Come restaurare un mobile con il fai da te: primi step per iniziare alla grande!

Federica Di Bartolomeo Federica Di Bartolomeo
Google+
Loading admin actions …

Non è una novità, sempre più siti e riviste specializzate, ma anche programmi televisivi, propongono guide complete per diventare esperti del fai da te, specie per quanto riguarda il restauro di vecchi mobili. Si va dalle operazioni più semplici a piccoli saggi d'artigianato, avvicinandosi al professionismo vero e proprio. Prima di raggiungere questo stadio però, bisogna iniziare da alcuni step fondamentali: scopriamoli insieme e vediamo se siete davvero portati per diventare degli esperti del fai da te!

Recuperando il vecchio, proiettandosi verso il nuovo

Camera da letto in stile in stile Eclettico di homify
homify

Camera da letto restyling

homify

Le ragioni per darsi al fai da te non risiedono nel puro e semplice aderire a una moda, quanto in una presa di coscienza rispetto alla reale capacità delle nostre risorse e all'effettiva sostenibilità del nostro stile di vita. Inoltre, in un mondo in cui siamo sempre più abituati ad avere tutto già pronto, ad essere semplici consumatori, la possibilità di recuperare il rapporto creativo con le cose, rendersi finalmente artefici di qualcosa di concreto, è davvero impagabile.

Come scelgo l'oggetto da restaurare?

Cucina Vintage: Cucina in stile in stile Rustico di Porte del Passato
Porte del Passato

Cucina Vintage

Porte del Passato

Le possibilità sono illimitate certo, ma tutto dipende dall'abilità già raggiunta: un conto è rimettere a nuovo il vecchio comò della nonna al quale magari serve una semplice pulitura e riverniciatura, un altro è la credenza Luigi XIV a cui mancano importanti elementi strutturali. 

Inoltre se invece che tra i ricordi di famiglia in cantina, la nostra ricerca si concentra nei mercatini dell'usato, facciamo attenzione alle condizioni effettive in cui si presenta l'oggetto in questione e il suo rapporto qualità prezzo: un punto critico di un vecchio mobile in  legno potrebbe essere ad esempio la presenza di tarli.

Avere le idee chiare: pianifica il tuo progetto

Dopo aver scelto l'oggetto dei nostri desideri fai da te, l'ideale è redigere un piccolo schema dove mettiamo in chiaro le nostre intenzioni in termini di stile, colore, materiale. Il tavolino in legno che vogliamo per il nostro soggiorno sarebbe meglio in stile shabby o con colori più moderni? È il caso di fare delle aggiunte in vetro oppure no? 

Non dimenticatevi che nel momento in cui decidete di intraprendere un lavoro fai da te, queste sono domande a cui solo voi, con la vostra sensibilità estetica, potrete rispondere!

I materiali per il lavoro

Dopo aver definito il nostro progetto, arriva una delle parti più importanti: procurarsi i ferri del mestiere! L'argomento potrebbe essere davvero infinito, quindi ci limiteremo ad elencare i materiali base pensati per il restauro di un mobile in legno in condizioni accettabili, giusto per avere un'idea del piccolo investimento iniziale che vale davvero la pena di intraprendere.

Prima di tutto se c'è una cosa che non dovrà mai mancare nella vostra cassetta degli attrezzi questa è la carta vetrata fine ( 120) : questo semplice elemento permette di rimuovere la vecchia vernice dal mobile senza danneggiarlo. 

Ci sono poi i prodotti per ripristinare le parti mancanti del legno, colmare crepe e vuoti: si dividono in epossidici e legnoplastici. Per danni minori però, ci sono anche altri prodotti molto più semplici da utilizzare come lacche e  pastelli, utili per fori di piccola entità come per esempio quelli provocati dai parassiti del legno.

Per la finitura, cera o gommalacca saranno infine irrinunciabili, anche per dare quel tocco in più che fa davvero la pregevolezza di un mobile restaurato.

Restaurare un mobile in legno, cose da fare : encausto e trementina

Soggiorno in stile in stile Eclettico di homify
homify

Ghiacciaia vintage restyling

homify

Nella giungla di informazioni in cui ci s'imbatte navigando in rete districarsi può essere davvero un'impresa..ecco allora le cose sicuramente buone da fare nel caso decidiate di restaurare un mobile in legno:

- L'encausto

Questo trattamento è uno dei più sicuri ma anche quello che dà più soddisfazioni in termini estetici, a base di cera d'api e di carnauba, in grado di dare lucentezza e protezione al legno.

-  Acqua calda e trementina

In caso di macchie sulla superficie in legno, come ad esempio provocate da liquidi zuccherini, questi due semplici elementi costituiscono tutto quello che vi serve per ripristinare il danno.

..e da Non fare! Bicarbonato e soda caustica

Bagno in stile in stile Eclettico di homify
homify

Lavandino realizzato con mobile bar

homify

Ecco invece le cose da non fare assolutamente:

- Uso eccessivo del bicarbonato

Il bicarbonato può essere molto utile per sbiancare una verniciatura chiara o dare un effetto anticato, ma è da evitare su legno scuro.

-La soda caustica

Sebbene sia uno dei metodi più utilizzati per la sverniciatura, la soda caustica è aggressiva. L'alternativa giusta? Sicuramente la pistola termica.

Resturare con i tessuti

Un capitolo a parte merita il restauro con i tessuti. Si tratta di un piccolo mondo a parte, dove è bene avvicinarsi quando si è già raggiunto un buon grado di esperienza. I risultati come vediamo dalla foto però, possono  essere davvero fantastici. Il vecchio divano anni '70 rimesso a nuovo dalla nostra esperta  è stato rifoderato con lino grezzo e inserti in tessuto caleydo in crema, nocciola e azzurro… vi piacerebbe fare qualcosa di simile con le vostre mani? Seguiteci nel prossimo articolo dedicato al restauro con i tessuti fai da te!

Ve la cavate con il fai da te? Lasciate un commento!
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!