Ingresso e Corridoio: Idee, immagini e decorazione

  1. Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
    Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
  2. Ingresso : Ingresso & Corridoio in stile  di Facile Ristrutturare
    Premium
  3. Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
    Hai bisogno di aiuto con il progetto della tua casa?
  4. CASA AV: Ingresso & Corridoio in stile  di De Vivo Home Design
    Premium
  5. Lavanderia Mobile Salvaspazio: Ingresso & Corridoio in stile  di JFD - Juri Favilli Design
    Premium
  6. Ingresso caratterizzato da armadio con ante a muro e a specchio: Ingresso & Corridoio in stile  di Facile Ristrutturare
    Premium
  7. ENGLEN: Ingresso & Corridoio in stile  di MOB ARCHITECTS
    Premium

L’ingresso e il corridoio: i biglietti da visita della nostra casa

Quando si incomincia a progettare l’arredamento di casa, spesso si tende a trascurare corridoio e ingresso, privilegiando altre stanze, come per esempio la cucina o la camera da letto, considerate più funzionali. In realtà anche l’entrata meriterebbe una particolare attenzione perché rappresenta il primo ambiente con cui i nostri ospiti vengono a contatto, lo spazio che permette loro di farsi un’idea generale dell’abitazione. Per questo motivo il consiglio è quindi di pensare al decòr di corridoio e ingresso fin da subito. Non servirà spendere una fortuna, basteranno piccoli accorgimenti per rendere il locale più accogliente e rappresentativo della nostra personalità.

Come scegliere i mobili per un ingresso piccolo?

Se l’ingresso è piccolo, meglio evitare mobili ingombranti, per non ostacolare il passaggio. Meglio puntare sulla decorazione, scegliendo colori brillanti per le pareti. Potremmo per esempio dipingerle con colori a contrasto o rivestire anche solo una piccola porzione del muro con carta da parati dalle texture originali. Oppure, se amiamo l’arte, potremmo realizzare una suggestiva galleria, appendendo quadri e stampe a tutta altezza, dal pavimento al soffitto.

E se proprio non vogliamo o possiamo rinunciare ai mobili, scegliamo elementi bassi, che non appesantiscano visivamente la composizione: una cassapanca da utilizzare al tempo stesso come ripiano, scarpiera o seduta, oppure delle mensole posizionate a pochi centimetri da terra, perfetto come superficie d’appoggio o anche libreria. Molto utili anche i mobili a scomparsa o multifunzionali, come le consolle con ripiano a ribalta o le librerie con scrivania incorporata. Se poi all’ingresso sono presenti anche le scale, potremmo approfittarne per sfruttare lo spazio sottostante con scaffali o armadiature o, perché no, addirittura un piccolo angolo studio.

Come scegliere i mobili per un corridoio stretto

Il corridoio è una prerogativa delle case meno recenti, perché generalmente le abitazioni contemporanee sono caratterizzate da ambienti open space comunicanti tra loro o dotati di piccoli ambienti di passaggio. Fino agli anni ’80 era invece usanza prevedere la presenza di lunghi corridoi – più o meno larghi a seconda dello spazio a disposizione – su cui si affacciavano le diverse stanze.

Nel caso ci troviamo alle prese con un corridoio stretto, meglio puntare su soluzioni snelle e leggere: mensole con una profondità massima di 30 cm o sgabelli a ribalta, da fissare al muro, per creare all’occorenza un piccolo angolo lettura. Se abbiamo necessità di inserire una libreria, potremmo prendere in considerazione l’idea di realizzare una struttura a ponte che percorra l’intero corridoio oltrepassando le porte: per accedervi potremmo prevedere una pratica scala a pioli montata su un binario a scorrimento, perfetta anche come appendiabiti.

Quale colore scegliere per le pareti di un corridoio lungo e stretto?

In un corridoio lungo e stretto il colore delle pareti costituisce un elemento fondamentale perché può contribuire a rendere l’ambiente più luminoso e accogliente, amplificandone la percezione dello spazio.

In linea generale potrebbe quindi essere utile tenere a mente questi consigli:

se il soffitto è troppo alto, potremmo potremmo scegliere per quest’ultimo un colore scuro, in netto contrasto con quello delle pareti. Per diminuire ulteriormente l’effetto “canyon” potremmo inoltre realizzare un controsoffitto, da dipingere con tonalità più scure

per correggere visivamente le proporzioni del corridoio potrebbe rivelarsi utile puntare sul bianco e su colori tenui nella parte inferiore del muro, giocando invece con elementi geometrici nella parte più alta. In commercio è possibile acquistare sticker già pronti o, in alternativa, potremmo creare originali motivi personalizzati utilizzando gli appositi rulli decorativi in vendita nei centri specializzati per il bricolage;

se invece intendiamo enfatizzare l’effetto interminabile del corridoio, potremmo creare delle linee di fuga lungo la parete – utilizzando magari carta da parati a righe orizzontali.

Come rendere più luminosi un corridoio e un ingresso bui?

Per rendere meno cupi ingressi e corridoi bui, il trucco è quello di scegliere tonalità brillanti come il giallo e l’arancio. Per un ambiente intimo e raffinato, perfetti anche il rosa cipria, l’azzurro cielo o il verde acqua, magari sfumati.

Strategica sarà inoltre l’illuminazione: di grande effetto le appliques a parete, perfette per direzionare la luce nei punti di maggiore passaggio.

Come creare l’ingresso con un divisorio?

Se l’ingresso non esiste, potremmo facilmente realizzarlo, utilizzando un elemento divisorio. Spesso infatti nelle case moderne l’entrata di casa è situata direttamente in soggiorno: per separare le due diverse aree potremmo inserire per esempio un muretto o una libreria a mezza altezza. In alternativa, potremmo ricorrere a una colonna o, se preferiamo una soluzione più flessibile, potremmo scegliere una libreria o una scaffalatura montata su rotelle, per poter cambiare la disposizione degli spazi a seconda delle necessità del momento.

Quanto costa arredare e decorare ingresso e corridoio?

Stabilire una cifra precisa per l’arredamento e la decorazione di ingresso e corridoio non è naturalmente possibile perché dipende dal tipo di ambiente che intendiamo creare e dalle dimensioni degli spazi a nostra disposizione. In linea generale potremmo calcolare questi costi:

tra i 15 e i 30 Euro al metro quadrato per far dipingere le pareti da un imbianchino professionista;

tra i 10 e i 200 Euro per l’acquisto di mensole da fissare alle pareti come piano di appoggio per chiavi, borse e portafogli;

tra i 20 e i 200 Euro per la scarpiera o il mobile libreria;

Tra i 6 e i 100 Euro per l’acquisto dei punti luce.