Il nostro sogno era poter arredare un locale, e in effetti ci eravamo figurati uno di quei locali trendy con il barista con il pizzetto accennato e la faccia da calciatore, ma ci hanno proposto una piadineria: ci eravamo immaginati i nostri pupazzi fra appetizer , alici del mar cantabrico e finger-food; si trattava di piadine, niente mostre di artisti pop-art umbri, biblioteca femminista, shop di oggettistica neo-dadaista, solo buonissime , semplicissime piadine.

Il nostro progetto sarebbe stato quello di unire suggestioni di archeologia industriale, cemento, tondino di ferro e ruggine ai colori e alle forme di un sogno naif: ma perché una piadineria dovrebbe somigliare per forza a un fast food americano? E’ proprio necessario?

Foto simili
Commenti

Richiedi preventivo

E-Mail non valida
Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
La mia richiesta di progetto verrà inoltrata al professionista. Facendo clic su Richiesta confermo di aver letto Condizioni d’uso.