The Mood:  in stile  di Dim-ora

Come Riscaldare la propria Casa in maniera Pratica e Funzionale

Costanza Antoniella Costanza Antoniella
Google+

Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Loading admin actions …

Se qualche giorno fa vi abbiamo parlato di camini, caminetti e stufe per abbellire e riscaldare i vostri ambienti, oggi vogliamo trattare l'argomento in maniera più ampia, parlandovi di come riscaldare casa da un punto di vista tecnico. Il riscaldamento della propria abitazione, infatti, deve avere due caratteristiche molto importanti: in primo luogo deve aiutarvi a minimizzare i consumi e, secondo, deve saperlo fare con stile. Ovviamente questi due fattori presuppongono l'avere certe conoscenze tecniche che spesso, non essendo noi esperti del campo, ci mancano. Noi di homify però ci siamo documentati al posto vostro e abbiamo raccolto le informazioni necessarie che possono aiutarvi a realizzare un perfetto impianto per riscaldare la vostra casa. Abbiamo scelto cinque fotografie rappresentative che, magari, vi aiuteranno anche a prendere spunto nella scelta della stufa o del camino adatto alla vostra dimora.

1. Quale possiamo ritenere essere il sistema di riscaldamento migliore?

Piano Move Collection:  in stile  di Ridea

Il modo migliore per riscaldare casa è usare una pompa di calore, il cui tipo varierà a seconda di dove si trova la nostra casa. Ad esempio, se abitiamo in montagna o in una regione fredda sceglieremo quella geotermica, mentre nelle zone più miti del nostro Paese potremo optare per quella ad aria-acqua. Oltre a donare caldo alla casa nei mesi invernali, la pompa di calore ha la capacità di rinfrescare gli ambienti durante la stagione calda. Se però l'idea della pompa di calore non vi convince a pieno, il nostro consiglio è quello di optare per una caldaia a condensazione, che ha la caratteristica di inquinare (e consumare) meno di quelle classiche. 

2. Come scelgo il mio termosifone?

Piano Plain Collection:  in stile  di Ridea

Il termosifone o radiatore che dir si voglia, è forse il metodo più comune per riscaldare casa. Vista però la vastissima quantità di elementi venduti, bisogna sempre saper scegliere quello che si adatta maggiormente all'impianto scelto. Se abbiamo optato per il sistema a pompa di calore, ad esempio, i termosifoni avranno sempre una temperatura bassa e quindi dovranno essere più grandi del normale; questo vale anche per chi ha scelto un impianto con caldaia a condensazione. Quello che vedete nella fotografia è proprio l'esempio che fa al caso nostro: più alto di quelli tradizionali, questo non è provvisto anche di valvole termostatiche che nel nostro caso serviranno, assicuratevi quindi che ci siano sempre questi regolatori sul vostro radiatore.

Pompa di calore vs Caldaia

Per quello che riguarda i prezzi, la caldaia ha un costo più contenuto rispetto alla pompa di calore, ma il prezzo di quest'ultima viene recuperato nel lungo periodo grazie ai suoi bassissimi consumi che vi faranno risparmiare sulle bollette. Questo sarà il modo più efficiente per riscaldare al meglio la vostra casa, stando anche attenti al portafoglio.

3. Camini, stufe e caminetti: sì o no?

Stufe a pellet Skia Design: Soggiorno in stile  di MaisonFire

Per riscaldare gli ambienti della casa, ma anche per creare un'atmosfera di calore, camini e stufe sono l'ideale. Essi sono anche alleati preziosi, soprattutto se all'esterno le temperature sono molto rigide e il caldo prodotto dai nostri termosifoni non ci sembra sufficiente. I migliori che potete trovare sul mercato sono i termocamini a camera chiusa, ovvero quelli provvisti di sportello in vetro termico, oppure le stufe-caminetto come quella che vedete nella fotografia. Oltre al fattore estetico, i termocamini hanno anche un risvolto pratico: se la vostra abitazione non è di dimensioni esagerate potrete alimentarne i radiatori, oppure riscaldare gli ambienti grazie ai flussi di aria calda.

4. Il modo nel quale è stata costruita la mia casa influisce sul riscaldamento globale della stessa?

Riscaldare una casa costruita in maniera da trattenere il calore d'inverno ed essere fresca d'estate, incide moltissimo sulla bolletta che ci arriverà alla fine del mese. Isolare i muri, ridurre al minimo le infiltrazioni e la dispersione del calore è il primo passo per avere un involucro che non necessita di un grande impianto, ma che si riscalda benissimo con uno più piccolo e quindi anche meno costoso. Questo significa, oltre che spendere poco nella creazione del vostro sistema di riscaldamento, anche un grande risparmio energetico e quindi un modo per inquinare meno, spendendo la metà.

Con la domanda numero quattro si conclude il nostro articolo riguardante il come riuscire a riscaldare la propria casa in maniera pratica e funzionale, riducendo al minimo i consumi e la spesa. Se volete continuare a documentarvi sull'argomento ecco qui due link succulenti:

Camini, caminetti e stufe: il calore casalingo

Stufe a pellet o a legna?

House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!