Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Progettare casa: quello che fareste bene a ricordare prima di iniziare

Giuseppe Solinas – homify Giuseppe Solinas – homify
Loading admin actions …

Costruire una nuova casa, o scegliere di comprarne una che deve essere ristrutturata, è uno dei passi più importanti della vita di chiunque. Perché significa tante cose. Scegliere il posto in cui passare la propria vita, o quantomeno una buona porzione di essa. Negli ambienti della casa scelta si vivranno tanti momenti importanti, felici o dolorosi, nasceranno e cresceranno bambini, si festeggeranno matrimoni, successi lavorativi, compleanni. La scelta della casa non può quindi limitarsi a trovare quattro mura con porte e finestre, diventa il nostro luogo di elezione, dove sentirci a nostro agio, da soli o in compagnia. Un luogo di protezione e comodità, di calore e intimità. E quindi si tratta sempre di una scelta meditata e a volte difficile, che comporta una serie non solo di decisioni ma anche di compromessi, necessari perché la realtà incombe sempre e non si può non tenerne conto. E per questo homify ha raccolto il questo Libro delle Idee alcune delle cose che è necessario conoscere nel momento in cui si intraprende il cammino che porterà all'acquisto della casa. E se progettare significa ’proiettare in avanti, programmare quello che si ha intenzione di fare’, quando parliamo di casa, della propria casa, il progetto parte dalla conoscenza delle regole e delle pratiche burocratiche che andranno seguite e rispettate. Dall'avere un'idea su quali siano i materiali migliori e più convenienti. Dal sapere come il design possa essere utile, e cioè permettere di trovare i migliori compromessi tra ciò che ci piace e ciò che funziona, tra stile e funzionalità. homify ha deciso di darvi una mano a orientarvi nella costellazione di scelte e decisioni che è necessario prendere, accendendo qualche stella che possa fare da riferimento.

In viaggio verso la vostra nuova casa

vista fronte principale: Case in stile  di Dunamis srl
Dunamis srl

vista fronte principale

Dunamis srl

Magari la immaginate così, la vostra casa, o forse del tutto diversa. Sicuramente se state pensando di costruire la vostra casa, siete ancora lontani dal risultato. Se intanto state cercando di capire cosa potete fare per portarvi avanti con il lavoro e risparmiare tempo, allora di seguito vi forniremo alcune indicazioni. Sappiate che quasi sicuramente sarà necessario rivolgersi a dei professionisti abilitati e che sappiano dove mettere le mani. Ma è sempre utile sapere a cosa si va incontro. 

Documenti per il terreno? Serve tempo, iniziate presto

PRIVATE HOME IN PERUGIA - 2015|+297.00 : Case in stile  di Cacciamani Diego Architetto
Cacciamani Diego Architetto

PRIVATE HOME IN PERUGIA – 2015|+297.00

Cacciamani Diego Architetto

Allora partiamo dal terreno. Dovrete preparare per il vostro comune i documenti relativi all'acquisto del terreno o dell'immobile. Seguiranno quelli relativi all'inizio dei lavori, una procedura articolata che richiede un certo tempo e quindi è bene che vi organizziate per tempo. Infatti servirà una verifica della situazione urbanistica e/o catastale da parte di un tecnico, che richiederà un minimo di 10 giorni. Se servisse una eventuale rettifica catastale e/o urbanistica, necessaria perché la stipula sia corretta, serviranno almeno altri 30–40 giorni. Per richiedere e ottenere la certificazione di destinazione urbanistica, nel caso dei terreni, serviranno almeno 15 giorni. E infine (per ora) conferire l'incarico e consegnare la documentazione necessaria al notaio per il rogito e lo svolgimento delle relative pratiche, altri 15 giorni. Per la stipula finale del contratto, nel caso stiate comprando un immobile, potrebbe bastare un giorno.

Il permesso di costruire: cosa sapere

PRIVATE HOME IN PERUGIA - 2012|+312.50: Case in stile  di Cacciamani Diego Architetto
Cacciamani Diego Architetto

PRIVATE HOME IN PERUGIA – 2012|+312.50

Cacciamani Diego Architetto

A richiederlo deve essere un professionista abilitato, quindi un architetto, un ingegnere o anche un geometra, che deve verificare la fattibilità dell’intervento e preparare i documenti per il Comune. Che possono variare ma che in genere riguardano l’attestazione concernente il titolo di legittimazione, i progetti e una dichiarazione di conformità ai regolamenti edilizi, alle normative antisismiche, di sicurezza antincendio, norme igienico-sanitarie e le prestazioni energetiche. Entro 60 giorni dalla presentazione della domanda, deve partire l’istruttoria di verifica da parte dell'ufficio comunale preposto, per arrivare a una proposta sul provvedimento finale. Entro 30 giorni da questa, il Comune deve adottare il provvedimento finale e quindi rilasciare il Permesso di costruire.

E se invece dovete ristrutturare…

Ma se invece l'immobile che avete acquistato, deve essere ristrutturato? Allora le procedure sono diverse. Intanto è necessario individuare la cosiddetta “classe” a cui le opere che dovete realizzare appartengono e pr questo bisogna fare riferimento al cosiddetto Testo unico dell’edilizia (D.P.R. 6/6/2001 n. 380) che al Titolo 1 art. 3, contiene le definizioni degli interventi, e distingue tra manutenzione ordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, e nuova costruzione. Una volta classificato il tipo di intervento, il percorso che la tua ristrutturazione richiede verrà indicato dal Comune.

… la DIA, l'alternativa al permesso di costruire

PRIVATE HOME IN PERUGIA - 2012|+315.50: Case in stile  di Cacciamani Diego Architetto
Cacciamani Diego Architetto

PRIVATE HOME IN PERUGIA – 2012|+315.50

Cacciamani Diego Architetto

La DIA è la Denuncia di inizio attività, salvo eccezioni, è alternativa al Permesso di costruire. La Dia segue il meccanismo del silenzio-assenso: una volta che comunicate alla Pubblica amministrazione l’intenzione di avviare i lavori, di solito passati 30 giorni ( questo dipende dalle Regioni), potete iniziare. Quindi, almeno 30 giorni prima dell’inizio dei lavori, dovete consegnare questa “denuncia”, accompagnata dai progetti e da una dettagliata relazione firmata da un progettista abilitato. Se lo spazio che dovete ristrutturare è soggetto a dei vincoli, occorre preventivamente avere l'autorizzazione dall’Ente di tutela del vincolo. Alla fine dei lavori, il progettista rilascia un certificato di collaudo finale, anch'esso da presentare contestualmente alla ricevuta dell’avvenuta presentazione della variazione catastale. Entro 15 giorni dall’ultimazione dei lavori poi, occorre presentare allo sportello unico la domanda di rilascio del certificato di agibilità. ricordate che la Dia non è un’autorizzazione, quanto un’auto-dichiarazione di chi deve eseguire i lavori, e quindi vostra è la responsabilità che tutto sia in regola.

Non dimenticate luce e gas: allacciamenti e volture

planimetria del piano terra (progetto):  in stile  di studio radicediuno
studio radicediuno

planimetria del piano terra (progetto)

studio radicediuno

Un passaggio semplice, ma da non sottovalutare e sbrigare il prima possibile per evitare fastidiosi problemi durante i lavori, è quello di occuparsi di allacciamenti o volture delle utenze della casa. Vediamo i casi più comuni.

Se dovete iniziare un nuovo contratto, siete completamente liberi di scegliere tra i vari fornitori, e dovrete quindi affrontare i costi di allacciamento. Il semplice consiglio è quello di valutarli nell'ottica del servizio complessivo. il costo di attivazione può essere anche un po' più alto, l'importante è che il servizio erogato sia efficiente ed economico nel lungo periodo.

Se invece state subentrando, ma il precedente intestatario, lasciando la casa ha disdetto le utenze e i contatori sono stati disattivati, la soluzione più semplice è sempre chiedere la riattivazione ai fornitori precedenti: una volta riattivati i contatori e il servizio, potrete valutare soluzioni alternative.

Se rilevate la casa con le forniture in corso, allora sarà bene effettuare le cosiddette volute il prima possibile così potrete mantenere semplicemente il servizio in funzione e intestarlo a voi.

Patti chiari, amicizia lunga

Pianta di Progetto:  in stile  di Studio Proarch
Studio Proarch

Pianta di Progetto

Studio Proarch

È importante stabilire subito un budget di spesa e, nel caso, comunicarlo al progettista in modo che le proposte di progetto tengano conto di questo aspetto fondamentale. E dovete considerare che, in caso vi affidiate a un professionista abilitato, dovrete pagarlo e che questo dovrà sottoporvi un preventivo dettagliato dei costi del suo lavoro, indicando il grado di complessità delle sue prestazioni e aggiungere la polizza di responsabilità civile, che è obbligatoria. Il progetto deve essere definito nei minimi dettagli, in modo da non lasciare margini di discrezionalità durante l'esecuzione dei lavori: eventuali modifiche eseguite in sede di cantiere comportano sempre delle ripercussioni sull’intero progetto, con il concreto rischio di un incremento dei costi e di risultati che alla fine non corrispondano alle aspettative iniziali. Valutate sempre anche il grado di affidabilità di chi esegue i lavori in termini di sicurezza dei cantieri: la legge impone che la responsabilità ricada sul committente.

Non resta che partire verso la vostra nuova casa

Le autorizzazioni e i documenti sono pronti? Avete un piano dettagliato? E allora non resta che partire con i lavori, per il viaggio che vi porterà alla vostra nuova casa.

Siete interessati all'argomento? Scoprite anche:Suggerimenti per l’acquisto di una casa da ristrutturare.E ora tocca a voi. Fateci sapere cosa ne p...
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!