Ingresso & Corridoio in stile  di Marion Rocher

Come Trasformare la Mancanza di Spazio in un Vantaggio

Anna Francioni – homify Anna Francioni – homify
Google+

Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Loading admin actions …

Monolocali, bilocali, piccoli open space e mini loft: le abitazioni contemporanee sono ormai sempre più caratterizzate da dimensioni ridotte e ambienti multifunzionali. Ma a volte, si sa, da necessità può nascere virtù – per citare un detto popolare – e anche una casa in formato mignon può diventare un ambiente confortevole e accogliente, capace di regalare intimità. L'importante è scegliere le soluzioni più adatte, in grado di valorizzare i punti di forza  e minimizzare le dimensioni ridotte. Lasciamoci allora ispirare dalle proposte dei nostri esperti e scopriamo insieme come trasformare la mancanza di spazio in un vantaggio.

​1. Semplifichiamo gli spazi

Suite a Trastevere: Case in stile  di Archifacturing
Archifacturing

Suite a Trastevere

Archifacturing

In ambienti dalle dimensioni ridotte, il consiglio è di semplificare gli spazi, organizzando in modo fluido gli ambienti. Eliminiamo quindi, per quanto possibile, pareti divisorie, corridoi e anticamere, che occupano metri quadri preziosi e fanno sembrare ancora più piccole le stanze. Preferiamo piuttosto soluzioni open space – come vediamo in questa proposta di ARCHIFACTURING – dove la vista può spaziare regalando una sensazione di maggior respiro e di avere più spazio a disposizione.

2. In un ambiente stretto, massimizziamo l’altezza del soffitto

Ingresso & Corridoio in stile  di Marion Rocher
Marion Rocher

Vue d'ensemble

Marion Rocher

Negli ambienti lunghi e stretti, se possibile, massimizziamo l'altezza del soffitto, creando suggestivi giochi di pieno-vuoto ce contribuiscono a regalare dinamismo. Sì quindi ai controsoffitti, utili anche come ripostiglio. E se le altezze lo consentono, perché non soppalcare alcune aree della casa? Otterremmo così una stanza in più e allo stesso tempo potremmo regalare equilibrio ad una stanza troppo stratta e alta. Se l’idea ci piace, potremmo rivolgerci a un falegname o a un esperto di lavorazioni in ferro, per progettare insieme la soluzione più adatta alle nostre esigenze.

3. Non prendiamo mobili piccoli

Quando si arreda un appartamento caratterizzato da dimensioni ridotte è importante tenere presente che a volte gli arredi di grandi dimensioni possono contribuire a far sembrare più ampi gli ambienti. Può sembrare un controsenso, ma se ci pensiamo, ci renderemo conto che una parete in cui campeggia un grande armadio a 4 ante potrebbe apparirci più ampia rispetto ad un’altra occupata da un mobile di dimensioni minori. Senza contare che con il guardaroba a 4 ante avremmo più spazio per i nostri abiti. Vogliamo un altro esempio? Diamo un’occhiata a questa proposta di qbe3: un piccolo monolocale che sembra più capiente grazie al grande armadio a ponte che si staglia sulla parete maggiore. Un consiglio: sistemiamo gli arredi di grandi dimensioni sempre a ridosso dei muri e mai al centro della stanza, per evitare di ingombrare.

4. Creiamo delle prospettive per intrattenere lo sguardo

mirror for dining room: Sala da pranzo in stile  di bilune studio
bilune studio

mirror for dining room

bilune studio

Un altro consiglio utile quando ci si trova ad arredare un ambiente di dimensioni ridotte è quello di puntare su arredi e decorazioni che possano catturare l’attenzione, minimizzando la mancanza di spazio.  Un piccolo trucco, facile da realizzare e soprattutto molto economico, potrebbe essere utilizzare dei grandi specchi a parete, come vediamo in questo esempio di BILUNE STUDIO: perfetti per decorare con leggerezza e al tempo stesso regalare nuove prospettive che contribuiranno ad ampliare la percezione dello spazio.

5. Apriamo la zona living

Come anticipato all’inizio di questo Libro delle idee, quando lo spazio è poco, meglio puntare sugliopenspace. A incominciare dal living: apriamo quindi la cucina al soggiorno, per dare vita ad una zona giorno accogliente e di più ampio respiro.

6. Non sottovalutiamo l’importanza degli spazi esterni

Ultimo suggerimento, non certo per importanza, non sottovalutiamo l’importanza degli spazi esterni. Anche un terrazzino o un piccolo balcone possono infatti contribuire a regalare luminosità a un locale dalle dimensioni ridotte, oltre che spazio aggiuntivo da vivere nelle stagioni più miti, come ci propone in questo esempio l’home stager FRANCESCA GRECO.

Quale di queste proposte ti sembra più adatta alle tue esigenze? Lasciaci il tuo commento
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!