Un Appartamento Piccolissimo con Stile e Funzionalità

Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Un Appartamento Piccolissimo con Stile e Funzionalità

Germana Invigorito Germana Invigorito
VIA CEVA:  in stile  di LAB16 architettura&design,
Loading admin actions …

Per un architetto, progettare un appartamento ex novo equivale più o meno a quello che per un pittore è dipingere un quadro a partire da una tela bianca. Diverso è però se il progetto deve prendere forma a partire da una struttura interna già esistente, anche se poco funzionale e scorretta. In questo caso infatti, oltre alla creatività entrano in gioco fattori come l’ingegno e la praticità, fondamentali ormai in ogni tipo di casa moderna. Tuttavia, la creatività, l’ingegno e la praticità restano le caratteristiche principali di un appartamento soprattutto allorquando le sue dimensione non siano propriamente generose.

Il progetto

Un esempio è proprio il progetto torinese protagonista di questo libro delle idee, un appartamento di appena 35 mq sito a Via Ceva, e che necessitava dell’intervento di un esperto per acquistare maggiore stile e funzionalità. Il lavoro nasce dalla collaborazione dei due architetti Alissia Papandrea e Federica Tomatis dello studio torinese Lab16 Architettura&Design, e dei geometri Fabio Mazzone e Andrea Azzari.

Com'era

L’obiettivo era quello di valorizzare l’intero immobile affinché acquistasse funzionalità e praticità, naturalmente senza tralasciare un certo tocco di stile ed eleganza.

L’immagine ci mostra la suddivisione originaria (in giallo) dell’appartamento. L’ingresso centrale dunque, dava accesso sulla destra alla zona notte, decisamente sproporzionata rispetto al resto della casa, mentre sulla sinistra alla piccola zona giorno e al bagno stretto e lungo.

La trasformazione

Urgeva dunque una ristrutturazione tale da ristabilire un po’ di equilibrio tra le parti, rendendo il tutto più razionale e vivibile.

Il primo intervento ha quindi visto l’eliminazione della parete che dava luogo al bagno, così come quelle che delimitavano gli spazi della zona giorno e di quella notte. Lì dove prima vi era il bagno infatti, ora vi è la cucina parte di un’unica zona giorno. La parete di accesso alla zona notte è stata arretrata di qualche metro, recuperando anche qualche metro quadrato per un ripostiglio. Esattamente di fronte la porta d’ingresso, invece, proprio a cavallo del pilastro e a ridosso della parete principale, è stato posizionato il bagno.

La cucina

La creazione di una zona giorno più spaziosa ha fatto sì che l’ambiente potesse dare l’impressione di possedere una metratura maggiore e apparire dunque più arioso. La scelta di colori neutri alla base di tutto infine, non ha fatto altro che accentuare questa caratteristica, rendendo la stanza ancora più luminosa. Lo stile scelto è senza dubbio essenziale e minimalista, la soluzione più idonea per chi possiede tanto gusto e poco spazio.

La zona giorno

A fare da contrasto alle note chiare che invadono le pareti, il pavimento e la cucina, troviamo le sedie e il moderno e comodo divano che, posizionato con le spalle alla parete di fronte la cucina, dà luogo a un angolo relax di tutto rispetto. La sensazione è quella di un ambiente leggero e rilassante.

La zona notte

La camera da letto è l’emblema della delicatezza. Anche in questo caso i toni chiari prevalgono e conquistano lo spazio, in particolare il bianco talvolta lucido, che non riflette la luce in ogni angolo della stanza, ma ne camuffa le proporzioni. Deliziosi sono i dettagli in vimini del lampadario e del pouf, che regalano alla stanza una sensazione di freschezza e naturalezza.

Il bagno da un lato…

Il bagno è senza dubbio diventato più vivibile, ed è stato ottenuto recuperando lo spazio dalla camera da letto. La camera si divide in due ambienti:
Il primo, alla sinistra della porta, accoglie i sanitari.

… e dall'altro

Il secondo invece, esattamente alla destra della porta, accoglie il lavabo e il vano doccia. Gli spazi sono ridotti, eppure una buona sistemazione degli elementi, e la giusta scelta dei materiali, hanno fatto in modo che il risultato fosse da 10 e lode!

Se questo progetto vi ha interessato, non perdetevi 35 mq non convenzionali.

E voi, cosa ne pensate? Lasciate un commento e diteci la vostra.
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.,

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!