Progettazione bagni a Firenze: Trova Progettazione bagni | homify
Error: Cannot find module './CookieBanner' at eval (webpack:///./app/assets/javascripts/webpack/react-components_lazy_^\.\/.*$_namespace_object?:3688:12) at at process._tickCallback (internal/process/next_tick.js:189:7) at Function.Module.runMain (module.js:696:11) at startup (bootstrap_node.js:204:16) at bootstrap_node.js:625:3

766 Progettazione bagni a Firenze

Style Glass
Styleglass Srl, nasce nel 2014 e si occupa di progettazione e realizzazione di specchi per il bagno e d'arredo.Da luogo
Ciesse Srl
Ciesse da tre generazioni risponde alle esigenze di un mercato sempre in evoluzione nei settori dell’arredo bagno, termoidraulica
Tadelakt keloe
Keloè è un laboratorio artigiano nato dall'iniziativa di Claudia Magherini e specializzato in tecniche di rivestimento
ceramica senio
“La nostra azienda è una rara realtà industriale italiana, poiché produciamo dal 1968 piastrelle in maiolica con lo stesso
Gaia
Siamo orgogliosi di sottolineare la nostra italianità e di contribuire a creare un valore Made in Italy. GAIA Mobili con
La Posa Style
Un buon risultato parte dallo studio di ogni particolare,di ogni dettaglio.Nulla deve essere lasciato al caso. L'intento
MINIMArchitetti
MINIMA è un progetto volto a realizzare architettura capace di unire estetica e funzionalità attraverso dettagli complessi
MG12
La mg12 è un’azienda che crea prodotti di design, senza vincoli di materiali o settore, per architetti e amanti del design
Ceramiche Addeo
La famiglia Addeo, da generazioni nel mondo del commercio, opera da oltre quattro decenni nel settore ceramico e sanitario
Bazzi – Art & Solutions
La Bazzi Piastrelle SA è un’impresa attiva nella vendita e nella messa in opera di piastrelle di ogni genere, mosaici, pietre
Fratelli Pellizzari spa
Progettiamo e realizziamo bagni e pavimentazioni.
MAGI AGOSTINO
30 anni di esperienza nell'arredamento del bagnoLa nostra azienda produce mobili da bagno di qualità dal 1984 con punti
Edil Habitat srl
Specializzati con i migliori brand del settore nell'arredo e progettazione bagno; pavimenti, rivestimenti, sanitari, rubinetteria
Legnano Termosanitaria Srl
Legnano Arreda è un team di esperti specializzato nell'ambito dell’arredamento e della progettazione di bagni. Privati e
DIDONE' CERAMICHE SRL
Dal 1985 ci occupiamo della vendita di piastrelle da pavimenti e rivestimenti, arredo bagno, sanitari, rubinetti, box doccia
olympiaceramica srl unipersonale
Olympia nasce 1979, si dimostra subito azienda adatta asoddisfare i gusti e le tendenze che generano il momento.Grande merito
ARVAG S.r.l.
ARVAG nasce negli anni '90 con una soluzione alternativa allo scopino tradizionale necessario per la pulizia del wc , inventando
viasolferino srl
Viasolferino è molto più che un semplice showroom, è un network di operatori del settore che ha l’obiettivo di offrire soluzioni
Ceramica Cielo
CIELO: l’unicità del fatto a mano Made in Italy, la ricerca e l’innovazione tecnologica per il design del bagno contemporaneoDalla

Progettazione bagni a Firenze


Nelle case di oggi, capita spesso di trovare ambienti integrati per ovviare a problemi di spazio. Soprattutto nelle realtà urbane infatti, le abitazioni hanno metrature sempre più ridotte, costringendo proprietari e architetti a dover adottare soluzioni che possano coniugare stile e funzionalità assoluta: ambienti che includono cucina e zona pranzo, altri molto più ampi costituiti da aree con funzioni diverse, incluse in un unico grande spazio (i moderni open space) sono strategie ormai riscontrabili nella maggior parte delle dimore moderne. 

Ci sono poi ambienti come il bagno che per forza di cose non possono essere integrati in altre divisioni, ma devono rimanere spazi a sé stanti, concepiti da un progettista esperto, in grado di ricercare la risposta ottimale alle esigenze di funzionalità e benessere della clientela.   

Colui che progetta il bagno generalmente è un architetto o un designer d'interni, che ha esperienza nella progettazione dei bagni, ossia conoscenze per quanto riguarda la progettazione in generale, ma anche una buona dose di creatività. 

Quest'ultima caratteristica, unita al costante aggiornamento circa le ultime tendenze e tecnologie, rappresenta un valore aggiunto fondamentale per un professionista.

Come opera il progettista bagni?

Nella fase iniziale della progettazione di un bagno, il professionista non agisce alla cieca, bensì segue un iter che prevede due fasi fondamentali, ossia una parte di stesura del brief e un'altra riguardante strettamente il progetto da realizzare:

Prima fase: il progettista bagni raccoglie informazioni, stila gli obiettivi da raggiungere dopo aver ascoltato le richieste del cliente. 

Per quanto riguarda la raccolta delle informazioni, i passaggi che solitamente fa un progettista riguardano:

  • delineazione dei parametri generali, ossia il il budget a disposizione del cliente, tempi di realizzazione e consegna del lavoro finito;
  • uso del bagno, ovvero stabilire il tipo di utenza e quanti individui ne fruiranno;
  • caratteristiche del progetto frutto del lavoro dell'esperto, che propone un bagno che sia comodo,originale e funzionale;
  • informazioni collaterali riguardo ulteriori richieste e bisogni della committenza sull'utenza: si riflette con il committente riguardo richieste relative a desideri e bisogni.

In quest'ultima fase, il progettista bagni dovrà essere il più creativo possibile nel proporre al cliente un ventaglio di opzioni nella scelta di rivestimenti, tipo di sanitari, colori e mobilio.

Detto questo, dalla fase di raccolta dati, esigenze funzionali e studio del progetto, si passa allo sviluppo del progetto edilizio, anch'esso costituito da diversi step.
Innanzitutto, per iniziare a progettare un bagno bisogna considerare diversi fattori, in primis la redazione del disegno, che dovrà essere impostato a seconda che si tratti di un nuovo intervento o una ristrutturazione.

Di base, un bagno deve possedere dei requisiti di base, come delle pareti che lo separano dalle altre divisioni dell'abitazione e un'apertura verso l'esterno, mentre gli interni possono essere caratterizzati da elementi architettonici affinché lo spazio risulti più funzionale e gradevole.
Considerate le suddette prerogative, il progettista rivolge l'attenzione verso la scelta dei sanitari, rivestimenti e arredi proponendoli al cliente attraverso un book illustrativo e successivamente collocati nella realizzazione grafica in 3D dello spazio.
La creazione e realizzazione di un bagno non si limita a quanto esposto, ma continua con la progettazione dell'impianto di riscaldamento e di condizionamento, con la previsione delle finiture da realizzare (tinteggiatura, rivestimento pareti e pavimenti), nonché la corretta e sicura fruizione dell'ambiente.

Quanto costano i servizi di un progettista bagni a Firenze?

Quando si tratta di stabilire stime generali sui costi di un esperto, si sa che non è facile quantificare in maniera precisa: come si può intuire, occorre considerare fattori che non sono fissi, bensì mutevoli a cominciare da imprevisti vari o problemi da risolvere nell'immediato, che potrebbero complicare lo svolgimento dei lavori e far aumentare le spese.

Firenze si sa, è una delle città italiane più importanti e costose e anche per quanto riguarda la retribuzione dei professionisti, il capoluogo toscano conserva standard molto alti. 

Ad esempio, i costi relativi all'acquisto dei sanitari vanno dai 150,00 € ai 350,00 € a elemento, alla cui spesa va aggiunto il costo della rimozione delle piastrelle vecchie di 10,00/20,00 € al metro quadro, e della pavimentazione (se si parla di ristrutturazione) con un costo che va dai 10,00 € ai 15,00 € al mq. 
Si può dire che una ristrutturazione "economica" della stanza da bagno non costa meno di 2.000,00 € - 2.500,00 €, cifra che comprende tutto,ad eccezione di sanitari e arredi, acquistati a parte dal committente.

Quali sono le misure minime per il bagno?

Cosa dice la legge nazionale in merito alle misure minime per il bagno? Diciamo subito che la legge non parla di misure minime o massime per un bagno, ma si limita soltanto ad elencare gli elementi indispensabili, ossia water, bidet, vasca da bagno o doccia, lavabo. La legge nazionale però non basta perché occorre integrarla al Regolamento edilizio del Comune di Firenze o del proprio comune in generale. Per fare un esempio, il Regolamento edilizio di Firenze indica per il bagno di un'abitazione una superficie minima di 3,5 mq e, se la casa è più ampia di 70 mq, il bagno deve avere il lato corto di minimo 170 cm. 

Al contempo, in altre zone d'Italia non è previsto l'obbligo di una superficie minima per il bagno, e ci sono anche territori urbani dove è necessaria soltanto soltanto la presenza dei pezzi indispensabili.

Sfoglia immagini correlate