Ristrutturazione & Restauro | homify

744 Ristrutturazione & Restauro

Bacino di utenza

Ristrutturazione e restauro

Qual è la differenza tra ristrutturazione e restauro?

Prima di lasciarvi trascinare dall’entusiasmo di fare miglioramenti nella vostra casa attuale o recentemente acquistata e iniziare a cercare un decoratore di interni o un appaltatore, potrebbe essere una buona idea valutare se sia il caso ristrutturare o restaurare l’immobile. Decidere questo punto è importante, in quanto è probabile che abbia un impatto considerevole sul vostro budget e sul risultato finale. Ma qual è la differenza tra i due concetti? La ristrutturazione è in genere necessaria per vecchi edifici in cui lo scopo sia quello di restituire la struttura alla condizione e design originari. Per esempio, ciò può comportare la riparazione di vecchi infissi o la loro sostituzione con esatte riproduzioni, la finitura di pavimenti originali in legno o la riparazione di buchi sui muri. La ristrutturazione di solito richiede un numero inferiore o pari a zero di nuove risorse e meno sforzo rispetto al restauro. Il restauro d'altra parte è necessario quando si ha intenzione di rinnovare o ristrutturare una porzione di una casa, una stanza o magari l'intero edificio. I vecchi elementi rimangono e ne vengono aggiunti di nuovi. Fondamentalmente, il design degli interni e degli esterni viene modificato. Un restauro può essere più costoso di una ristrutturazione, ma è decisamente più economico di un restauro strutturale, che comporta un cambiamento nella struttura o la ricostruzione di una stanza o dell’intero edificio. Potrebbe esservi utile saperne qualcosa di più anche sulla conservazione, risanamento e ricostruzione. Nella conservazione, viene effettuata una manutenzione preventiva in modo tale da fermare un ulteriore deterioramento fisico del palazzo. Gli effetti naturali del tempo non vengono eliminati, ma vengono prese misure per proteggere l’edificio contro le calamità come incendi, terremoti, alluvioni e così via. Il risanamento comporta la modifica della struttura di base dei materiali da costruzione attuali in modo che l'edificio rimanga utilizzabile e l'aspetto originale venga mantenuto. La ricostruzione implica la riparazione di edifici danneggiati con nuovi materiali che ricordano da vicino quelli originali.

Ristrutturazione: ecco i passaggi da effettuare. 

● Vengono effettuati un sopralluogo nell’edificio e una valutazione accurata della sua condizione. 

● I problemi principali affrontati possono includere formazione di ruggine, attacco di termiti, scolorimenti delle superfici, perdite dal tetto, danneggiamento e crepe della muratura, struttura pericolante o componenti danneggiati e altro ancora. Vengono analizzate le cause ed effettuate eventuali riparazioni immediatamente necessarie. 

● Vengono fatti dei piani su come affrontare i problemi e stabilizzare e conservare la struttura. Possono anche essere sostituite parti altamente deteriorate. 

● Tutti i materiali moderni che sono stati aggiunti all’edificio saranno rimossi e possono essere realizzate funzionalità mancanti. 

● Come conseguenza aumenterà la longevità della struttura.

● I restauri non vengono fatti solo su interi edifici, ma anche su porte, finestre, mobili vecchi, pavimenti, ecc.

Restauro: Ci sono una serie di aspetti da tenere a mente. 

● In primo luogo, l'edificio in questione deve essere valutato nei suoi pro e contro. Oltre ad una società di ristrutturazione potrebbe essere necessario avvalersi di ingegneri o imprese edili per rilevare i principali problemi strutturali, se ce ne sono.

● Se alcune parti dell'edificio sono fatiscenti si danneggeranno più rapidamente una volta che l'umidità si sarà fatta strada. Possono quindi seguire anche infestazione e funghi. Per evitarlo, la struttura deve essere resa resistente alle condizioni atmosferiche e porte e finestre devono essere ricoperte con pannelli e fogli impermeabili. 

● In genere è necessario essere conformi alle normative di costruzione durante la ristrutturazione. Quindi è bene informarsi presso le autorità competenti cosa si può fare e cosa no. 

● Per una ristrutturazione su larga scala portata a termine con successo, è consigliabile avvalersi di un architetto o designer, che potranno mettere a servizio la loro esperienza per guidarvi in modo efficace.

● Ottenere i permessi necessari in anticipo è obbligatorio al fine di evitare ritardi nel progetto. Se non siete molto sicuri di come muovervi, consultate un geometra o un avvocato esperto in materia di pianificazione. 

● Prima dell'inizio dei lavori, assicuratevi che il sito abbia una fornitura costante di acqua e che sia disponibile elettricità per far funzionare le strumentazioni. Deve essere inoltre garantita la stabilità strutturale dell'edificio e l’accesso al sito, in particolare per grossi carichi.

● Successivamente le parti della struttura non necessarie saranno demolite e i calcinacci o detriti devono essere smaltiti correttamente. Tutto ciò che può essere riutilizzato del vecchio edificio deve essere conservato in luogo atto.

● Gli edifici con più di 80 anni spesso sono afflitti da umidità e problemi di infestazioni. Questo in genere perché le pareti portanti sono realizzate in pietra, rovere, mattoni o pietra calcarea. Questi problemi possono essere risolti migliorando la ventilazione della struttura e il drenaggio del suolo, e riparando la struttura dell'edificio. Possono essere effettuati trattamenti chimici contro tarli o parti soggette a muffa. 

● Devono essere esaminate le condizioni delle fognature, pozzetti e fosse settiche esistenti, per assicurarsi che siano tutte funzionanti. 

● Dopo di ciò i lavori strutturali importanti e gli ampliamenti possono aver luogo. Durante la costruzione, qualsiasi parte vulnerabile dell'edificio esistente deve essere protetta. 

● Successivamente, tubi e grondaie dovranno essere riparati e saranno eseguiti lavori esterni di falegnameria o decorazione. Questo può includere fasce, mantovane, finestre, rivestimenti in legno ecc 

● Seguono i lavori di paesaggistica e interni. Ad esempio, la realizzazione di vialetti e prati, il montaggio di nuove scale, l'installazione di cavi, tubature e altro ancora. 

● In seguito l'edificio viene intonacato e lasciato asciugare. 

● Viene posata la pavimentazione e contestualmente vengono installati interruttori, prese, sanitari, rubinetteria, attrezzature da cucina, ecc. Successivamente, viene completata la posa delle piastrelle, il montaggio delle porte e la posa della moquette e dei rivestimenti per pavimenti. A questo punto può essere montata anche l’elettronica di consumo.

● Infine, la struttura completata viene accuratamente pulita e vengono rimossi i rivestimenti protettivi per finestre. Vengono montate anche le tende e serrande. 

● Oltre che edifici interi, si possono restaurare anche cucine, bagni, camere da letto per dare loro un look più moderno o contemporaneo.

Come faccio a trovare una ditta di ristrutturazione e restauro ? 

È possibile entrare in contatto con aziende locali attraverso le pagine gialle. Anche la ricerca on-line funziona. Ci sono siti web molto utili per trovare professionisti in questo campo, come homify. Qui è possibile trovare un gran numero di esperti tra cui scegliere, leggere le recensioni su di loro e disporre dei loro dettagli di contatto. Un'altra opzione è quella di chiedere suggerimenti ad amici e familiari che hanno effettuato già ristrutturazioni o restauri di recente. Magari la ditta di cui si sono avvalsi può fare anche al caso vostro.

A cosa devo fare attenzione quando assumo una ditta di restauro e ristrutturazione ?

Ecco alcune domande che dovreste porre per essere sicuri che la società sia in grado di dare un risultato finale soddisfacente.

● Verificate quanta esperienza hanno e visionate le foto di progetti passati. Assicuratevi che dispongano della licenza di legge, di attestati o certificazioni. Non esitate a chiedere referenze, recensioni o riferimenti e anche a fare qualche chiamata per verificare l’attendibilità del loro lavoro. 

● Chiedete se l'azienda fornisca risarcimenti ai lavoratori e sia coperta da un’assicurazione per qualsiasi tipo di danno alla vostra proprietà o nel caso di infortuni dei dipendenti. 

● Ricordatevi di verificare che ci sia una garanzia che specifichi che la ditta di restauro e ristrutturazione soddisferà a pieno tutte le vostre esigenze, e che, se ci sono problemi entro un certo periodo di tempo dopo la conclusione del progetto, effettuerà le riparazioni senza costi aggiuntivi o vi risarcisca.

● Chiedete un cronoprogamma di progetto con specifica dei risultati finali. La ditta dovrebbe anche essere in grado di offrire un piano dettagliato di come saranno eseguiti la ristrutturazione o il restauro, passo dopo passo. Vi raccomandiamo inoltre di discutere le vostre idee con i professionisti per vedere come prevedono di attuarle e se hanno un occhio per i dettagli.

● Non dimenticate di verificare se le tariffe applicate per il restauro o ristrutturazione facciano al caso vostro. Vi suggeriamo di confrontare i preventivi di 2 o 3 ditte per avere una idea più chiara. 

● Infine, non dimenticate di richiedere un piano di pagamento conveniente. Non pagate tutto in anticipo, anche se è probabile che l’appaltatore ve lo chieda. Assicuratevi di effettuare i pagamenti come da programma sottoscritto.

Quanto costa un restauro e una ristrutturazione e come posso contenere i costi? 

Solitamente, i costi di un restauro possono essere superiori a quelli di una ristrutturazione, dato che nel primo caso vengono aggiunti nuovi elementi. Ma dovreste verificare quanto una società si riserva di addebitarvi per il particolare progetto. Inoltre, il costo dipenderà dalle dimensioni e dalla complessità del lavoro, dalla posizione dell’immobile, dai materiali in uso, dall’esperienza e dalla posizione della ditta sul mercato. Per evitare il rischio di essere presi alla sprovvista in seguito da costi aggiuntivi, è necessario chiedere un preventivo dettagliato in anticipo. Assicuratevi che non ci siano costi occulti nel preventivo. Se il lavoro che avete in mente è piccolo o abbastanza semplice, provate a cercare idee su internet, guardate video di fai da te e siti web, come homify, dedicato all’arredamento di interni e alla pianificazione, e cercate un falegname locale o un artigiano per fare i lavori. 

Di quali altri professionisti e servizi ho bisogno per la mia casa ?

Se state restaurando o ristrutturando un edificio, sono molti i professionisti che potrebbe essere necessario assumere oltre a una ditta di restauro e ristrutturazione. È possibile mettersi facilmente in contatto con loro su homify. 

Interior designer 

Gli interior designer sono fondamentali per lo sviluppo di concept di design, comunicazione e per la loro realizzazione nei vostri interni. Possono anche darvi preziosi consigli d'arredo e decorazione e sono in grado di effettuare un coordinamento efficiente tra il proprietario, l’appaltatore e i subappaltatori, se necessario.

Impresa di pulizie 

Avrete quasi sempre bisogno di assumere un impresa di pulizie in qualsiasi progetto di restauro o ristrutturazione. Essi possono rimuovere efficacemente e gestire rifiuti o calcinacci, mantenendo i locali puliti in modo che il lavoro possa progredire senza intoppi. Un’impresa di pulizie può garantire che dopo il completamento del progetto, la struttura finale sia perfettamente pulita, ordinata e pronta all'uso. 

Imbianchino 

La dipintura di edifici, che spesso va di pari passo con la ristrutturazione o il restauro, necessita delle specifiche competenze di un imbianchino, che conosca l'esatto tipo, quantità, colore o combinazione di colori della vernice necessaria per ottenere l'effetto desiderato. Egli è anche in grado di preparare le superfici prima della verniciatura e può riempire buchi o crepe con gesso, stucco, ecc.