1.082 Progettazione cucine

Bacino di utenza

Progettazione Cucine

La cucina è il luogo in cui trascorriamo la maggior parte del nostro tempo, è importante che sia progettata bene in modo che sia funzionale e di nostro piacimento.

La cucina deve infatti non solo rispecchiare i nostri gusti estetici, ma deve essere comoda da pulire e funzionale nell'organizzazione degli spazi.

Sappiamo infatti che tutte le operazioni di preparazione dei cibi e finanche il loro consumo compromettono notevolmente la pulizia della cucina. Briciole sul tavolo e sul pavimento, gocce di olio e schizzi d'acqua sul piano di lavoro e marmellate che scivolano sul tavolo dopo la colazione. Questo è il quadro che si presenta spesso in cucina, per cui sarebbe davvero disastroso non ricorrere ad un'organizzazione e ad una scelta dei materiali pratica a funzionale.

Cestoni e cassetti sono i benvenuti per un facile e rapido riordino, una dispensa sarebbe auspicabile, così da tenere tutte le provviste chiuse in unico ambiente e la scelta di un materiale facile da pulire e repellente alle macchie sarebbe la soluzione perfetta.

Consideriamo infatti anche le cucine moderne a vista, tutto l'operato di preparazione dei pasti e ciò che ne deriva è sotto gli occhi di tutti, per cui, soprattutto in questi casi, bisogna avere una disposizione degli elementi impeccabile.

A chi rivolgerci? Come progettare la cucina ideale per la nostra casa?

Vediamo insieme quali sono gli esperti del settore e come contattarli.

Quali sono i professionisti da contattare

La realizzazione di una cucina come vorremmo che sia ha una prima fase di progettazione che nasce dal disegno di una piantina della stanza. Tendenzialmente questa piantina viene fatta da un architetto in quanto ha bisogno della massima precisione e degli strumenti necessari per prevedere una planimetria perfettamente coincidente con le reali dimensioni della cucina.

Sulla base della piantina disegnata dall'architetto si fanno le successive valutazioni sulle possibili soluzioni relative a disposizioni e ingombri che un architetto insieme ad un esperto di progettazione delle cucine deve fare.

In genere è lo stesso architetto che gestisce uno studio di progettazione delle cucine ed è quindi possibile rivolgersi ad un'unica persona per progettare e realizzare la cucina dei vostri sogni.

Una volta disegnata la cucina che fa al vostro caso, ci si può concedere il lusso di abbandonarsi alla creatività e alla fantasia sul design da scegliere.

Sono immancabili gli interior designers che con la loro capacità di rivoluzionare i concept abitativi, vi sapranno consigliare adeguatamente sulle scelte da fare per una cucina che risponda perfettamente ai vostri canoni estetici.

Come trovare un buon professionista

La ricerca di un buon professionista non è semplice e spesso si ricorre ad amici e parenti per avere un consiglio in base alle esperienze di chi ha già dovuto contattare esperti del settore.

Se la ricerca non ha avuto gli esiti sperati è consigliabile valutare più professionisti e in base alle soluzioni proposte e ai preventivi procedere con una scelta.

Potete consultare i nostri esperti nella progettazione delle cucine cominciando a sfogliare il catalogo on line dei loro lavori, vi farete così un'idea dello stile da adottare.

A seguire sarà opportuno valutare i costi in modo da farvi un'idea anche della spesa e se questa rientra nel budget a disposizione.

Quanto costa progettare una cucina?

In Italia il prezzo per progettare e ristrutturare una cucina può variare tra i 2.000 e i 15.000 €.

Questo gap così significativo dipende ovviamente da tutte le scelte che vengono fatte su materiali, variazioni di progetto e quant'altro. Per avere un'idea basti pensare che il 40% circa del preventivo si destina solitamente all'acquisto di mobili ed elettrodomestici. D'altra parte, gli impianti idraulici ed elettrici possono ipoteticamente essere un 25% del costo finale. La posatura delle pareti insieme alla mano d'opera possono costituire un altro 23% del prezzo. Infine, si suppone che sostituire il pavimento e i piani di lavoro corrisponda al restante 12%.

Inoltre bisogna aggiungere, nei casi di ristrutturazione totale, anche i costi di demolizione e sgombero possono arrivare anche a 500€.

Per dare un'idea del totale dei costi da effettuare per progettare una cucina, vediamo insieme questa lista che riporta un bilancio approssimativo per la ristrutturazione di una cucina di 6mq.

Sgombro e demolizioni: 500 €

Arredamento della cucina: 3.000 €

Elettrodomestici: 2.000 €

Pavimenti e rivestimenti: 1.500 €

Impianto idraulico: 700 €

Impianto elettrico: 750 €

Piano di lavoro: 900 €

Controsoffitto: 270 €

PREZZO TOTALE per ristrutturare la cucina: 9.620 €

Se la cucina dovesse avere dimensioni diverse, guardate di seguito un'ipotesi di preventivo per metrature alternative.

4 mq: 8.700 €

6 mq: 9.620 €

8 mq: 10.500 €

10 m: 11.400 €

Altri professionisti da contattare

Come abbiamo già potuto intuire dai preventivi appena illustrati, per la progettazione di una cucina non basta solo l'architetto, un esperto progettista e un interior designer.

In ballo entrano diverse figure professionali che diventano essenziali a seconda del tipo di progettazione e ristrutturazione che siamo in procinto di affrontare.

Se vanno pensati arredi e mobili su misura il primo ad intervenire è il falegname. Quando le angolazioni di uno spazio abitativo non corrispondono agli arredi che troviamo in misure standard sul mercato, necessariamente bisogna ricorrere al lavoro del falegname. Questo avviene anche per disegnare un arredamento che sia perfettamente in linea con gli spazi a disposizione. Un buon falegname diventa addirittura indispensabile.

Va inoltre considerato che la cucina ha dei suoi standard nella disposizione degli elettrodomestici e del lavabo per via delle tubature. Per la loro organizzazione e disposizione va sicuramente contattato un buon idraulico, che consente di gestire al meglio qualsiasi problematica a riguardo.

Di sicura rilevanza è il piastrellista soprattutto se si opta per una cucina con le piastrelle spesso adottate dietro al piano di lavoro perché sono più facili da pulire. Queste possono però comparire anche in altri angoli della cucina anche solo per un puro fattore estetico.