Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Il giardino d'estate

Costanza Antoniella Costanza Antoniella
Google+
Loading admin actions …

Teoricamente mancano ancora dieci giorni all'inizio dell'estate, eppure già giriamo in canottiera, cappotti e piumini sono stati dimenticati nell'angolo più remoto dell'armadio e i litri d'acqua al giorno sono passati da mezzo a tre. Ogni bella giornata ci fa venire voglia di metterci al sole per abbronzarci e poi sfoggiare la gamba nuda senza provare vergogna nel mostrare il pallore tipico dell'inverno. 

Abbiamo deciso di scrivere questo articolo perché, secondo noi, l'estate è il momento migliore per godersi il proprio giardino, quando i fiori non hanno più polline e anche gli allergici fanno più fatica a stare in mezzo al verde. Nei momenti di relax cittadini, quando il mare è lontano, sdraiarsi sul lettino in giardino e leggere un bel libro mentre si prende il sole è proprio un ottimo modo per passare i caldi pomeriggi estivi. Oppure organizzare grigliate in compagnia degli amici o, anche fare colazione all'aria aperta in compagnia del proprio partner.

Strutturare al meglio il proprio giardino

Con qualche piccolo accorgimento renderemo il nostro giardino un piccolo paradiso estivo.

1. Vegetazione. Se c'è qualcosa che non può assolutamente mancare in un giardino è il verde (altrimenti non si chiamerebbe giardino, ma parcheggio, o cortile). Se la superficie è principalmente ricoperta di erba, d'estate conviene lasciare che cresca un po’ di più. Meglio mantenerla ad un’altezza di cinque centimetri. In tal modo il suolo sarà più morbido quando passeggiate e richiederà meno irrigazioni perché si sarà sviluppato un apparato radicale più profondo. Molto importante è quindi l'irrigazione: più si terrà conto della profondità e della spaziatura, più la nostra erba crescerà forte. Attenzione però, a non bagnare troppo il suolo! Un trucco per assicurarsi che il nostro piano di irrigazione sia giusto è quello di introdurre un bacchetto nel terreno,  se affonda facilmente vuol dire che abbiamo esagerato. 

2. L'arredamento. Il giardino si può vivere in tutte le ore della giornata, dalla mattina presto per una rilassante colazione nel verde, alla sera tardi tra un bicchiere di vino e una braciola grigliata con gli amici. Ecco perché un arredamento adeguato è importante: tavolo e sedie sono un must, ma non dimentichiamoci dei lettini per prendere il sole e, perché no, anche un'amaca. I mobili da giardino moderni si possono trovare in moltissimi materiali differenti, dalla fibra sintetica intrecciata al teak. Se sceglierete mobili in legno o ferro, ricordatevi che necessiteranno di maggiori cure rispetto ad altri materiali.

3. Le zone d'ombra. Questo può sembrare un punto poco importante, ma provate ad immaginare uno spazio verde completamente al sole: durante le ore più calde non riuscirete sicuramente a godervi il vostro giardino e durante la colazione, quando il sole comincia a scaldare, la sensazione di mangiare i cereali con il primo caldo della giornata non è sicuramente la più piacevole in assoluto. Se non disponete di un porticato, potrete abbellire il vostro giardino con gazebo, ombrelloni, oppure una semplice tenda appesa tra due alberi.

House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!