Finestre in legno: Architettura, Idee e Foto l homify Finestre in legno: Architettura, Idee e Foto l homify

Finestre in legno: Architettura, Idee e Foto l homify

Le finestre in legno rispetto ad altri materiali

Le finestre in legno sono ancora la tipologia di finestre favorita dagli italiani per tanti motivi: sia per una architettura più verde ed ecologica, sia per le loro caratteristiche prestazionali e di stile. La concorrenza con altri materiali per gli infissi si è fatta più accesa, soprattutto per finestre in PVC per un fattore economico. Le finestre di legno, però, dal canto loro, offrono maggior isolamento termico a fronte di un investimento maggiore ma del tutto nella norma.

Cosa significa questo? Che il risparmio energetico in casa sarà più che significativo con delle finestre di legno, tenendo conto che una mancanza di isolamento termico efficiente è il motivo per cui spende circa il 70% in più di energia all’anno. L’isolamento non è da intendere solo per quanto riguarda le temperature rigide, anche in estate le finestre possono far salvare molta energia elettrica: in estate l'aria calda entra in casa e ci obbliga ad accendere l'aria condizionata, naturalmente isolando dal freddo, gli infissi in legno riescono anche ad isolarci dal caldo!

Naturalmente il legno è un materiale esigente in fatto di mantenimento, e il suo costo è superiore ad altre opzioni.

Tipi di finestre in legno   

Finestre di legno con apertura a battente 

Le finestre con apertura a battente sono la tipologia classica, dove le ante sono incernierate al telaio sulla parte verticale. Le ante possono aprirsi all’interno o all’esterno a seconda del tipo che viene montato. È possibile tenere solo un’anta aperta o entrambe. Con l’apertura interna si potranno pulire i vetri con più facilità, un dettaglio da non trascurare. 

Finestre di legno con apertura ribalta o vasitas 

Le finestre con questa apertura hanno le cerniere sulla parte inferiore del telaio; in questo caso creano una fessura sulla parte superiore della finestra. In questo modo la finestra, pur non aprendosi completamente, consente un ricambio dell’aria efficiente, senza consentire l’accesso all’esterno, diventando così ideali per ambienti dove un’apertura normale sarebbe difficile, come ad esempio in cantine e scantinati.

Finestre in legno con apertura scorrevole 

Le finestre di questo tipo hanno i binari montati direttamente sul telaio, in questo modo si aprono e si chiudono a scorrimento. Con questa apertura, gli infissi non sporgono all’interno o all’esterno. Le finestre con apertura scorrevole hanno due ante, una delle quali può essere fissa.

Finestre di legno con apertura traslante scorrevole

Questo tipo di infissi ha una delle due ante fisse, mentre l’altra apribile è perfettamente allineata e trasla verso l’interno scorrendo sulla parte fissa. Sono infissi adatti a chi ha grandi aperture senza montante centrale. Le finestre ruotano di 180°, così sarà facile pulire i vetri. Anche il ricambio dell’aria sarà particolarmente efficiente.

I prezzi delle finestre in legno 

Gli infissi di legno sono più tradizionali rispetto alle finestre in PVC o alluminio. Oltre alle loro qualità funzionali, vengono scelte anche per il loro aspetto estetico: le finestre di legno sono un materiale caldo, senza tempo, che si adatta sia ad ambienti moderni che rustici. Ma i prezzi? Le finestre in legno hanno costi che variano in base alla qualitá del legno scelto e al tipo di apertura. Come sappiamo bene,  l’estetica delle nostre finestre dipenderà molto anche dal legno utilizzato: un legno pregiato incide molto sul prezzo finale degli infissi, ma spesso un investimento iniziale alto si rivela più duraturo nel tempo. Indicativamente, una finestra in legno a due ante ha un prezzo minimo che va dai 199 €/mq per il lavoro eseguito con legno del tipo Okumè massello ad un massimo di 286 €/mq per lo stesso lavoro eseguito con Rovere lamellare.

Le porte finestre in legno, sempre a due ante, variano dai 174 €/mq per il lavoro eseguito con legno del tipo Okumè massello ad un massimo di 255 €/mq per lo stesso lavoro eseguito con Rovere lamellare. Da notare bene che i prezzi per una porta finestra sono più bassi rispetto ad una finestra in legno al mq perché all’aumentare della superficie del serramento, i costi di manodopera da parte degli esperti restano invariati. Facciamo un esempio con lo stesso legno Okumè massello: la finestra a due ante con misure equivalenti a 1,90 mq (130 cm*150 cm) costa tra i 390€ e i 440€; una porta finestra con lo stesso materiale e misure equivalenti a 2,99 mq (130 cm*230 cm) costerà tra i 520 € e i 600 €.

Come pulire le finestre di legno

Le finestre di legno possono essere pulite facilmente, bisognerà però informarsi rispetto a quella che è la verniciatura a cui sono sottoposti. Quindi la prima cosa da fare è guardare bene le informazioni da parte del produttore, per evitare detergenti sconsigliati o troppo aggressivi in grado di rovinare lo strato di vernice protettiva.

Una finestra di vetro può rovinarsi a causa del sole o dell’umidità, quindi il primo passo sarà quello di controllare lo stato della verniciatura per vedere se ci sarà bisogno di un recupero, oppure no.

Per le finestre di legno, possiamo inumidire un panno con acqua calda e rimuovere la polvere formatasi. Se necessario, è possibile utilizzare uno spazzolino. Dopo, con un panno morbido inumidito d’acqua tiepida e sapone di Marsiglia, procediamo a rimuovere le macchie di sporco.