Progettazione cucine a Brescia: Trova Progettazione cucine | homify

2 Progettazione cucine a Brescia

Bacino di utenza

Progettazione cucine a Brescia

Negli ultimi anni, si è assistiti ad una sorta di apertura della cucina su altri spazi di casa ad essa contigui come sala da pranzo e soggiorno, attraverso la creazione di ampie porte o ambienti ampi come i moderni open space. Riuscire a veder realizzata la cucina dei propri sogni è l'aspirazione di tutti coloro che desiderano una casa funzionale e su misura. 

Quando si progetta una cucina, si può cadere facilmente in errore, inficiando spesso e volentieri sul risultato finale. Nell'immaginario collettivo, la cucina rappresenta il fulcro della casa, anche se non siamo dei cuochi provetti o la concepiamo come un luogo che racchiude pochi e semplici arnesi: questo ambiente fondamentale è il luogo di lavoro per eccellenza in una casa, dove si prepara il cibo e nel quale igiene e funzionalità sono i requisiti cardine.

Proprio perché si tratta di uno degli ambienti fulcro della casa, è necessario affidarsi ad un bravo progettista cucine, specializzato in questo settore, generalmente un architetto o in interior designer, il quale dovrà cercare di armonizzare nel progetto le caratteristiche dello spazio (dimensioni, esposizione e forma), il budget economico entro il quale il progettista deve operare e gusti estetici e funzionali della committenza.

Stabiliti i suddetti requisiti fondamentali, il professionista elabora uno schizzo, ossia la primissima fase dell'intero iter progettuale, durante la quale il progettista cucine potrà apporre tutte le modifiche necessarie al progetto, in maniera tale da adattarsi perfettamente alle esigenze del cliente.

Anche se negli ultimi anni si è assistiti ad un numero crescente di persone che si cimentano nella progettazione di spazi in autonomia, senza quindi affidarsi ad un esperto, diciamo subito che ciò può avvenire soltanto se si deve progettare (in questo caso la cucina) all'interno di un ambiente regolare, ma è comunque necessario avere delle conoscenze di base riguardo la progettazione di interni; in tutti gli altri casi, a maggior ragione se lo spazio presenta caratteristiche particolari, è meglio rivolgersi ad un progettista cucine professionista. Per quanto riguarda la ricerca di quest'ultimo, si può ricorrere ai suggerimenti di amici e parenti che hanno avuto un'esperienza pregressa con quell'esperto; un altro metodo soddisfacente ai fini della ricerca, è affidarsi a internet, ancor meglio alla nostra piattaforma Homify, dove è possibile trovare esperti nella progettazione delle cucine in ogni città italiana e conoscere i loro lavori, sfogliando il catalogo on line in maniera tale da avere un'idea chiara riguardo professionalità e creatività dell'esperto. 

Le competenza da tenere in considerazione nella scelta di un esperto di progettazione cucine sono:

  • fornire al cliente una serie di proposte per sfruttare al meglio tutte le caratteristiche di una stanza;
  • fornire una gamma di soluzioni alternative e funzionali a problematiche di vario genere;
  • risolvere con sicurezza problemi apparentemente insormontabili;
  • interfacciarsi con altri professionisti e maestranze coinvolti nella realizzazione della cucina, come falegnami o elettricisti.

Quanto costano i servizi di un progettista di cucine a Brescia?

Precisiamo subito che il progettista di cucine in una città come Brescia, non avrà problemi a richiedere compensi elevati seppur per una sola divisione della casa, che vanno dai 200 ai 400 euro a stanza, a seconda se la retribuzione comprende o meno modelli 3D, renderizzazione realistica, scelta dei materiali e complementi d'arredo. Inoltre, se per esempio l'esperto deve compiere più di un sopralluogo, modifiche al progetto in corso d'opera oppure la progettazione di piccole ristrutturazioni, il costo del suo operato è destinato inevitabilmente a lievitare.

A Brescia, per progettare e ristrutturare una cucina ci vogliono tra i 2.000 e i 3.500 €, un costo che presenta tale oscillazione per via delle scelte che vengono prese in merito a materiali, tempi di consegna e difficoltà varie. 

Vediamo i prezzi:

  • arredamento della cucina, compresi elettrodomestici: 3.000 €;
  • pavimenti e rivestimenti: 1.500 €;
  • impianti 1.500 €

Quali sono le misure minime da rispettare?

Le misure minime da tenere in considerazione per la progettazione di una cucina riguardano la profondità del piano di lavoro (tra i 60 cm e i 65 cm), l'altezza da terra del piano di lavoro (85-90 cm), distanza tra il piano di lavoro e i pensili (50-55 cm) e distanza tra il piano di lavoro e la cappa (65-70 cm). Altre caratteristiche che devono rispettare gli standard imposti dalla normativa vigente riguardano le aperture all'esterno, la cui larghezza minima è di 1/8 rispetto all'area del pavimento, collocate a una distanza da terra pari all'altezza del piano di lavoro, al di sopra del quale si trova.  

Di quali altri professionisti potrei aver bisogno?

Quando si progetta una casa, ancor di più la cucina, un solo un professionista a cui far riferimento non basta: infatti, entrano in gioco diverse figure professionali affinché la progettazione risulti essere adeguata agli standard del cliente, al di là della difficoltà di progettazione e realizzazione.

Se vanno pensati arredi e mobili su misura, non possiamo non rivolgerci ad un falegname, in particolar modo quando le forme e angolazioni di una cucina non corrispondono a quelli delle misure degli arredi sul mercato; infine, di sicura rilevanza è il lavoro del piastrellista, soprattutto se si opta per una cucina con le piastrelle spesso adottate dietro al piano di lavoro perché sono più facili da pulire. Queste possono però comparire anche in altri angoli della cucina anche solo per un puro fattore estetico.