Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Prima e Dopo: da deposito in rovina a casa singola, con arredo fai da te!

Federica Di Bartolomeo Federica Di Bartolomeo
Google+
Loading admin actions …

Nella nostra rubrica Prima e Dopo, oggi vi mostreremo come il lavoro e la passione possano rendere davvero tutto possibile, perfino trasformare un vecchio deposito polveroso in un'accogliente casa singola. 

Come una fenice che rinasce dalle sue ceneri, l'idea di per sé di una tale trasformazione già basterebbe a rendere degno di nota il nostro progetto, ma a noi di homify, come sapete, piace stupirvi ogni volta un po' di più. Ecco perché vi diciamo che non basta, questa casa singola ha qualcosa in più che la distingue dalle altre, oltre alla sua storia di metamorfosi. Ci riferiamo al suo arredo su misura, completamente realizzato fai da te. Ma com'è stato possibile?

Prima

Partiamo però con ordine. Ci  troviamo nel cuore di un parco, a Belluno, nel complesso immobiliare di una villa sottoposta a vincolo monumentale. Quello che ci interessa, però, non è l'edificio della villa, ma il suo deposito, nella cantina del quale, al piano terra, una volta si produceva vino.

Molti anni fa il primo piano – che qui vediamo in condizioni semplicemente disastrate – assieme al sottotetto, ricopriva però una funzione totalmente diversa. Si trattava infatti di un  essiccatoio per bachi da seta, con appunto il relativo deposito.

Dopo: passo a passo. Si parte dalle scale…

Certo, la struttura aveva i suoi problemi, ma nonostante ciò qualcuno intuì che avesse tutte le potenzialità per trasformarsi in una vera casa. L'architetto Tiziano De Cian fu così chiamato a progettare la sua ristrutturazione che, come potete ben immaginare, ha richiesto tanta pazienza e lavoro, svolto un passo dopo l'altro come tutte le cose che richiedono cura e attenzione. Qui vediamo una delle fasi iniziali che ha interessato il primo piano, già visto da questa prospettiva nella foto precedente. Le scale, come tutte le altre parti in legno, sono state ripulite e levigate con relativo trattamento antitarlo e antimuffa. 

Prima, al piano inferiore : 1…

Torniamo all'origine, spostando lo sguardo sul lato opposto dello stesso ambiente. Come possiamo vedere, i pavimenti versavano in uno stato pessimo e le condizioni generali erano quelle comuni a tutti gli edifici fatiscenti e lasciati all'abbandono.

… 2…

Questa foto riguarda il secondo stadio dei lavori di ristrutturazione. Vediamo le travi a vista già recuperare il loro smalto e le pareti finalmente intonacate e verniciate di bianco. Una piccola stufa è stata aggiunta: un metodo per economizzare i costi del riscaldamento di casa ma anche come vedremo, per dare un tocco finale allo stile rustico della casa.

… e 3!

Ed ecco i risultati! Il vano principale è stato adibito a soggiorno con zona pranzo e cucina integrate, mentre il vano più piccolo, a nord, è stato suddiviso in modo da ottenere un locale da adibire a bagno,con a fianco una cabina armadio e una camera matrimoniale.

Il pavimento è quello preesistente in cotto, ma totalmente rimesso a nuovo e isolato dal punto di vista termico. Cominciamo ad apprezzare la qualità artigianale dei mobili in legno lasciato al naturale, in una tonalità neutra che contribuisce a rischiarare l'ambiente.

Prima

Prima di tutto questo però, c'è stato molto da fare! All’interno nuovi infissi in legno sono stati montati, mantenendo però all’esterno quelli esistenti, rispettando così i vincoli monumentali. Per quanto riguarda gli esterni della nostra casa singola, una controparete in cartongesso ha circondato tutto il perimetro dell’edificio: un'operazione  necessaria ai fini di ridurre i consumi energetici durante il periodo invernale.

Dopo: un'area giorno comoda e spaziosa

Questa è la panoramica del dopo dalla stessa prospettiva della foto precedente. Qui, possiamo apprezzare la struttura a doppi infissi, che valorizza le tante aperture sul paesaggio di questa casa e la splendida tonalità calda del pavimento in cotto che, come dicevamo, è stato conservato.

Mobili in legno, tutti fai da te!

Ci avviciniamo di più alla cucina per sottolineare una particolarità che già avevamo annunciato nella nostra introduzione: l'arredo è su misura, realizzato fai da te direttamente dal committente, il proprietario di questa casa singola. La sua passione per la falegnameria ha dato dei risultati fantastici: un arredo semplice, funzionale e dal tocco naturale, perfettamente integrato con il clima rustico dell'abitazione.

Design di recupero

In bagno vediamo un esempio di design di riciclo sostenibile.

Come per il tavolo della cucina, il mobile in legno che sostiene il lavabo è infatti stato ottenuto da delle assi di recupero, riportate a nuova vita dalla creatività del proprietario, falegname non di professione ma per hobby, anche se a questo punto ci riesce difficile crederlo!

Nel sottotetto: prima..

Saliamo però di un piano, nel sottotetto, per concentrarci di nuovo sugli aspetti più strutturali della casa. Vogliamo in particolare mostrarvi questa foto, per rendervi partecipi del singolare stato di rovina in cui versava questo ambiente prima dei lavori.

..e dopo!

Ed ecco le soluzioni dell'architetto: un doppio solaio incrociato in legno è stato realizzato con il recupero del tavolato esistente e con l'aggiunta di resistenti tavole di larice, spesse 3 cm. Per mantenere leggibile la struttura del tetto sono state create delle leggere partizioni interne in cartongesso in corrispondenza delle travature principali, ravvivate da colori caldi e atti a creare la giusta atmosfera di intimità.

Come sul set di un film

Quella che si è voluta creare nel sottotetto infatti è una camera da letto, circondata da un effetto scenico invidiabile. Proprio come sul set di un film romantico, i riflettori sono puntati sulla zona notte, ricordandoci quanto sia importante l'amore per il lavoro che si svolge, sia esso fai da te o di professione!

Abbiamo così concluso con queste ultime immagini del sottotetto il nostro libro delle idee. Se però vi interessano alti esempi di ristrutturazione, vi consigliamo di dare uno sguardo a questi due articoli:

-Come rivoluzionare un vecchio sottotetto: da rovina a opera d’arte

-Progetto di riqualificazione: da oleificio a birreria

Buona ispirazione!

House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!