:::::: Cucina in stile  di Draisci Studio

5 idee per avere una cucina perfetta senza isola

Anna Francioni – homify Anna Francioni – homify
Google+

Richiedi preventivo

Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
Facendo clic su 'Invia' confermo di aver letto Privacy e accetto che le mie informazioni siano elaborate per rispondere alle mie richieste.
Nota: puoi revocare il tuo consenso inviando un'email a privacy@homify.com
Loading admin actions …

Noi delle redazione di homify, si sa, abbiamo abbiamo un debole per le cucine con isola: più volte abbiamo infatti proposto questo tipo di soluzione, perché rispecchiano al meglio le esigenze della vita moderna. Ma proprio la vita moderna, o meglio la casa moderna, a volte non consente di realizzare un banco isola in cucina. I motivi possono essere tanti e diversi: perché l'ambiente è di dimensioni ridotte, perché la cucina è a vista nel living, perché non esiste una vera e propria cucina ma solo un minuscolo angolo cottura. O anche solo semplicemente perché l'isola non piace. Qualsiasi siano le nostre ragioni, lasciamoci ispirare dai consigli dei nostri esperti e scopriamo quindi come avere una cucina perfetta isola!

1. Disponiamo strategicamente gli elementi

Cucina in stile  di FEDGO
FEDGO

Cocina 6

FEDGO

Per organizzare al meglio il lavoro in cucina, il consiglio è di riflettere con attenzione sulle nostre abitudini, in modo da disporre strategicamente i vari elementi. Per esempio, se amiamo cucinare verdure, l'ideale sarebbe posizionare il lavello vicino a una finestra o comunque a una fonte di luce, per poter contare sulla migliore visibilità nel lavaggio di insalate e ortaggi. Se inoltre solitamente cuciniamo in coppia, disponiamo le zone di lavoro in modo da non sovrapporci e scontrarci l'uno con l'altro.

2. Sfruttiamo la lunghezza

Se la nostra cucina è inserita a vista nel soggiorno, la soluzione più pratica e di facile realizzazione è solitamente quella di sfruttare tutta la lunghezza di una parete. Anche in questo caso, il consiglio è di disporre i diversi blocchi in modo da permettere il lavoro a più mani, come vediamo in questa colorante ma raffinata cucina proposta da DRAISCI STUDIO.

3. Puntiamo su un pratico piano di lavoro

Attico quartiere ostiense, zona gazometro - Roma: Cucina in stile  di Formaementis
Formaementis

Attico quartiere ostiense, zona gazometro – Roma

Formaementis

Se la nostra cucina è ricavata da una zona di passaggio, come per esempio un corridoio o una veranda, sarà fondamentale organizzarla in modo da poterci muovere agilmente. Per questo motivo quindi, se ci rivolgiamo a un esperto nella progettazione di cucine, puntiamo su un pratico piano di lavoro che ci permetta di dedicarci comodamente alla preparazione dei cibi anche se lo spazio è sacrificato, come vediamo in questo esempio proposto da FORMAMENTIS.

4. Teniamo tutto a portata di mano

Il segreto per poter lavorare bene in cucina è tenere sempre a portata di mano gli utensili, gli ingredienti e gli attrezzi che solitamente utilizziamo con maggiore frequenza. Via libera quindi a mensole e scaffali a vista, come possiamo ammirare in questa proposta di STUDIO NOMADE.

5. Utilizziamo il tavolo come base di lavoro

Se lo spazio per la cucina vista è davvero ridotto, potremmo utilizzare il tavolo da pranzo come base di lavoro, integrandolo idealmente nell'architettura della cucina stessa. In questa proposta, per esempio, il grande tavolo squadrato permette di lavorare comodamente anche se la cucina è ridotta all'essenziale.

Come deve essere secondo te la cucina perfetta? Lasciaci il tuo commento.
House 1: Camera da letto in stile  di Opera s.r.l.

Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa? Contattaci!

Trova l’ispirazione giusta per la tua casa!