141 Architetti a Firenze

Bacino di utenza

Perché scegliere un architetto a Firenze?

La scelta dell’architetto che seguirà la costruzione o la ristrutturazione della nostra casa è una decisione che va presa con attenzione valutando diversi pro e contro. L’architetto è un punto di riferimento. In particolare, è importante tenere conto dei vantaggi che otterremo dalla scelta di un professionista della nostra città. Perché, oltre a poter garantire una perfetta conoscenza dei regolamenti locali in materia di edilizia, dei permessi da richiedere e delle eventuali tasse da pagare, un architetto a Firenze, per esempio, saprà infatti anche fornirci utili consigli sulle caratteristiche del territorio, sui materiali tipici della zona e naturalmente anche sui vincoli di carattere storico e culturale da rispettare.

Inoltre, è utile ricordare che in linea generale un architetto di Firenze esporrà compensi adeguati agli stipendi medi percepiti in città. Per esempio per il progetto di ristrutturazione di una casa di circa 90 metri quadrati in un quartiere semi centrale della città, un architetto di Firenze potrebbe esporre una fattura di circa 53 Euro al metro quadrato, esclusi i costi riguardanti le pratiche amministrative e la direzione dei lavori, che generalmente variano a seconda delle specifiche esigenze e delle normative.

Inoltre, da non sottovalutare il fatto che un professionista esperto della città saprà di certo segnalarci i migliori fornitori locali (ad esempio imprese edili, pavimentisti e falegnami), a cui rivolgerci per ottenere un lavoro soddisfacente in termini di rapporto qualità prezzo.

Quali costi per costruire o ristrutturare una casa a Firenze?

Non è semplice fornire il costo preciso per la costruzione o ristrutturazione di una casa a Firenze e provincia perché occorre tenere presenti diversi fattori, variabili a seconda delle diverse situazioni: dalla superficie dell’immobile al tipo di finiture, fino alla posizione della casa. Perché, come avviene nella maggior parte delle città italiane, anche a Firenze, l’ubicazione dell’abitazione è uno degli elementi fondamentali per la determinazione del prezzo. Alcune zone della città , infatti, sono considerate di maggior valore rispetto ad altre: soprattutto le case del centro storico che, con il suo inestimabile patrimonio artistico, è conosciuto e amato in tutto il mondo.

A Firenze, il costo di una casa può quindi variare dai circa 2.700,00 Euro al metro quadrato di Firenze Nord, ai 3.000,00 Euro e più dell’Isolotto, Collina Nord e San Jacopino, agli oltre 3.000,00 di Campo di Marte, fino i quasi 5.000,00 al metro quadrato di Oltrarno. Per un immobile di circa 90 metri quadri – le dimensioni medie delle abitazioni di Firenze – potremmo quindi spendere da un minimo di 240.000 Euro fino a più di 450.000 Euro.

I limiti e i vincoli per chi vuole costruire o ristrutturare a Firenze

Il primo passo da effettuare quando si decide di ristrutturare o costruire una nuova casa a Firenze è quello di informarci presso l’ufficio tecnico del Comune su quali siano i regolamenti locali in materia di edilizia, su quali permessi e quali documenti siano necessari per procedere ai lavori e su quali siano le eventuali tasse da pagare. In alternativa, se temiamo di perderci nella burocrazia, potremmo rivolgerci un architetto di Firenze, che saprà aiutarci a individuare le soluzioni più adatte alle nostre esigenze, evitandoci così errori e fastidiose multe.

Perché a Firenze e dintorni, come è facilmente intuibile, sono davvero tante le aree sottoposte a tutela:  oltre al centro storico anche quelle zone considerate di particolare rilievo dal punto di vista storico, culturale o paesaggistico, come per esempio le colline e la campagna in cui sorgono le celebri ville medicee.

Quale stile architettonico è tipico di Firenze?

Con il suo immenso patrimonio di chiese, palazzi, musei, monumenti e piazze, Firenze è infatti una città conosciuta in tutto il mondo, considerata il cuore pulsante della cultura rinascimentale e visitata ogni giorno da migliaia di turisti. Per questo motivo quindi le norme che ne disciplinano la materia edilizia sono particolarmente severe e impongono quanto più possibile la conservazione del design architettonico originale. Ma Firenze non è solo storia, è anche una città al passo con i tempi che regala affascinanti scorci di architettura moderna e contemporanea, come per esempio la Stazione di Santa Maria Novella o l’Archivio di Stato. Oppure, per citare un edificio civile, potremmo pensare al condominio di San Jacopino ideato nell’omonimo quartiere dall’architetto Marco Dezzi Bardeschi a partire dal 1973: caratterizzato dalla fusione di diverse forme geometriche, questa particolare costruzione riesce a esprimere una sensazione di dinamicità e movimento, quasi fosse un organismo vivente. Il risultato è una palazzo destinato sia a uffici che a un uso residenziale, dove i moduli abitativi sono diversi tra loro, ciascuno dotato di un terrazzo che, grazie alla singolarità del design, appare diverso per forma o orientamento.  Si tratta naturalmente di un esempio che potremmo prendere come spunto da cui partire per progettare la nostra nuova casa, in stile contemporaneo, ma al contempo contraddistinta da quella ricerca di stile e perfezione che caratterizza la quasi totalità degli edifici o condomini fiorentini, indipendentemente dall’epoca a cui appartengano.

Se anche tu aspiri a una simile ricerca di perfezione nello stile, scorri subito l’elenco degli Architetti in Firenze proposto da homify: cerca l’architetto a Firenze più vicino a casa tua e richiedi subito un preventivo, per incominciare a sognare la casa che hai sempre desiderato!