Per i pavimenti, meglio la pietra naturale o la ceramica?

Federica Di Bartolomeo Federica Di Bartolomeo
Google+
Loading admin actions …

C'è qualcosa di perennemente elegante e senza tempo nei pavimenti in pietra naturale. Forse il fatto che siano riusciti a superare secoli e secoli, fino ad arrivare nell'era moderna come una delle scelte più popolari per la pavimentazione. Chi ne ha esperienza diretta sa che si tratta di una grande soluzione in termini di durevolezza e manutenzione , visto che sono molto più facili da pulire rispetto ad altre superfici come pavimenti in legno e moquette. 

Queste qualità vengono però ben riassunte anche dai pavimenti in ceramica, che almeno per quanto riguarda gli interni, garantiscono all'incirca le stesse prestazioni. Come fare dunque a scegliere tra i due tipi di rivestimenti? Il nostro articolo di oggi vuole proprio cercare di guidarvi in questa difficile decisione, analizzando sia gli aspetti economici e tecnici che quelli più legati allo stile.

I perché della ceramica

Iniziamo la nostra piccola guida ai rivestimenti per i pavimenti di oggi con uno dei materiali più legati alla tradizione italiana, la ceramica.  Argille, sabbie quarzifere, sostanze vetrose e altri minerali: queste le materie prime , che, impastate con acqua e cotte ad alta temperatura, creano un prodotto di eleganza e fascino tutti naturali.

La giusta cura durante la messa in posa, oltre a una pulizia regolare, garantiscono una grande durata dei pavimenti in ceramica, che a parità di costo risultano molto convenienti rispetto a molti altri materiali, non solo in termini di installazione ma anche di manutenzione e di eventuali riparazioni o sostituzioni.

La resa estetica

In più, la resa estetica della ceramica può raggiungere risultati davvero sorprendenti, come lo stupendo pavimento che vediamo nella foto. Che ci crediate o no, quello che vediamo non è un parquet in legno, ma un elegante rivestimento in ceramica, studiato in modo da riprodurre alla perfezione gli effetti del legno di larice anticato.

La diversificazione

Da sempre la ceramica è stata particolarmente apprezzata per la grande varietà di decorazioni possibili sulla sua superficie. Se volete mantenervi sul semplice in fatto di arredo e accessori, non c'è niente di meglio di un pavimento lavorato come questo per rendere più  interessanti le vostre stanze!

Prima di comprare un pavimento in pietra

Se invece vi siete decisi ad adottare un rivestimento in pietra naturale in una o più zone della casa, ci sono alcuni fattori importanti da considerare prima di scegliere il tipo di pavimentazione che pensate si adatti di più alle vostre esigenze. Tra i più importanti possiamo elencare:

- Pori sulla superficie: la quantità di pori presenti nel particolare tipo di pietra naturale denota le sue proprietà antimacchia. 

Soprattutto nelle zone che vengono utilizzate di più quotidianamente,  come bagno e cucina, sarà meglio scegliere pietre meno porose, che tendano ad assorbire meno. Pietre come ardesia e granito si riveleranno allora perfette in questo caso, anche perché sono una scelta di gran lunga migliore per le zone che sono più frequentemente calpestate. 

Formato e spesa

- Formato: Se siete sicuri di installare delle piastrelle di pietra naturale, considerate le dimensioni e il colore di ogni piastrella. Se la stanza è piccola, pensare di utilizzare piastrelle di grandi dimensioni e di colori più chiari, che diano l'illusione di uno spazio aggiuntivo. In questo progetto ad esempio si è alternato il legno della cucina ad una superficie in pietra continua, in modo da far sembrare l'attigua zona living più ampia.

- Spesa: alcuni tipi di pietra richiedono più manutenzione di altri, e sono decisamente più costosi. Se ad esempio il marmo non rientra nel vostro budget, perché non pensare al travertino o altri tipi di roccia meno costosi? Le qualità fisiche sono più o meno le stesse e con l'arredo giusto daranno risultati estetici di sicuro effetto, specialmente in zone di rappresentanza come l'ingresso o il salotto.

Marmo

Se però non volete proprio rinunciare al marmo, dovete sapere che le possibilità sono davvero molte. In questo progetto ad esempio, uno studio, trasformato in un giardino d'inverno, viene ancora più valorizzato dal particolare rivestimento della pavimentazione.

Si tratta di marmo Rain Forest Brown, posato a macchia in lastre di grandi dimensioni e lavorato con un particolare tipo di sabbiatura che fa emergere, come tante radici, le venature del marmo. L'effetto è a dir poco splendido, e, insieme alla fitta vegetazione che vediamo attraverso le vetrate, dà la sensazione di trovarsi nel cuore di una vera foresta.

Pietra di Trani

Tornando però alle alternative al marmo, la pietra di Trani offre caratteristiche uniche per consistenza e quantità di colori disponibili. Inoltre possiede una grande resistenza all'usura che la rende perfetta per pavimenti sia interni che esterni.  Qui ad esempio la vediamo magnificamente impiegata per un soggiorno e le relative zone di passaggio,  intarsiato con linee curve in pietra ambrata. Ne risulta un'immagine complessiva di grande eleganza e ricercatezza, un delicato, morbido movimento che accompagna i nostri passi, in perfetta sintonia con le architetture sinuose dei soffitti.

La basola in pietra lavica

Negli ultimi anni stiamo assistendo a un grande ritorno dell'impiego della pietra lavica per gli interni domestici. Le ragioni in termini di fascino, costo e resistenza sono più che sensate, rendendo questo materiale tra le prime scelte quando si tratta di rivestire interni rustici. Qui abbiamo un esempio di basalto proveniente dall ’Etna, uno dei pochi esempi ancora lavorati in maniera completamente artigianale, secondo insegnamenti tramandati da padre in figlio.

La possibilità più moderna

Rivestimenti a parete e pavimento: Pareti & Pavimenti in stile  di Ranieri Pietra Lavica
Ranieri Pietra Lavica

Rivestimenti a parete e pavimento

Ranieri Pietra Lavica

Se però l'effetto al naturale non vi convince, esiste la possibilità di smaltare questo particolare materiale. Nella foto,  possiamo osservare l'opposizione tra rivestimento lasciato al naturale, per il muro, e rivestimento in pietra lavica smaltato e colorato.

Resa estetica

Pavimenti in pietra lavica smaltata: Pareti & Pavimenti in stile  di Ranieri Pietra Lavica
Ranieri Pietra Lavica

Pavimenti in pietra lavica smaltata

Ranieri Pietra Lavica

Posizionata in listoni, con movimento a spina di pesce, la resa estetica di questo materiale non ha davvero nulla da invidiare ai più moderni rivestimenti per pavimenti, rendendolo perfetto anche per interni dal taglio contemporaneo. 

Con questo ultimo materiale abbiamo concluso la nostra piccola guida ai rivestimenti in pietra naturale e ceramica. Se però volete dare un'occhio ad un altro materiale molto interessante per gli interni di casa, leggete anche

-I pavimenti in cemento

Buona ispirazione!

House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Richiedi tuo preventivo gratis

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!