72 Architetti a Genova

Bacino di utenza

Perché scegliere un architetto a Genova?

L’architetto è una figura chiave, fondamentale per la buona riuscita del progetto di costruzione o ristrutturazione di una casa, lo sa bene chiunque si sia trovato almeno una volta in questa situazione. Per questo motivo il consiglio è di scegliere un architetto della nostra città, in grado di consigliarci sulle soluzioni migliori e più adatte alla specifica località. Solo un architetto di Genova, per esempio, può conoscere a fondo i regolamenti edilizi della città ed evitarci fastidi e problemi dovuti alla mancata concessione di permessi o al pagamento di esose multe.

Inoltre, data la posizione particolare della città, è molto più probabile che un professionista abituato ad esercitare in quel territorio ne conosca i punti i più critici e possa proporre un progetto in linea con le sue caratteristiche morfologiche e lo stile architettonico dei suoi palazzi.

Inoltre, non dobbiamo trascurare il fatto che generalmente un architetto di Genova, per poter lavorare, adeguerà il proprio onorario ai livelli dei compensi medi percepiti in città, mentre invece un professionista esterno potrebbe riservarci sorprese non sempre positive in proposito.

In termini pratici, questo significa che per il progetto di ristrutturazione di appartamento di circa 90 metri quadrati in una zona semi centrale della città il compenso medio richiesto da un professionista dovrebbe corrispondere a circa 52 Euro al metro quadrato. Si tratta naturalmente di un’indicazione di massima, che non tiene conto dei costi relativi alle pratiche amministrative e alla direzione dei lavori, che possono variare a seconda delle diverse esigenze.

Infine, come ultimo elemento ma non per questo meno importante, occorre ricordare che un architetto di Genova potrà generalmente consigliarci sui fornitori in grado di offrirci il miglior rapporto qualità prezzo.

Quanto costa costruire o ristrutturare una casa a Genova?

Quando si tratta di definire il costo di costruzione o ristrutturazione di una casa non è semplice fornire cifre esatte perché è necessario prendere in considerazione innumerevoli variabili, dal tipo di costruzione alla superficie occupata, fino alla posizione. Perché anche a Genova, come nella maggior parte delle città italiane, l’ubicazione dell’immobile è determinante nella definizione del prezzo della costruzione.  Alcuni quartieri sono infatti considerati di maggior di pregio rispetto ad altri, sia perché collocati in una zona di particolare interesse storico e culturale o dotata di vista panoramica o perché vicini al mare.

Nel capoluogo ligure infatti costo di una casa può variare dai poco più di 1.200,00 Euro al metro quadrato di Valpolcevera Nord, ai 2.000,00 Euro di Castelletto, fino agli oltre 3.000,00 Euro al metro quadrato per zone come Medio Levante, Quinto, Sestri e Sant’Ilario. Per un’abitazione di circa 82 metri quadri – la superficie media delle abitazioni di Genova  – potremo quindi spendere da un minimo di 98.000 Euro fino a circa 250.000 Euro.

Le limitazioni e i vincoli per chi vuole costruire o ristrutturare a Genova

Come in ogni località d’Italia, quando si decide di ristrutturare o costruire una nuova casa a Genova e  dintorni, il primo è quello di informarci presso l’ufficio tecnico del Comune su quali siano le normative locali in materia di edilizia, le autorizzazioni da richiedere, la documentazione da fornire ed eventualmente le tasse da corrispondere. In alternativa, soprattutto se temiamo di perderci attraverso la burocrazia, potremmo richiedere la consulenza a un architetto di Genova, che saprà indirizzarci verso la soluzione più adatta alle nostre esigenze.

Che stile architettonico ha la città di Genova?

A Genova sono davvero tante le zone sottoposte a vincolo, paesistico, architettonico o archeologico in cui non si può edificare o in alternativa è possibile farlo ma con severe limitazioni: oltre naturalmente al centro storico, dichiarato dall’Unesco “Patrimonio mondiale dell’umanità”, anche diverse altre zone sono oggetto di restrizione, come per esempio Piazza Manzoni (vincolo archeologico), Corso Torino (vincolo archeologico) o parte di Via Corsica (vincolo paesistico), giusto per citare alcune aree cittadine.

Con la sua particolare e inconfondibile disposizione arroccata sulle colline e affacciata sul mare, la città della Lanterna – come viene comunemente chiamata Genova – ha infatti attraversato secoli di storia, passando dalle origini pre romane ai gloriosi fasti della Repubblica marinara fino all’aspetto di moderna città industriale oltre che portuale. Un lungo percorso che ha lasciato tracce ben evidenti nel tessuto urbano – contraddistinto dalla caratteristica divisione in “caruggi” – e nel design architettonico delle sue costruzioni: dalla magnificenza dei “Palazzi dei Rolli”, le celebri dimore nobiliari in stile rinascimentale e barocco che caratterizzano le cosiddette “strade nuove” del centro storico all’architettura moderna del Porto Antico ristrutturato da Renzo Piano in occasione dell’Expo del ’92.

Il risultato è una città dalla personalità unica che, grazie alla sua vocazione marinara, fonde in sè innumerevoli anime e culture, offrendo grandi spunti per l’architettura. Che si decida di costruire a Sanpierdarena, Coronata, Foce o qualsiasi altro quartiere di Genova, avremo infatti la possibilità di fare riferimento a un ampio ventaglio di stili, materiali e tradizioni, per dare vita a una casa davvero speciale, dotata magari di un ampio terrazzo affacciato sul mare o sulla città stessa.

L’idea ti affascina? Non aspettare oltre e affidati agli esperti inseriti nella sezione Architetti in Genova: trova l’architetto a Genova a te più vicino, chiedi subito un preventivo e incomincia a sognare la casa dei tuoi desideri!