Carpentieri a Torino: Trova Carpentieri | homify

1 Carpentieri a Torino

Bacino di utenza

Carpentieri a Torino

È molto difficile riuscire a individuare un buon carpentiere. Un processo di scelta ben più complesso rispetto al semplice selezionare un idraulico o un elettricista. Si tratta infatti di un ambito con il quale le persone comuni raramente si ritrovano ad avere a che fare. È bene dunque capire quale sia il ruolo di un carpentiere. Impensabile prendere in considerazione l'idea di svolgere certi incarichi in modalità fai da te, trattandosi di interventi particolarmente specifici, per i quali risulta necessario padroneggiare determinate abilità. In termini generali, si tratta di un professionista che si occupa sia della progettazione che della realizzazione di strutture, molto spesso provvisorie, fondamentali per la costruzione di edifici, fabbricati o svariate forme di opere ingegneristiche. A seconda dei casi e dunque delle necessità di operai, architetti e ingegneri, queste saranno in legno o in metallo. Se questa è la definizione corretta, occorre anche dire come possa risultare un po' datata. Sempre più spesso infatti si confonde il carpentiere con altre figure, come ad esempio il falegname. Ciò è dovuto a una particolare tendenza, diffusasi sempre più negli ultimi 10 anni: quella di invadere il raggio d'azione di muratori e operai di vario genere. Molto spesso è infatti possibile trovare un carpentiere specializzato nella posa dei pavimenti, così come nell'isolamento termico, acustico o nell'installazione dei controsoffitti.

Qual è il compito di un carpentiere

Se si è alla ricerca di un carpentiere a Torino è possibile che si abbia bisogno di svariati interventi, inseriti nel contesto di un progetto alquanto ampio. Uno dei compiti principali di questa figura professionale è la realizzazione di casseforme, ovvero sia delle strutture in legno o in metallo nelle quali si versa il calcestruzzo in forma liquida. Ciò consente a quest'ultimo di solidificarsi assumendo la forma desiderata. Una volta completata questa operazione, sarà compito del carpentiere operare il disarmo, e dunque la rimozione della cassaforma, evitando danni al contenuto, necessario per proseguire il progetto avviato. A seconda del tipo di lavoro in corso, il professionista dovrà poi occuparsi della realizzazione di ponteggi e impalcature. Ormai da anni l'attività di un carpentiere ha superato certe barriere, espandendo sempre più il proprio territorio di competenza. Ciò vuol dire occuparsi della posa di pavimenti in parquet, così come del montaggio di una controsoffitta. Qualora si sia certi della grande esperienza della figura assunta, gli si potrà affidare tali incarichi, risparmiando sul budget complessivo prefissato, dal momento che non sarà necessario contattare altri professionisti. Allo stesso modo un carpentiere moderno potrà assicurare un corretto isolamento termico e acustico di ambienti casalinghi o lavorativi. Ad ogni modo, nella maggior parte dei casi, si occupa di opere di manutenzione ordinaria, come l'installazione di pareti in cartongesso. 

Carpentieri a Torino: costo orario

Dovendo ricercare un carpentiere a Torino si avrà dinanzi a sé una doppia scelta, optare per un professionista inserito nel team di un'azienda o un libero professionista. Nel primo caso si riceverà un preventivo, decidendo liberamente di accettare o meno. Nel secondo invece il costo della manodopera sarà frutto di una negoziazione, che potrebbe modificare leggermente al ribasso il preventivo presentato. Questa differenziazione rende l'analisi dei costi orari alquanto indicativa, considerando inoltre come spese relative a materiali e macchinari sono da considerarsi a parte. Il costo orario medio varia da 27,00 a 37,00 euro. Per la creazione di una cassaforma, con versamento del calcestruzzo, si prevede un costo dagli 80,00 ai 90,00 euro per metro cubo. Decisamente inferiore la spesa prevista per il montaggio di un controsoffitto o una parete isolante, da 25,00 a 30,00 euro per metro quadrato. La posa di un parquet può invece prevedere un costo dai 35,00 ai 50,00 euro per metro quadrato. Per grandi città come Torino si prevede però un aumento medio di circa il 15-20%.

Come scegliere un carpentiere a Torino

A meno che non si opti per un'azienda, che dovrà essere valutata nel suo complesso, si dovrà selezionare con cura un carpentiere in grado di mostrarsi all'altezza della situazione. Questi deve mostrare un certo senso d'iniziativa, garantire i propri consigli professionali al cliente ed essere autonomo nel portare avanti gli interventi necessari nei vari locali casalinghi o d'ufficio. Per questo tipo di lavori è necessaria una buona capacità di rappresentazione spaziale, così come una padronanza del disegno tecnico, così da presentare il progetto nella sua interezza. Qualora si abbia una certa dimestichezza in ambito edilizio, si consiglia di prendersi un po' di tempo per parlare con il carpentiere in cima alla propria lista di preferenze, così da carpire il maggior numero possibile di informazioni, rendendosi conto del livello di professionalità che potrebbe apportare al lavoro richiesto. Nella maggior parte dei casi però il committente non ha alcuna esperienza in questo campo, il che porta ad affidarsi quasi totalmente ai feedback ottenuto da chi precedentemente si è rivolto a tale carpentiere. Il web in tal senso può essere di grande aiuto ma è innegabile come le informazioni di prima mano, tramite amici e parenti, siano da preferire. Ascoltare i giudizi di una persona cara, che di certo sarà sincera al 100%, denota un chiaro vantaggio sul fidarsi ciecamente dei pareri, a volte contrastanti, di perfetti sconosciuti su alcuni siti di settore online.