Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

La sala da pranzo: tavoli per tutti i gusti

Costanza Antoniella Costanza Antoniella
Google+
Loading admin actions …

Nel corso del tempo la cucina si è evoluta, le pietanze sono diventate sempre più complesse, come il loro modo di essere servite a tavola. Italianità è sinonimo di buon gusto, specialmente ai fornelli. Immaginiamo ora, che il nostro filetto alla rossini  presentato in tutta la sua maestosità, venisse appoggiato su un tavolo di plastica stile festa di paese, probabilmente il gusto rimarrebbe lo stesso, ma potrebbe esserci una piccola delusione nel far danzare le papille gustative in un ambiente poco consono a cotanta bontà.

Il piano d'appoggio è importante quanto la presentazione del piatto, al ristorante come a casa la tavola assume un ruolo fondamentale, ma bisogna sceglierla con accuratezza perché non deve occupare troppo spazio nella percezione visiva dell'ambiente e non deve nemmeno essere la protagonista assoluta della sala da pranzo

Il vetro e la struttura

Sala da pranzo in stile  di homify
homify

WANIA – Tavolo contemporaneo (piano in vetro)

homify

L' anzienda spagnola che propone le creazioni di Gonzalo De Salas suggerisce un tavolo dal pianale in vetro e dalla struttura d'appoggio molto particolare. La base è creata da due segmenti ad L che formano una croce posta in obliquo e che si uniscono alla metà delle altre due gambe del tavolo. Più che una struttura si direbbe una scultura realizzabile in due diversi materiali: acciaio inox o ferro satinato. Le forme semplici e particolari di questa tavola fanno si che essa possa essere postia sia in sala da pranzo che in soggiorno. Il pianale in vetro, essendo trasparente non rende il mobile pesante, nonostante le dimensioni non siano propriamente ridotte.

Un tuffo nel passato

Gli amanti del vintage riconosceranno subito i tratti anni '70 di questa tavola, è così che l'architetto Cristian Sporzon ne rivisita il concetto di classico. Il design originale e attento si rivolge ad un pubblico di nicchia capace di coglierne le sottigliezze e capire il lavoro che si è svolto dietro a questo progetto così particolare e dalla forma del tutto innovativa: gli angoli smussati e la mancanza di gambe saltano immediatamente all'occhio, forme particolari che però non tolgono nulla alla funzionalità di questo oggetto.

Il classico che piace

Semplice e funzionale, il tavolo dal pianale in marmo è un evergreen, perfetto in cucina come in sala da pranzo, supera sempre la prova ospiti. Il tedesco Michael Mischke ci propone la sua versione. La superficie di marmo grezzo e dal taglio non particolarmente netto, fa pendant con la scelta di dare alle gambe nere del tavolo un effetto delavè. Essenziale e dalle geometrie armoniose tutta la struttura è unita: le gambe creano un quadrato e si distinguono dal piano d'appoggio solo per lo stacco cromatico.

Il legno abbraccia il ferro

Quando legno e ferro vengono accostati si può stare certi che il risultato sarà strepitoso. Utilizzando i due materiali più comuni si può realizzare un oggetto di alto design dalle forme essenziali, ma di grande impatto visivo. Direttamente da Londra, Jonathan Stewart della Wharfside Furniture crea un tavolo dal taglio classico. Il pianale è in legno levigato e trattato, le gambe, invece, sono in ferro.  Grigio scuro e marrone sono colori neutri che si abbinano perfettamente a tutti gli ambienti casalinghi.

House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!