Infissi quali scegliere finestre & porte in stile moderno di tucommit moderno | homify
Infissi quali scegliere Finestre & Porte in stile moderno di Tucommit Moderno
Infissi quali scegliere Finestre & Porte in stile moderno di Tucommit Moderno
Infissi quali scegliere Finestre & Porte in stile moderno di Tucommit Moderno

Stabilire quale sia il miglior tipo di materiale per gli infissi non è semplice, in quanto ogni materiale ha i proprii punti di forza. Inoltre, la Detrazione Fiscale al 65%costituisce un valido incentivo alla sostituzione di vecchi infissi con nuovi infissi che presentano caratteristiche tecniche e prestazionali in grado di assicurare un maggio confort abitativo e maggiore risparmio energetico. Tutti i materiali per gli infissi esterni di una casa presentano delle peculiarità e dei requisiti propri. Il segreto sta nel conoscere il più possibile questi limiti e scegliere, di volta in volta, il materiale giusto e più adatto a seconda dell’applicazione e del risultato che si vuole raggiungere. In questa semplice guida, proviamo a rispondere ad alcune delle principali domande che puntualmente vengono rivolte agli operatori. In particolare:

– Il Legno si rovina Nel campo degli infissi l’evoluzione ha portato infatti all’uso di legno lamellare, essiccato artificialmente, che non si deforma e non si “imbarca” nel tempo. Le particolari geometrie dei profili per serramenti sono studiate per evitare i ristagni di umidità e le nuove vernici a base acqua, se di qualità, possono arrivare tranquillamente a durare 15 anni senza particolare manutenzione. – il Legno si deforma nel tempo L’uso di tecniche lamellari e multistrato consente di realizzare manufatti estremamente stabili, a volte con deformazioni e/o dilatazioni inferiori al PVC o all’alluminio.

– Il PVC si scolora nel tempo I serramenti in PVC vengono costruiti in Europa, da più di 35 anni e le aziende leader nella produzione dei profili per serramenti, utilizzano tecnologie sempre più innovative nella ricerca e nei test di affidabilità del prodotto si in termini di durata che in termini di affidabilità e qualità. – Il migliore materiale di tutti è l’alluminio A livello di trasmittanza termica l’alluminio, essendo un eccellente conduttore, è uno dei peggiori materiali per quanto riguarda l’isolamento dal caldo e dal freddo. Solo in composizione stratificata a “taglio termico”, quindi con l’interposizione interna di un altro materiale isolante, diventa più performante, a scapito di costi elevati.

– Il legno è molto costoso A parità di sezioni e dimensioni, di vetratura, di accessori e di prestazioni tecniche, un ottimo serramento in legno costa più o meno lo stesso costo di un ottimo serramento in PVC, se costruito da aziende specializzate.

– Il legno è molto più isolante A parità di spessore, le prestazioni di trasmittanza termica e quindi di isolamento si possono riassumere nei seguenti punti:

1) con PVC multicamera

2) con legno “tenero”

3) con legno “duro”

4) con alluminio a taglio termico

5) con alluminio senza taglio termico

– Il PVC è riciclabile Tutti i materiali del presente articolo, alla fine del loro ciclo vitale, stimato in circa 30/40 anni possono, con adeguate tecnologie, essere riciclati e recuperati per altre applicazioni.

– L’alluminio è più resistente contro possibili tentativi di scasso I principali punti su cui vanno ad agire nei tentativi si intrusione sono i punti di chiusura meccanici. La ferramenta impiegata nel legno, PVC o alluminio è sostanzialmente la stessa. La resistenza allo scasso è quindi equivalente.

– Il PVC non hanno bisogno di manutenzione Un minimo di manutenzione è indispensabile per tutti i beni durevoli che ci circondano, per garantirne la funzionalità e le prestazioni nel tempo.

– Il legno resiste peggio alla pioggia Un manufatto in legno di qualità, realizzato con le tecniche e i protettivi idonei, non ha nessun problema di esposizione alla pioggia e/o all’umidità.

– Le finestre in PVC sono più isolanti e si chiudono meglio Tutti i serramenti che vengono messi in commercio dovrebbero avere una scheda che ne descriva e certifica le prestazioni energetiche. Considerando che, come già detto, la ferramenta è uguale per tutti i tre tipi di serramento, la differenza la fa l’installatore nella posa in opera, nelle regolazioni e nell’eventuale assistenza futura.

– La finestra ideale è in legno-alluminio Il sistema legno-alluminio deve comunque essere realizzato da aziende specializzate e con esperienza nel settore, mai artigianalmente, per la sicurezza del risultato finale.Questo sistema non si deve confondere con il sistema alluminio-legno, concettualmente molto diverso e meno prestazionale.

Per maggiori informazioni visita il seguente link:

Foto simili
Commenti