502 Architetti a Milano

Bacino di utenza

Architetti a Milano

Quali sono i vantaggi dell’avere un architetto a Milano?

Vogliamo costruire o ristrutturare la nostra casa? Bene, allora dovremmo scegliere un buon architetto perché è il primo passo fondamentale per il nostro progetto. L’architetto è il professionista chiave per realizzare le nostre idee, ma non solo: rappresenta anche il miglior consigliere in quanto esperto di normative nazionali ma soprattutto locali, capace quindi di guidarci nella richiesta delle autorizzazioni necessarie per la costruzione o per la ristrutturazione. È di fondamentale importanza scegliere un professionista della nostra stessa città, in questo un architetto di Milano. Affidarci a un architetto a Milano o provincia significa poter contare su una figura professionale di riferimento che conosce bene le caratteristiche del luogo dal punto di vista ambientale, burocratico e naturalmente architettonico. Un architetto a Milano saprà indicarci le opportune raccomandazioni se volessimo costruire nella provincia milanese, in periferia oppure in campagna, senza considerare i preziosi consigli di design architettonico. Come abbiamo già detto, è necessario sottolineare che un architetto a Milano sia a conoscenza di informazioni sulle normative da rispettare, norme che è bene consultare non solo su internet prima di effettuare qualsiasi lavoro a Milano o in Italia.

Un architetto a Milano inoltre dovrà, in linea di massima, mantenere tariffe adeguate ai salari medi percepiti nell’area dove opera. Per la ristrutturazione di un appartamento in una zona semi centrale a Milano, per esempio, i costi di progettazione si aggirano attorno ai 80 Euro al metro quadrato, escludendo pratiche amministrative e direzione dei lavori che logicamente variano in base al tipo di costruzione, di appalto e di autorizzazioni da richiedere. Scegliendo un architetto a Milano, sarà quindi più facile confrontare le sue tariffe e le voci esposte nell’onorario, con quelle di altri architetti in altre città italiane.

Infine, non dimentichiamo che un architetto a Milano potrà indicarci o suggerirci i migliori materiali visti i suoi contatti diretti con fornitori di fiducia in zona con cui magari già collabora da anni e che sono forse disposti a offrire sconti e/o agevolazioni di prezzo per la costruzione o la ristrutturazione di una casa.

Quanto costa costruire una casa a Milano?

Non è facile definire un costo preciso della costruzione di una casa a Milano perché esistono molte variabili che possono incidere sul prezzo finale, come il tipo di immobile oppure le finiture dell’appartamento, senza dimenticare forse il fattore più importante: la posizione naturalmente.  Come avviene in tutte le città del mondo, infatti, il luogo in cui si decide di costruire la propria casa ne determina parte del valore finale. A Milano e provincia, il prezzo per la costruzione di una casa può variare molto da zona a zona. Si parla di circa 1.700 Euro al metro quadro in zona Corsico e Rho, fino ad arrivare ai 3.500 Euro a Buccinasco o Settimo Milanese, fino ai circa 8.000 al Centro Storico e Segrate.

In linea di massima, una casa a Milano può costare da un minimo di 120.000 Euro a oltre 489.000 Euro.

Quali sono le restrizioni che chi vuole costruire a Milano deve conoscere?

Se non siamo interessati a vivere in un condominio e vogliamo costruire o ristrutturare una casa a Milano e provincia sarà molto importante allora informarsi presso l’ufficio tecnico del Comune, oppure in alternativa consultare con un architetto a Milano per quanto riguarda le normative vigenti in materia di edilizia, o sulle eventuali restrizioni e sui tributi da pagare per la richiesta delle necessarie autorizzazioni. Per esempio, se vogliamo intervenire in una zona di particolare rilievo storico, allora dovremo rispettare il restauro conservativo ed evitare opere di architettura moderna. Nel caso di nuove costruzioni dovremmo rispettare le norme che sono contenute nel regolamento edilizio locale che impone una distanza minima di dieci metri tra le facciate di due edifici ad esempio.

Quali sono le caratteristiche architettoniche di Milano?

Milano, così come tante altre città italiane è un vero mix di stili architettonici differenti. Il dialogo tra i vari stili architettonici fa parte della bellezza della città milanese. Dopo l’esposizione universale del 1906, lo Stile Liberty viene influenzato dallo stile europeo: la Stazione Centrale, nata tra 1906 e 1931, mischia infatti un tardo Liberty al Razionalismo italiano degli anni Trenta.

In pieno stile Liberty è il Cinema Dumont, nato tra 1908 e 1910, secondo cinema d’Italia dopo il Lumière di Pisa. Si distingue per decorazioni in cemento armato con elementi vegetali e maschere.

Milano si distingue anche per la sua architettura rinascimentale. Ricordiamo il Castello Sforzesco di Milano, costruito dagli Sforza, uno dei castelli più belli d’Italia costruito nel Quattrocento e usato come cittadella militare nel Cinquecento. Numerose sono anche le chiese di Milano in stile rinascimentale, una su tutte, Santa Maria delle Grazie dichiarata patrimonio dell’Unesco, un vero gioiello del Rinascimento Italiano.

Ad oggi, Milano si pone al centro dell’architettura europea con opere di rilievo. Fin dal movimento Futurista, infatti, la città ha avuto un’indole tendente al progresso. Milano mette in mostra grattacieli e palazzi altissimi come il nuovo grattacielo di Pelli, la nuova piazza Gae Aulenti e il famoso Bosco Verticale, sfide a colpi di record e primati tra gli architetti di fama internazionale.

Se anche tu sogni una splendida casa nella città di Milano, oppure una casa di campagna nella bellissima regione lombarda affidati agli esperti presenti nella sezione Architetti a Milano di homify: trova l’architetto a Milano più vicino a casa tua e chiedi subito un preventivo!