di un pavimento in legno, è di fondamentale importanza sapere con che tipo di essenza si ha a che fare.

2. Cose da non fare

Tavolato in abete antico restaurato: Pareti in stile  di EMMEDUE di Ferruccio Mattiello
EMMEDUE di Ferruccio Mattiello

Tavolato in abete antico restaurato

EMMEDUE di Ferruccio Mattiello

In questa piccola guida introduttiva al mondo dei pavimenti in legno, è giusto lasciare abbondante spazio all'elenco delle cose che non si devono assolutamente fare quando si ha un parquet. Esistono infatti degli errori che possono sembrare innocui, ma che se ripetuti più volte danneggeranno irreparabilmente il vostro bellissimo pavimento in legno. Li vediamo di seguito:

1. Non create pozzanghere d'acqua. L'acqua, si sa, è nemica del legno, anche quando quest'ultimo è lavorato e verniciato. Quando pulite il vostro pavimento, quindi, cercate di limitare la quantità di acqua, utilizzando sempre uno straccio umido. Evitate quindi assolutamente di rovesciare secchiate d'acqua.

2. Non utilizzate i prodotti di pulizia direttamente sul legno, soprattutto se si tratta di prodotti chimici: il legno potrebbe assorbirli e gonfiarsi, assumendo un aspetto irregolare.

3. Non usate abrasivi o sostanze chimiche aggressive sul pavimento.

4. Non appoggiare sedie, tavoli o armadi direttamente sul pavimento, proteggete sempre i piedi dei mobili con gli appositi feltrini.

5. Attenzione agli animali. Potrà sembrare buffo ma, in particolare, fate attenzione alle unghie dei vostri animali domestici: se sono troppo lunghe, tagliategliele in modo che non lascino segni sul legno.

3. Cose giuste da fare

Rovere piallato, effetto usato:  in stile  di Old Floor Italy
Old Floor Italy

Rovere piallato, effetto usato

Old Floor Italy

Esistono pochi accorgimenti importanti che, se eviterete di fare gli errori commessi sopra, vi permetteranno di avere un pavimento in legno longevo e resistente, vediamoli insieme!

1. Verniciare o vetrificare il pavimento: cioè dare almeno due mani di vernice speciale o di vetrificatore. Questi procedimenti renderanno il vostro pavimento in legno non solo più resistente ma ne faciliteranno anche la manutenzione e lo renderanno brillante.

2. Mettete uno zerbino all'ingresso e cercate il più possibile di evitare che si cammini sul pavimento in legno con scarpe sporche, utilizzate fuori casa.

3. Mettete i feltrini adesivi sotto i piedi dei mobili, soprattutto sotto quelli delle sedie, che vengono mosse e spostate più spesso.

4. Pulite spesso il pavimento in legno con un aspirapolvere con spazzole per parquet.

4. I tipi di trattamento

In fase di finitura, il parquet può subire diversi tipi diversi di trattamenti protettivi, i quali  vanno ad incidere sulla resistenza e sull'aspetto del pavimento in legno: utilizzare un diverso trattamento sullo stesso legno, infatti, porta a avere dei parquet di colorazioni e tonalità differenti. Vediamo insieme i tre trattamenti più diffusi e utilizzati:

1. Il primo è la verniciatura, che può essere fatta una sola volta, oppure annualmente. Questo trattamento serve per proteggere il pavimento dalle sollecitazioni meccaniche e chimiche, creando una superficie protettiva elastica ad alta resistenza.

2. La finitura a olio: il legno viene impregnato con miscele di olio, resine e cere. Trattandosi di un processo naturale, questo trattamento è apprezzato perché produce pochissime emissioni e rispetta, così, l'ambiente; inoltre si nota una diminuzione netta dei segni di usura.

3. Applicazione di cere liquide o viscose. Queste ultime vengono di solito utilizzate per il primo trattamento mentre quelle liquide per la manutenzione, che va fatta con frequenza mensile per garantire la lucentezza e la protezione.  

5. La manutenzione

La manutenzione di un pavimento in legno non deve essere sottovalutata: in base al diverso tipo di legno e al diverso trattamento subito, infatti, il vostro parquet avrà bisogno di una manutenzione più o meno frequente, finalizzata a mantenerlo lucido, splendente e ben protetto. Possiamo individuare due tipi di manutenzione necessari: la prima è quella ordinaria, che consiste nel pulire quotidianamente il pavimento in legno, nel lavarlo due o tre volte a settimana e infine nel lucidarlo. La seconda tipologia di manutenzione è quella straordinaria,  la cui frequenza è legata soprattutto al tipo di trattamento usato: l'applicazione di cera, ad esempio, va eseguita ogni mese mentre l'applicazione di resine per i parquet verniciati va fatta invece a distanza di mesi o anni. 

6. I prezzi

Un altro aspetto fondamentale che si deve tenere presente quando si entra nel vasto mondo dei pavimenti in legno è quello economico. Considerando la qualità del materiale scelto, le diverse fasi di realizzazione e posa, i trattamenti da applicare e tutta la manutenzione che va poi fatta, si può intuire che i soldi necessari per prendersi cura al meglio di un parquet non sono certo pochi. Ovviamente, però, i prezzi cambiano in base alla qualità ricercata sia nella fase di scelta del legno e del trattamento da applicare, sia in quella della manutenzione. Scegliere ad esempio un parquet stratificato, in cui cioè solo l'ultimo strato di legno è pregiato, rispetto a uno tradizionale, vi farà risparmiare molti soldi senza dover rinunciare all'estetica tipica dei pavimenti in legno. 

Dopo questa panoramica generale sul mondo dei pavimenti in legno speriamo di avervi risolto qualche dubbio e avervi aiutato con dei consigli utili. Se ora vi sentite pronti per un'incursione più approfondita e specifica in questa jungla formata da pavimenti in legno, allora vi consigliamo di iniziare con la lettura di questo articolo: Le caratteristiche del parquet in rovere.

E voi? Avete un pavimento in legno? Solitamente come ve ne prendete cura? Commentate!
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!