Case in stile in stile Minimalista di FPA - filipe pina arquitectura

La perfezione di una casa che nasce dal passato

Germana Invigorito Germana Invigorito
Google+
Loading admin actions …

Filipe Pina e Maria Inês Costa sono due giovani architetti, nonché i responsabili dell’interessante progetto che vi presentiamo oggi, coloro i quali hanno continuato il lavoro sviluppato dalle generazioni precedenti. E così che nasce la casa Ja, un’abitazione caratterizza dalla sua facciata particolare, quasi con una doppia identità, derivante dalla necessità di mettere in relazione le rovine di una casa rurale con nuovi spazi in un linguaggio decisamente contemporaneo. Per quanto il primo impatto vi lascerà straniti, siamo sicuri che alla fine ve ne innamorerete.. signori, ecco a voi la casa Ja.

Il contesto

La maggior parte delle costruzioni che si trovano nella zona che circonda il lotto disponibile per il lavoro non sono altro che la conseguenza di successive implementazioni informali nel corso degli anni. A partire da questo disegno urbano frammentato e dalla presenza di elementi storici in atto, gli architetti hanno deciso di affrontare la sfida con il tentativo di coniugare le due anime, quella rurale e quella urbana, in un unico progetto.

Il concetto

A causa di esigenze programmatiche, gli architetti hanno deciso di occupare quasi tutto il terreno disponibile in un progetto che consiste in due azioni fondamentali: il primo, cerca di separare il vecchio volume da quello nuovo in calcestruzzo, anche se poi saranno collegati interno; il secondo, invece, si basa sulla creazione di un cortile interno, nonché il vero cuore della casa.

Il collegamento

L'area destinata a fare da collegamento tra i due volumi principali è stata rivestita in vetro nella facciata principale, in questo modo è possibile stabilire delle relazioni, anche visive, tra i vari spazi della casa, garantendo anche un contatto permanente tra la casa stessa e la città.

Una struttura funzionale

La distribuzione delle stanze è stata divisa in due piani: al piano terra si trovano le aree comuni della casa, il soggiorno, la cucina e il garage, mentre al piano superiore sono state disposte le aree più private. La camera padronale, nello specifico, è stata collocata nel volume più antico, un luogo privilegiato per il trascorso storico che vanta.

L'illuminazione

In fase di progettazione si è deciso di adottare un linguaggio comune ad entrambi i volumi, e di ricreare nel cemento e nella pietra le stesse aperture. Mentre all'estero il disegno delle finestre è molto controllato, all'interno lo spazio si apre con coraggio sul nuovo cortile, uno spazio appositamente progettato per rendere la casa più luminosa e ariosa.

Le scale

All’interno del piccolo volume di collegamento tra le due costruzioni, troviamo l’area dedicata alle scale, un elemento che può essere visto dall’esterno e che rappresenta senza dubbio uno dei simboli di questo lavoro. Si tratta di un progetto ben dettagliato, la cui presenza va ben oltre la pura funzionalità. Sembra piuttosto, una vera e propria scultura a misura d'uomo esposta, come le migliori opere d’arte, al centro della casa.

Gli interni

Gli interni sono molto sobri ed eleganti, e rimangono fedeli nello stile ai materiali esposti sulle facciate principali. Le pareti antiche sono rimaste in pietra, mentre le nuove pareti in cemento sono state dipinte di bianco. Infine, vi sono alcuni dettagli in acciaio, mentre i pavimenti e le porte di quercia forniscono maggiore comfort allo spazio.

La cucina

La cucina è particolarmente curata dal punto di vista dell’illuminazione. Al di là della finestra sul cortile della casa, questa stanza è stata colorata con toni di bianco e grigio al fine di moltiplicare la sensazione di luminosità. Ricorre l’utilizzo di un’illuminazione verticale piuttosto uniforme che crea un atmosfera diffusa molto elegante.

Pura originalità

Nonostante la sobrietà del design architettonico e dei materiali scelti, il progetto si distingue dal tessuto urbano circostante per l'originalità con cui sono stati risolti i vari problemi. Infatti, è uno dei progetti più impegnativi dal quale emergono i risultati più interessanti.

Se il legame tra antico e moderno vi affascina, non perdetevi Ieri, oggi e domani: l’incanto di un piccolo attico.

Cosa ne pensate dell'incontro tra modernità e tradizione presentato in questo libro delle idee? Lasciate un commento.
House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!