Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com

Scale e contrasti

Eugenio C. – homify Eugenio C. – homify
Google+
Loading admin actions …

La miglior firma di un architetto è quella che si trova nel disegno dei suoi progetti. Se non c'è un carattere di riconoscimento nelle idee, un filo conduttore nella concretezza dello stile, o un campo in cui non si è solo esperti ma maestri, allora il confine tra un proprio progetto e quello di un altro architetto è sottile, è flebile, non esiste. 

Oggi ci occupiamo di una firma evidente, di un modo di pensare riconoscibile attraverso la matita dei suoi disegni e la materia delle sue abitazioni: l'architetto Raimondo Guidacci.

Tutta questione di scala

Una scala tutta questione di geometrie in blocchi. Ci soffermiamo su questo che per molti può sembrare un dettaglio, ma che per noi sembra la colonna portante di un'abitazione creata da Raimondo Guidacci.

La scala si compone di due blocchi e porta alla mente oggetti impossibili come la scala di Penrose, tanto cara all'opera di Escher, ideatore di figure che giocavano con la logica, senza tempo e con lo spazio stravolto. 

Scomposizione della realtà

La scala compone un soggiorno ai limiti del metafisico, una struttura irreale da gioco di prestigio, che trova concretezza come nell'ultima parte di uno spettacolo di magia: lo spettacolo è assicurato ed il trucco non si svela, si lascia nascosto o solo intendere ai più svegli. Forti contrasti vivono nell'appartamento, neri e bianchi, legni delle porte e pelli dei divani.

Nuove prospettive

Da quest'altra prospettiva si vede il trucco dell'abile architetto prestigiatore. La scala riserva altre sorprese che non intendiamo svelare. La sala da pranzo, minima e razionale, si rende funzionale senza voler apparire come protagonista.

Spezzare il monotono

Lo stesso rigore geometrico, applicato alla casa, forma un'armadio che non è solo mobile, ma che diventa un aspetto architettonico a sé stante. I contrasti si fanno ancora più forti: nero e bianco, ma più nello specifico materiali volutamente trattati con una lavorazione grezza contro un candido tappeto di pura eleganza. 

Firma di rigore

Ecco la firma, ecco il tratto distintivo. Ancora scale, ancora un disegno di rigore e precisione per un altro progetto, per un'altra casa. L'esattezza della forma parte dal basso con la scala, per essere riproposta dall'abitazione in alto.

Profili di colore

Gradini riproposti in blocco creano un'esattezza di forme e anche una disputa tra colori. Il rosso vivo della casa viene completato dal grigio antracite in questo taglio fotografico di profili. Più in avanti il verde, ma quello è un altro tema.

House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!