Cucina in stile tropicale: Idee & Ispirazioni

  1. Hai bisogno di aiuto con la tua cucina?
    Hai bisogno di aiuto con la tua cucina?
  2. Hai bisogno di aiuto con la tua cucina?
    Hai bisogno di aiuto con la tua cucina?
  3. Cucinino in stile  di TREVISO Studio Arquitetura e Interiores
    Premium
  4. Cucina in stile in stile Tropicale di S Squared Architects Pvt Ltd
    Premium

Quali sono le caratteristiche delle cucine in stile tropicale?

Lo stile esotico regala alla cucina freschezza, luminosità ed è perfetto se amiamo i colori sgargianti, i motivi a fantasia e i materiali naturali. Uno stile ricco di contaminazioni che potremmo definire eclettico, perfetto per arredare la cucina della casa al mare ma, con qualche accorgimento, anche quella dell’abitazione di città.

Perché grazie allo stile tropicale è possibile creare ambientazioni fuori dagli schemi predefiniti, che spinge a viaggiare con la fantasia. Per arredare la cucina in stile tropicale basta farsi trascinare in ambientazioni selvagge e naturali dove dominano il sole, il caldo, la vegetazione lussureggiante:  potremo divertirci infatti ad aggiungere complementi d’arredo esotici, carta da parati con maxi foglie stilizzate, mobili in fibre naturali e a mixare colori e fantasie con allegria e creatività. U

na delle prime regole è cercare di rendere gli ambienti il più luminosi possibile. Se il locale non è dotato di una grande illuminazione, potremo provare a ravvivarlo cin una scelta di colori caldi evitando materiali e tonalità fredde: perfetti i toni del giallo e dell’avorio e del verde acceso, magari abbinati al bianco, sinonimo di luminosità. Meglio evitare i mix di colori troppo diversi tra loro: preferiamo magari poche tonalità da abbinare in modo armonioso. 

Se poi scegliamo infissi chiari e tende bianche in cotone o lino, la luce tenderà a filtrare più facilmente amplificando addirittura la percezione dello spazio. 

Come realizzare una cucina in stile tropicale? 

Ci piacerebbe svegliarci la mattina e fare colazione ai tropici? Con un pizzico di creatività nella nostra nuova cucina in stile tropicale avremo questa sensazione. Basterà infatti scegliere mobili dalle tonalità vivaci, puntare sul rattan per contenitori, sedie e sgabelli, abbinati magari ai mobili del soggiorno: con queste semplici mosse ci  sembrerà di aver ricreato tra le pareti domestiche le stesse ambientazioni da sogno che contraddistinguono i paesaggi tropicali. 

E per rendere l’ambiente ancora più esotico potremo scegliere per le pareti di cucina carta da parati in stile tropicale con motivi che ricordino la foresta, maxi foglie stilizzate e liane, per trasformare il muro in un grande trompe l'oeil, quasi il cancello di ingresso a un mondo fantastico. 

Se invece non prediligiamo in modo particolare la carta da parati e preferiamo le pareti tinteggiate in modo uniforme, ci basterà divertirci a giocare con stampe e quadri caratterizzati da soggetti tropicali e con tessuti a tema da utilizzare per i cuscini e i tessili della cucina.

Come aggiungere un tocco tropicale alla cucina? 

Una delle regole d’oro dettate dagli interior designer per ricreare lo stile tropicale è rendere gli ambienti più luminosi possibile.Scegliamo quindi tende chiare e leggerissime per le finestre (in cotone o lino) che facciano passare la luce dall’esterno. 

Puntiamo su optate per infissi e porte bianchi, scegliamo un pavimento in legno grezzo chiaro e, se questo non fosse ancora sufficiente, ravviviamo l’ambiente con colori caldi alle pareti: avorio, verde brillante o verde marino alle pareti (sempre abbinati al bianco).

Da evitare assolutamente materiali ed elementi d’arredo in plastica e sintetici: se amiamo lo stile tropicale, meglio scegliere materie prime naturali ed ecologiche come per esempio il legno chiaro, il rattan e il bambù. Il bambù e il rattan, infatti, portano subito alla mente gli ambienti caldi e accoglienti tipici dei tropici: per arredare una cucina living in stile tropicale, si può optare per un set composto da tavolo e sedie, realizzati con questo legno leggero, a cui accostare anche contenitori e piccoli scaffali. 

Se amiamo i tappeti in cucina potremo puntare su manufatti rustici e ampi eseguiti ad intreccio con canapa e lino, oppure con la trama in cotone bene in evidenza.

Quali sono gli elementi che determinano il costo di una cucina in stile tropicale? 

Stabilire il costo di una cucina in stile tropicale non è semplice perché l’importo varia ovviamente a seconda di molteplici fattori. Prima di tutto dalle dimensioni, perché, paradossalmente, più aumentano i metri quadrati a disposizione e più conveniente potrà rivelarsi la stima. 

Negli spazi ridotti è infatti fondamentale riuscire a progettare soluzioni salvaspazio ad hoc. Per esempio, potrebbe essere utile realizzare un sistema pedane o soppalchi, oppure realizzare un pratico bancone ad isola. O ancora, ricavare in un angolo una mini dispensa su misura. 

Un altro importante elemento da prendere in considerazione, nella definizione del prezzo della cucina in stile tropicale è rappresentato dalla qualità dei materiali: una parete rivestita in legno potrà infatti costare molto di più rispetto alle mattonelle in grés porcellanato.

Le stesse considerazioni valgono per il pavimento: una valida alternativa, spesso più economica del cotto, è costituita sempre dal grés porcellanato effetto pietra, forse meno “caldo” ma facile e veloce da posare, resistente agli urti e versatile. Anche la presenza di eventuali travi in legno rappresenta una voce da non sottovalutare per la determinazione dell’ammontare della spesa da affrontare per dare vita a una suggestiva cucina in stile tropicale. Infine, è importante sottolineare che anche i mobili possono spesso rivelarsi un elemento determinante per la definizione del costo complessivo, perché questo genere di arredamento è piuttosto ricercato e quindi costoso: in linea generale potremmo quindi dire che con circa 3000 Euro è possibile realizzare una cucina in stile tropicale ricca di charme.