Bioedilizia e architettura sostenibile: l’albergo ecologico Starhotels Echo

Eugenio C. – homify Eugenio C. – homify
Google+
Loading admin actions …

La bioedilizia è oramai più che un tema centrale nel mondo dell’architettura contemporanea, è una sfida che non si rinvia più ad un futuro non precisato, ma che si affronta oggi. La bioarchitettura o architettura sostenibile è una prerogativa delle costruzioni private di ultima generazione, ma anche di progetti legati al settore commerciale e alberghiero. Proprio in relazione a ciò, oggi homify ha l’onore di presentarvi un progetto di bioedilizia sorprendente: Starhotels Echo, il primo albergo ecologico al centro di Milano.

Il concept

Il progetto è partito dalla presupposto che un design ricercato possa andare di pari passo con la consapevolezza e il rispetto ambientale, un concetto fondamentale per la bioedilizia stessa.

I numeri

Il design di Echo è quindi stato indirizzato verso un’architettura sostenibile a partire dall'energia elettrica per l’illuminazione degli spazi condivisi, fornita da 125 mq di pannelli solari. In questo modo non solo si riducono i consumi, ma di conseguenza anche le emissioni di anidride carbonica, calcolate intorno alle 11 tonnellate l’anno.

L'alta efficienza delle caldaie a condensazione ha poi consentito di abbattere le emissioni di CO2 per altre 75 tonnellate l'anno. L’acqua, invece, si avvantaggia di un sistema di recupero che ne riduce il consumo del 20% circa.

Lo stile

Come noterete in tutto il progetto, l'interior design ad opera di Andrea Auletta ha poi contribuito a creare un'atmosfera visivamente pura e naturale. È proprio il tema della natura che prosegue per tutti gli spazi condivisi e nelle stanze. I materiali utilizzati sono eco-compatibili e riciclati: dai tavoli in legno di cedro, al vetro ad alta efficienza energetica. Così facendo, questo progetto di bioarchitettura mostra la massima accoglienza, per un'esperienza completamente immersa in un'onda verde.

L’hotel

Starhotels Echo dispone di ben 143 camere, incluse 8 junior suite e 6 suite anch’esse eco-friendly, e 5 sale riunioni ad alta tecnologia con una capacità totale di 240 posti. Entriamo in una delle piccole suite per apprezzarne lo stile e la qualità degli arredi. Il comodo letto ha come testiera una grande parete specchiata, mentre ai lati troviamo due comodini minimali illuminati da grandi lampade a sospensione.

Il bagno

Il bagno, invece, riprende il tema naturale, regalandoci un’atmosfera quasi tropicale: ecco quindi i rivestimenti in legno primeggiare, alternandosi alla ceramica bianca e alle pareti nero ardesia; le piante, le candele e l’illuminazione calda sono invece l'aspetto più emozionale dell'interior design. 

Spazi sostenibili

Il progetto di bioedilizia riguarda da vicino anche gli impianti d’illuminazione dell'hotel e non solo da un punto di vista del risparmio energetico: la luce, infatti, segue i ritmi naturali del sole. I sistemi di climatizzazione sono invece automatizzati, in modo da fornire una temperatura costante, senza sprechi di energia.

Il terrazzo

Starhotels Echo dispone anche di una grande terrazza che si affaccia su un giardino centrale e su una cappella rinascimentale ideata dall'architetto della Basilica di San Pietro, Donato Bramante. Con questa immagine suggestiva si conclude il nostro giro all'interno di un’opera di bioedilizia davvero notevole.

Se questo argomento è di vostro interesse, scoprite anche:

- homify 360°: da antica masseria a villa ecologica passiva

- homify 360°: una casa rustica ed ecologica

House 1: Camera da letto in stile In stile Country di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!