Piastrellisti a Modena: Trova Piastrellisti | homify
Error: Cannot find module './CookieBanner' at eval (webpack:///./app/assets/javascripts/webpack/react-components_lazy_^\.\/.*$_namespace_object?:3644:12) at at process._tickCallback (internal/process/next_tick.js:189:7) at Function.Module.runMain (module.js:696:11) at startup (bootstrap_node.js:204:16) at bootstrap_node.js:625:3

224 Piastrellisti a Modena

Antica Ceramica Rubiera Srl
Antica Ceramica Rubiera è produttore di piastrelle in gres porcellanato per tutti gli usi architettonici: civili, industriali
Tuscania S.p.A.
Azienda a conduzione famigliare che a oltre 30 anni produce gres smaltato di altà qualità posizionandosi tra le megliori
Cozzi Stefano Artigiano Edile Piastrellista
Artigiano Edile-Piastrellista qualificato e con esperienza esegue piccole ristrutturazioni, pavimenti, rivestimenti interni
Fersini Marco - Pavimenti e Rivestimenti interni ed esterni
Marco Fersini è un posatore di Rimini che opera con passione, professionalità e cura dei dettagli. Effettua la posa di
BIANCO DENIS
Piastrellista artigiano, specializzato nella posa mosaico per locali commerciali e privati. Effettua posa di: pavimentazioni
Eccheli Pavimenti e Rivestimenti
Siamo lieti di presentarvi la nostra azienda Eccheli pavimenti S.R.L.S che lavora con progettazione vendita e posa di pavimenti
BROCCA MARCO PIASTRELLISTA
POSA PAVIMENTI E RIVESTIMENTILAVORAZIONE E POSA GRANDI LASTRE CERAMICHE
Attività Edili Cameli Marco
Opero dal 2000 nel settore delle pavimentazioni, sia esterne che interne, di qualsiasi materiale ceramico e/o lapideo, pietre
Pavidesign
La pavidesign ha un esperienza trentennale nel mondo della posa in opera di : ceramiche , marmo , pietra , porfido. Affidarsi
TECAS Y MADERAS DE COLOMBIA SAS
Somos una empresa dedicada a la fabricacion, distribucion e instalacion de madera natural, como GRANADILLO, ZAPAN, TECA,
 Elmar Franke Fliesenlegermeisterbetrieb e.K.
Die unendlichen Möglichkeiten mit Fliesen, Sanitär und Vinyl, Parkett und Laminat hat sich die Firma Franke zur Berufung
Fliesen Hiersemann
Setzen Sie auf individuellen Service durch den Fliesenlegermeister Marcus Hiersemann. Ob Privatkunden, Architekten oder
Göttling Fliesentechnik GmbH
Als mittelständiger Handwerksbetrieb in Hamburg mit vier kaufmännisch/technischen Mitarbeitern im Innendienst, zehn festangestellten
KAROİSTANBUL
We produce handmade flooring and wall finishing products, for customers internationally since 1975. Karoistanbul has been
Profi Parkiet II
Produkcja i montaż: - Parkietu - Listew przypodłogowych  - Boazerii angielskiej Od 1995 roku zajmujemy się układaniem i
bratbud
Usługi wykończeniowe w pełnym zakresie.
Millenium Brokers
´Somos una empresa dedicada 100% a la comercialización de acabados, más exactamente pisos tanto de madera estructurada como
brak firmy-prywatnie
Aktualnie pracuje w firmie budowlanej.Po pracy wykonuje kafelkowanie prywatnie.

Piastrellisti a Modena

Il piastrellista è quel lavoratore specializzato nella realizzazione di rivestimenti murali in pietra naturale o artificiale, ceramica, vetro e marmo, rispettando le linee guida dell’architetto in fatto di forme e disegni. Caratteristiche imprescindibili del piastrellista sono la precisione millimetrica e l’attenzione i dettagli, fondamentali per un risultato finale armonioso. Il piastrellista può decidere di stare alle dipendenze di una ditta di costruzioni o in un laboratorio artigiano, oppure lavorare in forma autonoma: se questo lavoratore decide di svolgere l’attività autonomamente, deve essere iscritto all’albo delle imprese artigiane della propria regione. 

Il lavoro del piastrellista si svolge seguendo 6 step di base, ossia:

  • il calcolo della quantità di materiale necessario per svolgere il lavoro di rivestimento;
  • stabilire il tipo di sottofondo su cui posare le piastrelle o le pietre del mosaico;
  • il taglio preciso delle piastrelle in base alla loro collocazione, attraverso apposite macchine;
  • esegue personalmente il letto di malta e colla per il sottofondo, collocando successivamente gli elementi del rivestimento con precisione e senso del gusto;
  • può suggerire colori, forme, ripartizione delle superfici;
  • sigilla adeguatamente le fughe. 

Quale deve essere la formazione di un bravo piastrellista?

Per diventare piastrellista, occorre frequentare scuole edili e successivamente svolgere un periodo di apprendistato (48 mesi) con contratto di mestiere, e relativi corsi formativi (120 ore per la durata del triennio) presso strutture formative accreditate dalla Regione, o all’interno dell’azienda. Al termine del percorso, l’apprendista ottiene la qualifica professionale acquisita ai fini contrattuali e la formazione verrà registrata nel Libretto personale di formazione professionale edile.

In cosa consiste l’attività del piastrellista?

Oltre a mettere in posa le piastrelle su di una superficie verticale o orizzontale, che si può dire rappresenta soltanto la fase finale dell’intero lavoro, il piastrellista deve eseguire tutta una serie di operazioni per far sì che la suddetta fase finale venga svolta in maniera perfetta e rapida. Prima della piastrellatura infatti, questo esperto deve saper valutare bene i fattori esterni, in particolare se si tratta di una superficie esterna all’abitazione, evitando condizioni sfavorevoli come:

  • le temperature, che se estreme potrebbero far asciugare la colla o troppo rapidamente o con tempi molto lunghi creando problematiche di adesione. La temperatura consigliata per la posa delle piastrelle è tra i 15 e 30 °C.
  • l’umidità nel massetto o nell’ambiente (in particolare nel bagno) potrebbe rallentare l’evaporazione dell’acqua presente nella colla in fase di asciugatura. In questo caso è opportuno ridurre l’umidità nell’ambiente e far sì che rimanga compresa tra il 40 e il 60%. 

Per quanto riguarda un lavoro di piastrellatura all’esterno dell’abitazione, oltre ai fattori sopra citati, ne entrano in gioco altri, come le intemperie. Ad esempio pioggia, neve e ghiaccio non fanno asciugare correttamente la colla, o comunque questa si asciugherà in tempi più lunghi, con conseguenti problemi di adesione; anche il vento non è un grande alleato nella posa delle piastrelle poiché l’esagerata areazione della colla riduce eccessivamente i tempi di asciugatura della colla, creando uno strato biancastro sulla sua superficie che potrebbe provocare il distacco tra colla e piastrella o tra la colla e il supporto. Dopo aver considerato i fattori esterni, il piastrellista passa alla valutazione dei supporti sui quali va a posare le piastrelle. Questi comprendono la planarità del sottofondo, che consente  di utilizzare meno colla ed effettuare una spalmatura regolare, il tipo di supporto, che nella maggiorparte dei casi è il classico massetto cementizio, ma ci sono casi in cui c’è la necessità di applicare le piastrelle su pannelli isolanti MDF, OSB, materiale metallico, altre piastrelle o materiale plastico. Altri fattori da considerare sono la presenza eventuale del riscaldamento a pavimento, il quale deve essere disattivato almeno 48 ore prima della posa, durante la posa stessa e per una settimana dopo la fine della posa.

Infine, le ultime valutazioni che un piastrellista deve fare riguardano prodotti da utilizzare:

  • per il massetto si utilizzano collanti monocomponenti, tixotropici ed elastici con un tempo aperto di 40 minuti;
  • per il cartongesso si utilizzano primer per cartongesso prima di utilizzare un collante tradizionale;
  • per le piastrelle in sovrapposizione, si impiega un primer per supporti compatti e una colla specifica per sovrapposizione;
  • per i pannelli in fibra di legno si utilizzano colle bicomponenti perché la percentuale di acqua contenuta nelle colle monocomponenti nell’evaporazione potrebbe “gonfiare” i pannelli in fibra di legno e provocare quindi crepe e altre problematiche;
  • per superfici in vetro è adatta la colla senza componenti cementizie, costituita di componenti a base di resina per aumentare l’adesione. Stesso discorso vale per le superfici in plastica.

Quali sono i costi di un piastrellista a Modena?

Non è facile stabilire i costi esatti di un lavoro di pavimentazione o di rivestimento, ma l’importante è affidarsi a piastrellisti che sapranno consigliare i materiali più adatti in considerazione delle esigenze proprie e dell’ambiente nel quale si deve intervenire. Per fare questo, si può consultare il sito di homify comodamente dal proprio smartphone o computer, inserendo negli appositi spazi, “piastrellista” e “Modena” e in pochi minuti si avrà una lista di esperti operanti sul territorio di Modena e provincia, evitando ricerche vane, che magari riguardano professionisti operanti in altre regioni italiane. Per quanto riguarda i costi, che variano sensibilmente in base ai materiali utilizzati, il luogo in cui il piastrellista dovrà posare le piastrelle e le caratteristiche della superficie, risentono anche della regione o città di riferimento: a Napoli, Palermo o Bari, i costi di un lavoro come questo saranno più contenuti rispetto allo stesso tipo di opera effettuata in città come Milano, Torino, Firenze. Di seguito potrete trovare alcune indicazioni sui prezzi delle tipologie di mattonelle più diffuse, ai quali va aggiunto il costo della manodopera (circa 20-30 € al mq oppure 25-35 € all’ora). 

  • Piastrelle monocottura: 8-12 € al mq;
  • Piastrelle bicottura: 13-15 € al mq;
  • Grés porcellanato: 15-25 €.

Per approfondire la questione piastrelle, non perdete 7 esempi strepitosi di piastrelle per la cucina.

Sfoglia immagini correlate