Pergola: Idee, immagini e decorazione

  1. Appartamento modern country: Pergola in stile  di Fabio Carria
  2. PERGOTENDA IN ALLUMINIO: Pergola in stile  di Grosso Tende Srl
  3. Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
    Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
  4. Le Pergole di MITA Tende: Pergola in stile  di MITA Tende da Sole Torino
  5. Le Pergole di MITA Tende: Pergola in stile  di MITA Tende da Sole Torino
  6. Le Pergole di MITA Tende: Pergola in stile  di MITA Tende da Sole Torino
  7. PERGOTENDA IN ALLUMINIO: Pergola in stile  di Grosso Tende Srl
  8. Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
    Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
  9. PERGOTENDA IN LEGNO: Pergola in stile  di Grosso Tende Srl
  10. PERGOTENDA IN LEGNO: Pergola in stile  di Grosso Tende Srl
  11. PERGOTENDA HELYOS: Pergola in stile  di Grosso Tende Srl
  12. PERGOTENDA HELYOS: Pergola in stile  di Grosso Tende Srl
  13. PERGOTENDA HELYOS: Pergola in stile  di Grosso Tende Srl
  14. PERGOTENDA IN LEGNO: Pergola in stile  di Grosso Tende Srl
  15. Terrazza con vista: Pergola in stile  di Giuseppina PIZZO
  16. Terrazza con vista: Pergola in stile  di Giuseppina PIZZO
  17. Terrazza con vista: Pergola in stile  di Giuseppina PIZZO
  18. Terrazza con vista: Pergola in stile  di Giuseppina PIZZO
  19. Terrazza con vista: Pergola in stile  di Giuseppina PIZZO
  20. Pergola in stile  di Eduardo Gutiérrez Taller de Arquitectura
  21. Pergola in stile  di NavarrOlivier
  22. Pergola in stile  di COBERTI
  23. Pergola in stile  di Berkana Shop
  24. Pergola in stile  di AERspire
  25. Pergola in stile  di 京悅室內裝修設計工程(有)公司|真水空間建築設計居研所
  26. Pergola in stile  di SOLISYSTEME
  27. Pergola in stile  di SOLISYSTEME
  28. Pergola in stile  di SOLISYSTEME
  29. Pergola in stile  di Ramella Arquitetura
  30. Pergola in stile  di 2712 / asociados
  31. Pergola in stile  di Ramella Arquitetura
  32. Pergola in stile  di Diego Alejandro Acevedo
  33. Pergola in stile  di Tu Obra Maestra
    Ad

Il tetto a pergola: le caratteristiche principali

Considerata una delle coperture per esterno più economiche, la pergola è una tettoia, in parte ancorata a una delle pareti esterne della casa, in parte sostenuta da pilastri fissati a terra e si distingue dal tetto piano per la sua caratteristica pendenza. Generalmente viene utilizzata come veranda e ingresso o semplicemente come magazzino. Data la semplicità della struttura, realizzare una pergola è facile ed economico: per evitare il costo dell’impermeabilizzazione basterà assicurarsi che la copertura sia sufficientemente pendente per far scivolare acqua e neve.

Quali materiali utilizzare per costruire la pergola?

La maggior parte delle pergole sono costruite con una struttura in alluminio, progettata appositamente per resistere al peso del tetto.

Per quanto riguarda la copertura, sono generalmente due le tipologie più utilizzate:

- Pannelli in policarbonato – è un materiale in materiale plastico a basso costo che non solo offre un alto livello di isolamento, ma è anche leggero e robusto. Sul mercato se ne può trovare di diversi spessori (da 16 a 35 mm) e colori. Poiché questo tipo di materiale devia la luce del sole, le pergole in policarbonato non potranno mai eguagliare la trasparenza del vetro né possederne le stesse proprietà insonorizzanti.

Inoltre, sempre rispetto al vetro, il policarbonato tende a sporcarsi più velocemente: per evitare la formazione di una inestetica fanghiglia verdastra, sarà quindi necessario pulirlo almeno 2 volte all’anno. Se intendiamo utilizzare la pergola come giardino d’inverno, il policarbonato potrebbe non costituire la soluzione migliore, perché costerebbe più da riscaldare, non ridurrà il rumore esterno e richiederà una manutenzione costante. Se invece intendiamo realizzare la copertura per un riparo occasionale o per una piccola serra, il policarbonato è la soluzione ideale, perché è economico e facile da installare;

- Pannelli in vetro – il vetro è generalmente la scelta più popolare per la copertura della pergola perché,  nonostante sia più costoso del policarbonato, offre un’ampia varietà di vantaggi. Uno degli aspetti positivi del tetto in vetro è senza dubbio la trasparenza, che contribuisce a far trapelare più luce. Inoltre presenta proprietà isolanti più elevate rispetto al policarbonato e, se appositamente trattato, permette addirittura di  controllare attivamente la quantità di calore e luce che possono entrare nella pergola. Infine, presenta migliori qualità insonorizzanti rispetto al policarbonato: un vantaggio che potrebbe rivelarsi prezioso per chi vive in una zona trafficata. Per chi desidera vivere la veranda tutto l’anno, il vetro costituisce quindi la soluzione più efficace, nonostante sia più costosa.

In ogni caso, il consiglio è di rivolgersi a un esperto nell’installazione di tetti e grondaie, che saprà di certo consigliarci la soluzione più adatta per noi.

Come costruire una pergola con il Fai da Te?

Prima di realizzare la pergola è importante informarsi sui permessi necessari: poiché i regolamenti possono variare a seconda del paese, il coniglio è di rivolgersi direttamente presso l’ufficio tecnico del Comune o presso un esperto architetto, ingegnere o geometra.

Una volta ottenuti i permessi, dovremo fissare al terreno le colonne di sostegno: sarà necessario scavare in profondità, per assicurare stabilità alla struttura. Un consiglio: prima di scavare, assicuriamoci che lungo il percorso non siano presenti gli impianti dell’elettricità, dell’acqua e del gas.

Se viviamo in una regione soggetta a forti nevicate, potrebbe essere utile impermeabilizzare la struttura.

Eseguite tutte queste verifiche potremo finalmente iniziare a realizzare la nostra pergola Fai da Te in legno, ecco come precedere:

- Identifichiamo l’area in cui desideriamo realizzare la struttura;

- Indichiamo sulla parete i due punti in cui posizionare i pali di sostegno, calcolando una distanza di circa 3 metri;

- Dai punti indicati nel punto precedente calcoliamo poi circa 2,5 metri verso l’esterno e scaviamo un foro profondo, in cui collocheremo i pali di sostegno;

- Posizioniamo i pali di sostegno e fissiamoli con il cemento;

- Inseriamo i pali di sostegno anche in corrispondenza della parete (serviranno come appoggio per la parte superiore del tetto);

- Una volta che questa struttura sarà pronta, stabiliamo sui pali l’altezza della nostra pergola, definendo così l’inclinazione del tetto (i pali appoggiati alla parete saranno infatti più alti di quelli esterni);

- A questo punto potremo procedere con la posa delle due travi orizzontali che collegano tra loro rispettivamente i pali di sostegno esterni e i due più lunghi alle pareti;

- Fissiamo quindi anche le 3 travi oblique che collegheranno la trave alta a quella più bassa, dando così forma al tetto;

- Una volta fissate le travi della struttura dei sostegno dovremo procedere con la copertura del tetto.

Se desideriamo chiudere ai lati la nostra pergola, per ricavare un comodo ambiente coperto da utilizzare come magazzino, potremo proseguire in questo modo:

Fissiamo sui due lati corti della struttura (nella parte inferiore) due travi che serviranno da base per le assi verticali;

Fissiamo le assi verticali su entrambi i lati corti della pergola;

Fissiamo alcune assi anche alle due estremità del lato lungo (1 metro per parte), lasciando libero almeno 1 metro nella parte centrale;

Sull’ultima asse di ciascuna delle due estremità appena realizzate fissiamo infine una cerniera sufficientemente robusta per reggere il peso di un’anta di circa 1 x 2,5 metri;

Fissiamo infine due ante che formeranno il portone.