Un edificio di nove piani destinato ad ospitare la facoltà di Ingegneria, nonché ulteriori spazi per le facoltà di Scienze sociali ed umanistiche, di Architettura e dell’Accademia delle belle Arti. Il progetto porta la firma dell’architetto Thom Mayne dello studio Morphosis.

Il nuovo edificio universitario è concepito come una piazza verticale contenuta in un involucro semitrasparente che articola gli spazi principali. La trasparenza della facciata esterna consente infatti al vicinato di osservare le attività che si svolgono all’interno. Molte funzioni pubbliche sono infatti collocate al pian terreno, tra cui anche una galleria espositiva ed un auditorium per 200 posti a sedere.

La struttura è inoltre esempio di architettura sostenibile. La “doppia pelle” in vetro e acciaio migliora le prestazioni dell’edificio attraverso il controllo della luce solare, dell’energia e della ventilazione naturale.

I pannelli radianti a soffitto sfruttano una tecnologia che contribuisce a rendere l'edificio più efficiente di altri della stessa tipologia.

L'atrio a tutta altezza migliora il flusso d'aria e garantisce una migliore illuminazione naturale (per il 75% degli spazi).

Un tetto verde isola l'edificio e riutilizzo delle acque piovane ne riduce il deflusso e limita l'inquinamento.

Crediti: @alessioforlano
Foto simili
Commenti

Richiedi preventivo

E-Mail non valida
Il numero non è valido. Controllare per favore il codice del paese, il prefisso e il numero telefonico.
La mia richiesta di progetto verrà inoltrata al professionista. Facendo clic su Richiesta confermo di aver letto Condizioni d’uso.