Studio Architetto Pontello: Architetti a Fiesole | homify
Studio Architetto Pontello
edit edit in admin Richiedi recensione Nuovo Progetto

Progetti

Il Chianti dell’Architetto Fortunato Simone Pontello

 

E’ la Toscana per eccellenza, dove la bellezza del paesaggio sminuisce anche le più commoventi citazioni poetiche. Il Chianti, celebre per i vigneti del rosso famoso ovunque, l’olio di eccelsa qualità, ma soprattutto per l’ineguagliabile stile di vita, apprezzata fin dall’ottocento dai giovani romantici di estrazione germanica e anglosassone che stemperavano la sindrome di Stendhal, contratta a Firenze, soggiornando nel contado chiantigiano. Le caratteristiche dell’ambiente, le sue dolci colline si ripercuotono sull’architettura di quest’area, tutt’oggi amata dagli stranieri che giungono a Panzano, Castellina, San Donato in Poggio e Radda in Chianti, solo per citarne alcuni, da ogni parte del mondo. Un’area punteggiata da torri, ruderi di castelli principeschi, dimore nobiliari e mura diroccate, assimilate quasi ovunque a soggetti rurali: poderi, case contadine, stalle e fienili che risorgono dalle ceneri dell’abbandono e delle ristrutturazioni selvagge nel boom economico tra gli anni ’60 e ‘70. L’architetto fiorentino Fortunato Simone Pontello, innamorato fin da piccolo della campagna toscana, (vive con la famiglia tra  Fiesole e Volpaia), stabilisce da molti anni a questa parte, una sorta di affinità elettiva tra l’aspetto vernacolare dell’impianto abitativo e il tocco moderno degli interventi radicali, nel pieno rispetto della tradizione, animato della passione per il recupero strutturale e materico con lo studio attento, quasi maniacale dei reperti storici che riesce ad unire al confort di una percezione contemporanea e pienamente eco-sostenibile. Ultimo nato, anzi risorto dalle ceneri dei primi anni sessanta, il piccolo podere chiamato dai proprietari sudafricani “la Toscana” composto dall’ovile con annessa la camera del pastore, un fienile e una stalla. Cercando di non alterare la struttura originale, Pontello sposta l’antica strada di accesso che inficia il perimetro tagliando in due il complesso, trasformandola in un ampio giardino con orto e piscina che scandiscono il passare delle ore tra giochi d’acqua e colazioni all’aperto. Della struttura originale si conservano unicamente i muri perimetrali, con una particolare attenzione alle piante autoctone, come rose canine e gelsomini . L’architetto riapre gli antichi spazi creando una continuità tra esterni e interni. Pietra locale per le murature ,alternata a legni di recupero e travertini nelle pavimentazioni , per donare all’insieme un’aura di unicuum armonico dove la campagna in ogni stagione viene vissuta in un perenne interscambio di ambienti diversi. Punto focale di ogni proprietà per stemperare la calura estiva, la piscina: leit motiv delle creature dell’architetto Pontello. Le forme semplici e lineari ricalcano il concetto della vasca lavatoio dove le contadine lavavano i panni fino al primo dopoguerra e al contempo nascondono tecnologie moderne quali l’impianto a tapparella che fuoriesce dal fondo-piscina mantenendo una piacevole temperature costante. L’integrazione é totale con l’antico tessuto di terrazzamenti chiantigiani, costruito con muri a secco: dove la vigna si alternava all’olivo. Gli interni grazie alla decennale esperienza dell’architetto e dei suoi preziosi artigiani, nasconde dietro vecchi decori rifatti ex novo le più avanguardistiche tecnologie. Le pavimentazioni in massello antico vengono posate con apparente nonchalance su impianti di climatizzazione di ultima generazione. Un pool di esperti decoratori usciti dalla scuola d’arte di Firenze riportano a nuovi fasti gli antichi materiali della casa arricchendoli con pitture e decori secondo l’antica usanza della nostra regione. Grande impatto visivo per le opere di falegnameria che modellano le cucine ricreando quella atmosfera di fulcro casalingo delle dimore di campagna. Il risultato finale non dà adito a dubbio alcuno, per quanto riguarda l’estrema gioiosa vivibilità delle coloniche, che lascia ai proprietari la facoltà di fare propri gli arredi grazie a a oggetti di famiglie a ricordi imprescindibili del loro retroterra culturale.        


Bacini di utenza
  • Firenze
  • Fiesole
  • Chianti
  • Toscana
  • Italia
Indirizzo
via delle Fontanelle 8
50014 Fiesole
Italia
+39-335432218 www.pontello.it
Prof pin.png%7c43.8008044,11